Logo Arena Logo friliver

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

podio yokohama barbaro 2018paratri

 

Non solo triathlon, ma anche paratriathlon nel fine settimana giapponese di Yokohama. Il direttore tecnico Mattia Cambi traccia un bilancio della trasferta degli azzurri in occasione della World Paratriathlon Series.

“Gareggiare all'interno di una World Paratriathlon Series è sempre una grande emozione, a Yokohama è stato un contesto di altissimo livello sia organizzativo che a livello di partecipanti che per 2 su 3 dei nostri atleti era pressoché la stessa starting list del mondiale. Sapevo che il livello dei partecipanti era molto alto e che molti atleti nostri diretti avversari erano cresciuti molto ma anche noi abbiamo lavorato molto in questa prima fase di stagione e sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti ad oggi”.

Qui la pagina dei risultati: https://www.triathlon.org/results/result/2018_yokohama_itu_world_paratriathlon_series

Il DT analizza in dettaglio le prove degli azzurri:

Giovanni Achenza ha disputato un'ottima gara nelle prime due frazioni mentre nella wheelchair c'è stato un calo ed il quarto posto deve essere solo di stimolo a giocarci al meglio le nostre carte per il podio, sappiamo che è possibile e ci proveremo ad ogni gara e in ogni circostanza durante l'anno, la wheelchair è una frazione su cui stiamo ancora lavorando e imparando molto e possiamo crescere nettamente.

Sono invece molto soddisfatto di Veronica Yoko Plebani e di questo quinto posto veramente vicino al podio cronometro alla mano. Abbiamo colmato un enorme gap dallo scorso anno rispetto alle prime tre, non avevo dubbi  che il lavoro svolto a casa con il tecnico Antonio Serratore e all'interno dei raduni insieme allo Staff Tecnico portassero i primi frutti. Questo è un segnale importante di come seguendo un percorso di crescita condiviso e programmato i miglioramenti ed i risultati in sette mesi si possano vedere cronometro alla mano, quindi un ottima iniezione di fiducia per il proseguo della stagione che è appena iniziata.

Anna Barbaro (insieme alla guida Francesca Tibaldi) ha ottenuto un ottimo terzo posto, che ci fa balzare attualmente all8° posto nel ranking mondiale e questo è il vero obiettivo momentaneo raggiunto. La coppia sta lavorando insieme da pochi mesi e ci sono ancora molti margini per entrambe di miglioramento, Anna ha lavorato duramente durante l'inverno migliorando nel nuoto e nella corsa, e i progressi che abbiamo visto durante questa prima parte di stagione nei raduni e negli allenamenti si sono riscontrati in gara. Sono felice per questo bronzo che da sicuramente entusiasmo ad Anna e a tutto il movimento del Paratriathlon con cui stiamo condividendo questo percorso.

In conclusione, Cambi sottolinea che “il Giappone è stata un occasione importantissima di confronto con i migliori ed ora devo tracciare la strada migliore per i prossimi impegni stagionali e per l'inizio del periodo di qualifica verso Tokyo 2020. Nessun rammarico da questa trasferta, ma tanti aspetti su cui puntare e lavorare. Per i nostri atleti era il primo sprint della stagione, in futuro, per la prima parte della stagione italiana, bisognerà pensare ad avere eventi di livello su distanza sprint prima dell'inizio del calendario internazionale”.

Il resoconto della WPS di Yokohama (ITU): https://www.triathlon.org/news/article/plat_peasgood_norman_and_rodriguez_collect_first_wps_medals_of_the_season_i

IMG 98911

del 7097

del 6011

PHOTO 2018 05 14 10 59 38

 

Logo Arena