Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

FINALE SCARIO (SAN GIOVANNI A PIRO)

PRESENTAZIONE 

Nel basso Cilento San Giovanni a Piro è uno dei tipici piccoli centri, un angolo di mondo dove un carattere di compattezza contraddistingue la struttura urbana. Lungo stradine acciottolate e stretti passaggi che sfuggono in mille direzione il nucleo abitativo "eleva i suoi comignoli fumiganti nell'azzurro terso del cielo". Con questa citazione ci piace ricordare l'opera "Il Cenobio Basiliano di San Giovanni a Piro", scritta nel 1960 da Ferdinando Palazzo che, con estrema scrupolosità e ardente passione, ha garantito alle generazione future un imperituro ricordo di tutto ciò che accadde alle falde del monte Bulgheria intorno all'anno mille.

Verso l'anno 990 d.C., i Monaci Basiliani provenienti dall'Epiro fondarono, in località Ceraseto - così denominata perché all'epoca ricchissima di piante di ciliegio - l'Abbadia di S. Giovanni Battista. Il Cenobio, diretto da illustri studiosi ed umanisti, fu uno dei più importanti monasteri del monachesimo greco dell'Italia Meridionale. I Monaci Basiliani, oltre a servirsi dell'operosa attività della scarsa popolazione del vicino nucleo abitato, chiamarono sul posto anche numerosi coloni dei villaggi circostanti che ben presto si stabilirono anch'essi ai piedi del monte di Bulgheria. Un primo nucleo abitato degno di tale nome sorse, sul territorio ove è oggi S. Giovanni a Piro, soltanto nei primissimi anni del X secolo, quasi sicuramente dopo la terribile distruzione della vicina Policastro del 915 ad opera dei Saraceni agropolitani. I numerosi policastresi scampati alla rovina decisero di abbandonare la costa e rifugiarsi in luoghi più sicuri e nascosti. La popolazione crebbe in modo notevole, nuove dimore furono costruite, ed il piccolo centro diventò ben presto un vero e proprio borgo che, traendo il nome dal titolo della vicina Abbadia basiliana, cominciò a chiamarsi S. Giovanni a Piro.

 

 INFORMAZIONI GARA

 

  • PROGRAMMA

in fase di aggiornamento 

  • PERCORSI

in fase di aggiornamento 

  • ISCRIZIONE 

in fase di aggiornamento