Tiziano Ballabio 146 

Esordio a Segrate, con l’organizzazione della società Sport & Wellness, per la nuova formula del Grand Prix Triathlon 2018: qualificazioni su distanza sprint e finale su distanza super sprint il giorno successivo. 

Start puntualissimo alle 12.15 per la prova di qualificazione femminile con partenza delle 71 atlete dal pontone allestito sotto la piattaforma di atterraggio milanese. 
Subito 4 atlete si portano al comando del gruppo allungato, sono Bianca Seregni (Raschiani Triathlon Pavese), Elisa Marcon (The Hurricane), Ilaria Zane (DDS) e Chiara Magrini (CUS Torino Triathlon). L’atleta della Raschiani esce prima dall’acqua ed entra in T1 con un piccolo vantaggio sulle inseguitrici. Le 4 atlete provano ad andare in fuga ma vengono riprese subito da un piccolo gruppo di 15 atlete con Zane, Orla (DDS), Spimi (TTR), Mallozzi (Fiamme Azzurre), Tamburri (Minerva Roma), Sebok (CUS Pro Patria Milano), Holm (CUS Pro Patria Milano). All’inseguimento un secondo gruppo di una ventina di atlete con in testa Giorgia Priarone (707) che prova a forzare i ritmi per il ricongiungimento. Conclusi i 20 km, i due gruppi sono distanziati di pochi secondi e giungono quasi insieme in T2. In zona cambio le più veloci nella transizione e prime a lanciarsi nella frazione conclusiva sono Carlotta Missaglia (Triathlon Novara)  e Verena Steinhauser (Project Ultraman) seguite da Alessandra Tamburri, Ilaria Zane, Beatrice Mallozzi e Klaudia Sebok. Nella frazione conclusiva è Ilaria Zane a prendere il comando inseguita da Verena Steinhauser e Beatrice Mallozzi. Le posizioni si consolidano e le atlete in vista della finale di domani controllano le ultime fatiche giungendo al traguardo nello stesso ordine. Ilaria Zane vince così la semifinale del Grand Prix Triathlon davanti a Steinhauser e Mallozzi. 

Saranno 30 le finaliste che si contenderanno la prima prova del Grand Prix Triathlon nella giornata di domani, start alle 10.00 su distanza Super Sprint. 

Alle 12.15 parte la gara maschile con 107 atleti al via, il gruppo allungato percorre i 750 m compatto. È Alessio Crociani del TTR il più veloce ed il primo ad entrare in T1. Alle spalle dell’atleta della TTR ci sono Nicolò Strada (TTR), Gianluca Pozzatti (707), Nicola Azzano (The Hurricane), Valerio Patanè (CUS Pro Patria Milano) Giulio Soldati (TD Rimini), Davide Ingrillì (Raschiani Triathlon Pavese) , Tomas Toth (707), Gabor Faldum (Ppr Team), Matthias Steinwandter (CS Carabinieri), Valerio Cattabriga (Minerva Roma).  Si crea subito un gruppo di testa con una quindicina di atleti che prova la fuga e prende subito un vantaggio di circa 30’’ sul secondo gruppo con al comando nel tentativo di chiudere il gap Davide Uccellari (Fiamme Azzurre) e Massimo De Ponti (CS Carabinieri). Il forcing produce nei 5 giri del percorso un lento assottigliarsi della distanza che diventa di circa 5-6 secondi all’ingresso in T2. Dopo la transizione i più veloci ad uscire dopo il cambio sono Gianluca Pozzatti (707), Tomas Toth (707),  Davide Ingrillì, Valerio Patanè e Valerio Cattabriga. Nella frazione di corsa nel primo km prende subito il comando Alexander Amos Yee (DDS) con all’inseguimento Soldati, Duchampt, Steinwandter, Corrà e Pozzatti e Aurelien (Magma Team). È Yee a tagliare per primo il traguardo davanti a Jem Aurelien, capace di rimontare 10 posizioni nella frazione di corsa, e a Matthias Steinwandter.

Saranno 44 i finalisti al via alla gara di stanza super sprint in programma alle  11.30 domani 22 aprile.

Sulla base delle classifiche odierne sono state premiate le migliori frazioni: 

Donne:
Nuoto - Bianca Seregni (Raschiani Triathlon Pavese)
Ciclismo - Giorgia Priarone (707)
Corsa -  Costanza Arpinelli (Minerva Roma)

Uomini: 
Nuoto - Alessio Crociani (TTR)
Ciclismo - Federico Spinazzè (SilcaUltralite)
Corsa - Alexander Amos Yee (DDS)


CLASSIFICA MASCHILE
 
CLASSIFICA FEMMINILE

ELENCO QUALIFICATI FINALE MASCHILE
ELENCO QUALIFICATI FINALE FEMMINILE

Instagram FITRI
Facebook FITRI


DDS Triathlon Team frusta il Grand Prix

Nelle batterie Grand Prix di qualificazione al Super Sprint di domani sono Ilaria Zane e Amos Yee a segnare i migliori tempi. Zane, nelle prime posizioni fin dalle fasi iniziali,  ha chiuso in 58’53’’ davanti a Beatrice Mallozzi e Verena Steinhauser. Già dalle prime bracciate la Zane ha dimostrato la propria intenzione di dominare la batteria, mentre le avversarie sono apparse più controllate in prospettiva della finalissima di domani. Per la batteria maschile il primo a tagliare il traguardo è Alexander Amos Yee (DDS) davanti a Jem Aurelien e a Matthias Steinwandter. Anche se il gruppo si è presentato spaccato in T2 in due tronconi, il promettente giovane inglese che vanta un eccellente personale sui 5000 metri piani, è riuscito a risalire rapidamente nelle posizioni di testa nell'ultima frazione di corsa. Questo giovanissimo triathleta pressochè sconosciuto per i nostri, ha dimostrato un'eccellente sicurezza nei propri mezzi e ha così lanciato agli avversari uno sfidante guanto di sfida per la finalissima di domani.Saranno infatti 30 le finaliste donne che si contenderanno la prima prova del Grand Prix Triathlon nella giornata di domani, (start alle 10.00 su distanza Super Sprint), mentre per gli uomini saranno 44 alle 11.30. 

Domani alle 13 è attesa la prova maschile su distanza olimpica (1500 metri swim, 40 km bike e 10 km run). Tra i grandi protagonisti Federico Incardona, Massimo Cigana, Andrea Stales, Ivan Risti, Orazio Bottura e Daniel Fontana. 

comunicato società organizzatrice

Tiziano Ballabio 131

Tiziano Ballabio 111

Tiziano Ballabio 138

Tiziano Ballabio 132

Foto Tiziano Ballabio / FITRI

Ultime News