Logo Arena Logo Brooks

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Foto Gruppo azzurro in Wts 1 tappa rev

 

Prende il via sabato 5 marzo, ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi, la prima delle 9 tappe mondiali del massimo circuito World Triathlon Series, che quest’anno entra nel ‘core’ delle qualificazioni olimpiche.

E così come nella passata stagione, l’avvio di circuito si avrà ad Abu Dhabi, alla sua seconda edizione visto che lo scorso anno fu new entry tra le location di WTS.

Sabato 5 marzo i big del panorama internazionale si daranno appuntamento per intraprendere il loro lungo anno di gare, con sguardo rivolto alle prove Mondiali e, per tutti coloro che ancora devono guadagnarsi la qualificazione olimpica, con sguardo rivolto soprattutto al ‘pass’ per Rio.

I nostri azzurri saranno ad Abu Dhabi, finalmente in gara dopo il periodo di raduni e stage invernali – raduni che si sono tenuti per alcuni alle Canarie e per altri in Namibia, oltre al consolidato centro federale nel Golfo di Baratti - per il debutto nell’attività agonistica internazionale di massimo livello, a sei mesi dalla chiusura della WTS 2015.

Il direttore tecnico nazionale Mario Miglio ha convocato:

Alessandro Fabian (C.S.Carabinieri), Davide Uccellari (G.S.Fiamme Azzurre), Andrea Secchiero (G.S.Fiamme Oro), Delian Stateff (G.S. Fiamme Azzurre), Annamaria Mazzetti (G.S.Fiamme Oro), Alice Betto (G.S.Fiamme Oro), Charlotte Bonin (G.S.Fiamme Azzurre).

Lo staff è composto da Mario Miglio, Sergio Contin, Roberto Tamburri e dal fisioterapista Patrick Grazia.

Ad Abu Dhabi presenti i Probabili Olimpici e, convocato anche per fare esperienza sul massimo circuito, l’under23 Delian Stateff – bronzo europeo di categoria - che lo scorso anno debuttò in WTS ad Edmonton in una gara durissima funestata dal freddo e maltempo. Per lui un 2016 pieno di nuovi stimoli.

Per i nostri azzurri P.O. sarà una gara per ‘rompere il ghiaccio’ ed entrare nel pieno della stagione in cui eventi come WTS e WCup, costituiranno fino a maggio ben 8 ‘passaggi’ significativi per le qualificazioni olimpiche.

Tutti presenti i P.O. tranne 1: assente ad Abu Dhabi, ma assolutamente nella rosa dei probabili olimpici ed in corsa per la terza carta di qualificazione, è Luca Facchinetti (Team Ravenna) che sarà invece schierato, lo stesso giorno, nella gara di Continental Cup a Wollongong in Australia, pronto per ripartire subito dopo alla volta di Mooloolaba e partecipare alla World Cup in programma la prossima settimana; alla ‘classica’ australiana di coppa mondo prenderà parte anche Secchiero che raggiungerà Facchinetti dopo la WTS di Abu Dhabi.

Ricordiamo che ad oggi l’Italia ha, nel rank virtuale di proiezione olimpica, 3 quote femminili e 2 maschili; manca 1 qualificazione tra gli uomini per raggiungere il massimo numero di atleti da poter schierare, per nazione, ai Giochi di Rio. Le qualificazioni chiudono il 16 maggio.

L’avvio di Abu Dhabi offre tanti aspetti di lettura a questa stagione olimpica e mondiale: i grandi protagonisti della scena assoluta del triathlon, le nuove location, gli assenti ed i presenti alla prima tappa….

Le start list di Abu Dhabi indicano presenze ‘stellari’: il fuoriclasse spagnolo, Mario Mola, che lo scorso anno ad Abu Dhabi vinse nel percorso su distanza sprint, realizzando il più veloce tempo di corsa sui 5km, record poi migliorato dallo stesso Mola in un’altra successiva prova mondiale. Vincitore della Grand Final a Chicago ed argento mondiale alle spalle di Gomez, Mola si presenta tra i favoriti del circuito mondiale ed a Rio. Insieme a lui, la ‘scuola’ spagnola schiera Fernando Alarza , altra ‘punta’ per questa forte nazione: lo scorso anno fu per otto volte nella top ten.
Tra i migliori atleti gara, anche il sudafricano fortissimo corridore Richard Murray 4° assoluto nella WTS 2015 e 2° sul podio proprio ad Abu Dhabi. Tra i favoriti della start list maschile, l’australiano Bailie, il messicano Crisanto Grajales ed i portoghesi Pereira e Silva. Da tenere d’occhio anche il giovane talento Dorian Coninx (FRA), i fratelli russi Polyanskyi, l’altro sudafricano Henri Schoeman e lo svizzero Sven Riederer, che si è già aggiudicato la qualificazione alla sua 4^ Olimpiade.
Parlando invece degli assenti nell’evento degli Emirati Arabi, a scegliere di entrare in scena più tardi nel palcoscenico del Campionato del Mondo, i due campionissimi iridati, lo spagnolo Javier Gomez (5 volte campione del mondo) e la statunitense Gwen Jorgensen (2 volte campionessa mondiale e vincitrice l’anno scorso anche ad Abu Dhabi).

