Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Tricolori Triathlon Medio: Ugazio e Curridori conquistano la maglia tricolore

images/2018/gare/Titoli_italiani/lovere/medium/premiazioni_lovere_2018_individuali.jpg
Tricolori

 

 

Sono Marcello Ugazio (Azzurra Triathlon Team) e Elisabetta Curridori (Tri Nuoro) i campioni italiani di Triathlon Medio per il 2018. A Lovere, nell’evento organizzato da Sport & Wellness, completano il podio maschile assoluto Mattia Ceccarelli (Cesena Triathlon) e Mattia Camporesi (T.D. Rimini), mentre su quello femminile salgono Margie Santimaria (PPRTEAM) e Maria Alfonsa Sella (Verona Triathlon). 

Per quanto riguarda la classifica a squadre, il titolo italiano nel settore maschile va al Torino Triathlon che precede T.D. Rimini e Cesena Triathlon mentre la società Woman Triathlon Italia domina la graduatoria femminile davanti a Padova Triathlon e Cesena Triathlon.

Ottimi numeri per una gara che ogni anno cresce, il movimento degli atleti sul lungo è in continua evoluzione – spiega il coordinatore del Multisport Alessandro Alessandri in fase di commento dei Tricolori di Lovere – L'esito finale della gara ci ha presentato due sorprese. Da una parte Ugazio, che dopo il dopo il secondo posto alle spalle di Molinari dello scorso anno, ha centrato il primo successo in questa specialità e dunque la maglia tricolore, un'affermazione che gli dà morale e consapevolezza di essere molto competitivo anche nelle no-draft. Penso che sia l'atleta del futuro su queste distanze, anche se ora lo aspetta qualche test internazionale che possa far luce su quale sia il suo attuale livello in un contesto globale. Anche la Curridori ha centrato l'obiettivo al primo tentativo – aggiunge Alessandri – ha deciso di mettere da parte il triathlon cross per virare verso questa disciplina. Attualmente paga ancora nel nuoto, ma sulla distanza media con percorsi che prevedono difficoltà altimetriche importanti può dire sicuramente la sua”.

 

RISULTATI 

Uomini 

Donne

 

CLASSIFICHE A SQUADRE

Uomini 

Donne

 

CLASSIFICHE AGE-GROUP

Uomini 

Donne

 

squadre

donne

uomini  

+++++++++++++++++

Campionato Italiano di Triathlon Medio: a Lovere Ugazio e Curridori trionfano

Una giornata spettacolare, dal cielo sereno e con ben 800 atleti al via ha incorniciato il Campionato Italiano di Triathlon Medio di Lovere, che si conferma  un vero successo. 

Alle 7.45 è la volta dello start della batteria femminile, con le super favorite Margie Santimaria (PPR Team) e Elisabetta Curridori (Tri Nuoro) al via. Pochi minuti più tardi è la volta della partenza degli uomini con Massimo Cigana (Eroi del Piave), Alberto Casadei e Marcello Ugazio (Azzurra Triathlon) ad aprire la batteria top. 

Nella prova maschile, il primo a uscire dall’acqua è Mauro Pera (PPR Team) con il tempo di 25’54’’ seguito a ruota da Valerio Patanè (Propatria Milano) e Mattia Ceccarelli (Cesena Triathlon). Non fa selezione la prima frazione, che vede il trio di testa seguito da vicino dal tedesco Philip Stadter e Marcello Ugazio. E’ proprio il giovane talento dell’Azzurra Triathlon l’osservato speciale della frazione bike (85 km). Ugazio sin dai primi chilometri fa la differenza e non solo raggiunge gli avversari, ma in cima alla prima salita è già saldamente al comando. Il resto è la storia di un vero e proprio trionfo. In T2 entra in solitaria, davanti al diretto avversario Ceccarelli. Gara a sé per Incardona, Standter e Cigana impegnati nella lotta per il terzo gradino del podio. Nell'ultima frazione (21 km run) Ugazio amministra il suo vantaggio con intelligenza. Il percorso multilap panoramico è una vera e propria passerella davanti al pubblico di Lovere. Parte veloce nei primi giri, doppiando buona parte degli avversari e alla fine taglia il traguardo sotto il muro delle 4 ore, esattamente in 3h55’29’’. Secondo un ottimo Ceccarelli in 4h01’24’’ davanti a Mattia Camporesi (TD Rimini) in 4h03’36’’ con una frazione run incredibile. 

Tra le donne, dopo aver dominato la frazione swim e bike completamente in solitaria, Margie Santimaria  non riesce nell’impresa di difendere il gradino più alto del podio e cede il titolo a Curridori, protagonista di una terza frazione eccellente. In T2 entra con un vantaggio di 3’40’’, ma è nella frazione run che la portacolori del Tri Nuoro fa la differenza. Con tenacia guadagna secondi preziosi sull’avversaria e, a soli 4 km dalla fine, la raggiunge e la supera. Il titolo va alla Curridori con il tempo di 4h32’23’’, argento per la Santimaria in 4h34’23’’ e bronzo a Maria Sella Alfonsa in 4h50’54’’. 

“E’ stata una sesta edizione all’insegna delle difficoltà - precisa lper Eco Race il Direttore Gara Luca Lamera -. Grazie alla sinergia con le Istituzioni e alla collaborazione con la Protezione civile siamo riusciti a superare tutte le problematiche legate agli smottamenti lungo il percorso causati dal maltempo ostinato delle ultime settimane. La gara, invece, è stato un successo da tutti i punti di vista. Una giornata eccezionale con 800 iscritti (300 alla prima edizione e in netta crescita anno dopo anno). Lovere piace e il nostro obiettivo è rendere il percorso sempre più tecnico. Il successo di Ugazio poi direi che è stato davvero strepitoso. Vista la condotta di gara e la sua giovane età (22 anni) si candida a essere uno dei talenti più forti a livello internazionale sulla distanza media”.

(Comunicato stampa organizzazione - Eco Race)