Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Triathlon Olimpico di Avigliana: il resoconto

images/2018/gare/Torino_Triathlon/medium/torino_triathlon_pres_avigliana_agosto.png
Presentazione Gare

Gara “calda” ad Avigliana per il Triathlon Olimpico svoltosi domenica 5 Agosto, ma nonostante il meteo estivo e le temperature tutto è andato bene grazie all’ora di partenza e ai numerosi rifornimenti in gara chehanno resto meno ostica una gara che già di suo presenta un profilo altimetrico importante.

Erano 200 gli atleti al via, ad oggi la location dove si svolge la partenza con la frazione di noto non consente una zona cambio più ampia, ma con l’aiuto dell’Amministrazione Comunane di Avigliana si sta lavorando alfine di poter dare maggior spazio a questo evento.

Tra le donne vince Margie Santimaria, atleta pavese che corre per il PPR TEAM, gara solitaria la sua datoche esce prima dall’acqua e tiene la testa della corsa fino al traguardo. In rimonta dopo il nuoto Camilla Zaninetti del TORINO TRIATHLON rimonta fino alla seconda posizione già in bici e tiene fino al traguardo dove al terzo posto si piazza Chiara Costamagna del TEAM DI SANTO.

Gara maschile vinta dall’argentino Tomas Mateo Clivio, portato in Italia dalla DDS di Settimo Milanese concui si allena, giovanissimo, solamente junior, si impone in una gara che vede al secondo posto Stefano Micotti dell’AZZURRA TRIATHLON e sul terzo gradino Alberto Nardin del TORINO TRIATHLON.

Diego Gesi (Presidente del Torino Triathlon): "Siamo ad Avigliana da tantissimi anni, negli anni novanta avevamo cominciato con il triathlon olimpico che rispecchia le caratteristiche di quello odierno per difficoltà altimetriche, soprattutto per la frazione ciclistica. Siamo poi passati per un po’ di edizioni alla versione off road del triathlon ovvero quella con la mountain bike al posto della bici da corsa. Questo dimostra che il territorio è davvero adatto allo sport in tutte le sue forme. Da tre edizioni siamo tornati al tradizionale triathlon olimpico e non è detto che in futuro non si decida di passare ad una distanza superiore. L’Amministrazione di Avigliana ci è stata molto vicina, la risposta positiva degli atleti in un periodo cosìavanzato della stagione, quando ormai molti sono in vacanza ci fa capire che questa gara ha potenzialità importanti e vogliamo implementarla ulteriormente."

 

(fonte: comunicato società organizzatrice)