Tra le donne, la gara si preannuncia combattutissima: presente fra tutte la campionessa olimpica 2012 e già con il pass per Rio in mano, grazie alla vittoria dei primi Giochi Europei a Baku, la svizzera, Nicola Spirig che esordirà quest’anno lasciandoci ancora a ‘bocca asciutta’ nel tanto atteso confronto con l’altra imbattibile campionessa, la Jorgensen. In gara le forti statunitensi, protagoniste lo scorso anno di tanti podi: Sarah True, 3^ assoluta della world triathlon series, alle spalle della vincitrice connazionale Jorgensen e dell’argento neozelandese Andrea Hewitt; insieme a True, anche la Katie Zaferes, 5^ assoluta nella WTS 2015 ed ora proiettata ad assicurarsi un posto alle Olimpiadi.
Tra le più competitive, ci saranno le componenti del team britannico, in particolare Jodie Stimpson e Helen Jenkins, che si giocano in questa prima parte di stagione mondiale, la terza carta olimpica a disposizione (Non Stanford e Vicky Holland sono state infatti già selezionate per Rio). Ed ancora, sicure protagoniste di questa tappa di Abu Dhabi nonché dello scenario internazionale, l’olandese Rachel Klamer e l’atleta delle Bermuda Flora Duffy, che hanno concluso entrambi l’anno scorso,nella top ten del circuito mondiale. 
Occhi puntati nel circuito di WTS anche sulla ‘kiwi’ Hewitt , che oltre ad essersi aggiudicata il bronzo mondiale 2015 è sicuramente tra le più esperte e ‘solide’ triatlete in campo assoluto; sarà una stagione davvero delicato per la Hewitt che rientrerà nel mondo della WTS dopo aver perso il suo compagno di vita ed allenatore , il francese Laurent Vidal, - 5° alle Olimpiadi di Londra e che si era ritirato da due anni dall’attività agonistica - stroncato da un infarto a soli 31 anni, lo scorso 10 novembre. L’ITU in suo ricordo, dedicherà in questo evento il pettorale n.1 della start list maschile.

 

START LIST

- La gara: orari, percorso e come seguirla -

Quest’anno Abu Dhabi sarà prova su distanza olimpica – 1500m nuoto, 40km ciclismo, 10km corsa - anziché sprint come fu nell’esordio del 2015.

Il programma prevede la partenza della prova maschile alle ore 13.06 (o.l. ed in Italia ore 10.06) e quella femminile alle ore 16.06 (o.l. ed in Italia ore 13.06)

Sarà possibile seguire le gare in diretta web sul sito www.triathlon.org  su: https://triathlonlive.tv

2016 ITU World Triathlon Series 2016 :

Abu Dhabi, UAE – 5 marzo
Gold Coast, Australia – 9-10 aprile
Città del Capo, Sud Africa– 23-24 aprile
Yokohama, Giappone – 14-15 maggio
Leeds, Gran Bretagna– 11-12 giugno (nuova location)
Stoccolma, Svezia – 2-3 luglio
Amburgo, Germania – 16-17 luglio
Edmonton, Canada – 3-4 settembre
Cozumel, Messico – 11-18 settembre (Grand Final – Cozumel è nuova location per WTS ma ‘classica’ del circuito di World Cup

- Abu Dhabi, Gold Coast, Yokohama, Leeds, Stoccolma e Cozumel saranno gare su distanza olimpica; Cape Town, Amburgo ed Edmonton saranno su distanza sprint.

 

wts 2016 1 tappa

 

Foto Titolo Roberto Tamburri - Foto Chiusura ITU

Logo brooks Logo Keforma Logo Arena