Logo Arena

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

IMG 7641

Alice Betto (G.S Fiamme Oro), autrice di uno straripante assolo partito nelle prime fasi della frazione ciclistica dopo aver condotto i 1500 metri di nuoto, arriva in solitaria sul traguardo e trionfa ai Tricolori Elite di Olimpico (la vittoria le mancava dal 2012) davanti a Ilaria Zane (DDS) e Verena Steinhauser (The Hurricane), campionessa uscente. In campo maschile, è Alessandro Fabian (C.S. Carabinieri) a conquistare la maglia tricolore, la seconda in una settimana dopo il successo allo sprint di Lignano di sabato scorso, davanti a Davide Uccellari (G.S. Fiamme Azzurre) e Gianluca Pozzatti (707).

 

Mare piatto, colori brillanti e sole tiepido fanno da cornice alla partenza della gara femminile organizzata in maniera impeccabile dalla società Spezia Triathlon con il prezioso supporto degli Enti Locali e scattata puntuale allo scoccare delle 10.30. Nell'incantevole cornice del Golfo di Lerici, sono in 4 a prendere il largo: Alice Betto, Ilaria Zane, Sharon Spimi (Pol. Riccione) e Margie Santimaria (T.D. Rimini). La situazione cambia subito: la Betto preme sull'acceleratore e va via da sola, dietro Steinhauser, Iogna-Prat (DDS) e Parodi (T.D. Rimini) rientrano su Spimi, Zane e Santimaria e formano un sestetto. Il vantaggio della fuggitiva, nel corso dei chilometri dell'esigente circuito ciclistico, aumenta in maniera progressiva e arriva a 2'25” in corrispondenza del secondo cambio. La Betto si invola verso il titolo tricolore di olimpico che non vinceva da 5 anni mentre dietro le posizioni si assestano con Zane, che consolida la seconda posizione, e Steinhauser, che si assesta al terzo posto. Appena giù dal podio, Federica Parodi, quarta, seguita da Margie Santimaria, Luisa Iogna-Prat, Sharon Spimi, Michela Pozzuoli (Minerva Roma), Eleonora Peroncini (Cus Parma) e Lilli Gelmini (T.D. Rimini) che completa la top-ten.

“Sono felicissima ti tornare sul gradino più alto del podio tricolore – dice a caldo la campionessa italiana Alice Betto – non nascondo che volevo fare doppietta, ma a volte le delusioni e le sconfitte servono. Oggi ho cercato di dominare dall'inizio alla fine e non potevo regalarmi vittoria migliore al termine di una stagione così intensa”.

“La gara di oggi è stata davvero dura, ero anche affaticata dallo scorso weekend – racconta Ilaria Zane – Posata la bici, stavo comunque bene, le gambe giravano e ho chiuso con un risultato davvero soddisfacente. Certo, una ciliegina sulla torta questo risultato, ma la mia stagione non è ancora finita”.

“Un terzo posto combattuto dopo essere uscita attardata dal nuoto – spiega Verena Steinhauser – Ho fatto tanta fatica in bici, ma dovevo tirare a tutta per rientrare sulle ragazze davanti me. Ci ho provato fino in fondo e scesa dalla bici ho dato tutto, correndo con le ultime energie rimaste. Bravissima Alice, ha davvero fatto una grande gara”.

 

Gara maschile partita sotto un sole splendente (il via è stato dato alle 15), con una fitta cornice di pubblico a fare da contorno sul lungomare di Lerici, teatro delle fasi nevralgiche della gara. Sotto l'impulso di Gianluca Pozzatti e Alessandro Fabian, i primi 1500 metri di nuoto volano via: i due escono per primi dalla prima zona cambio, ma a pochi metri inseguono Azzano (The Hurricane), Secchiero (G.S. Fiamme Oro), Butturini (Triathlon Cremona), Facchinetti (707), Uccellari, Corrà (Minerva), Soldati (T.D. Rimini) e Crivellaro (DDS). Sin dal primo dei 4 giri di ciclismo previsti, la gara si anima e la situazione si evolve e sono proprio Fabian e Pozzatti i più attivi: i due, spingendo a tutta sui pedali, riescono ad andare in fuga mentre dietro si forma un gruppetto con Uccellari, Fioravanti, Facchinetti e Parmigiani (Pol. Riccione). Davanti spingono al massimo ed effettuano il cambio bici-corsa con quasi un minuto sugli inseguitori su cui è riuscito a rientrare Marcello Ugazio (Azzurra Triathlon Team). Fabian, appena infilate le scarpe da corsa, prende subito la testa mentre Pozzatti prova a difendersi impostando un ritmo regolare, ma dietro Uccellari si fa pericoloso. Il campione italiano di triathlon sprint può gestire il vantaggio accumulato godendosi gli ultimi passi verso la doppietta tricolore maturata sul traguardo di Lerici, mentre Uccellari, autore del miglior parziale a piedi, si conferma d'argento (come la scorsa settimana a Lignano) scavalcando Pozzatti, al primo podio tricolore della carriera. Seguono Luca Facchinetti, Andrea Secchiero, Michelangelo Parmigiani, Michele Sarzilla (Raschiani Tri Pavese), Marcello Ugazio, Alessio Fioravanti e Nicola Azzano.

 

“Due gare e due titoli in una settimana – dice Alessandro Fabian – che bella soddisfazione. Una gara tosta, ho dovuto dare fondo a tutte le energie: io e Gianluca siamo riusciti ad imporre un bel ritmo, incrementando il vantaggio sugli inseguitori; sceso dalla bici, sono andato in progressione, anche se la fatica si faceva sentire ho gestito bene e ho controllato il rientro di Uccellari. Dedico la vittoria ad Amelie, la figlia di mio fratello: sono zio per la terza volta”.

“Una gara molto intensa sin dall'inizio, bravo Fabian che ha vinto e complimenti agli avversari di giornata – spiega Davide Uccellari – peccato che ho perso l'attimo decisivo dopo il nuoto. Percorso in bici molto impegnativo, ma quando sono sceso per correre sentivo che era una buona giornata. Ho chiuso molto bene, soprattutto gli ultimi chilometri, sono rientrato su Gianluca e ho recuperato anche qualcosa su Alessandro che però ha gestito bene il vantaggio. Sono soddisfatto della gara nel complesso e della condizione che ho dimostrato nelle ultime tre uscite”.

“Grandissima soddisfazione – dice Gianluca Pozzatti – sapevo che questo era l'unico modo in cui si poteva impostare la gara, ossia con nuoto e bici molto forti. C'è stata una grande intesa con Alessandro in bici, siamo andati davvero bene e siamo scesi con un buon vantaggio. Sono contento di aver difeso il podio e bravo Uccellari che è rientrato veramente forte: sono molto emozionato di essere sul podio con i due ragazzi che ci hanno rappresentato alle ultime due Olimpiadi”.

 

Classifiche complete campionato italiano triathlon olimpico elite

 

LE INTERVISTE 

 

Alice Betto al traguardo

Ilaria Zane 2^ al traguardo

Verena Steinhauser 3^ al traguardo

Alessandro Fabian al traguardo

Davide Uccellari 2° al traguardo

Gianluca Pozzatti 3° al traguardo


LA GALLERY FACEBOOK

LE FOTO 

IMG 7580

IMG 7429

IMG 7465

IMG 7595

 

Logo Arena