Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Canottieri Napoli (ri)vince il Circuito Italiano 2012

Vittoria nettissima dei giallorossi davanti a Rimini e Ravenna
La Canottieri Napoli vince il Circuito Italiano 2012, davanti a Rimini e Ravenna, Torino e Firenze.



Distacco ampissimo dei giallorossi con oltre 1000 punti sulla seconda, in forza della qualità e quantità di atleti in gara, di ogni tipologia (giovani, senior, master, ex-elite).



Peccato per la caduta in bici di Alessandro D'Ambrosio che ha coinvolto anche Luca Borsacchi mentre erano a ridosso del primo gruppo: il capitano giallorosso ha stoicamente continuato, terminando 15°, nonostante le ferite riportate mentre Borsacchi si è ritirato per il dolore alla spalla (cliccare sul titolo per leggere la news completa).
Il migliore tra gli uomini è stato Totò Campagna, nel primo gruppo in T2 ha chiuso 12° a causa del dolore al piede che gli impedisce di correre ai suoi livelli ed anche Gennaro Lamberti e Giovanni Pisano non hanno reso al massimo. Il livello medio dei triatleti della Canottieri è comunque molto elevato (Laiso, Bozzo, Amoroso, Pane, Cilento, Manzi, Buonocore etc) quindi non ci sono stati problemi per la vittoria: nella finale dell'anno passato la Canottieri piazzò 4 atleti nei primi 11, situazione che era nelle potenzialità dei giallorossi nonostante la mancata qualifica alla finale di Intagliata e Rozza



In campo femminile bene Consuelo Ferragina 10°, Valentina Sanfelice 12° e Priscilla Meerman 16°, peccato per l'assenza di Serena Vecchione.



Molto bene anche le altre formazioni campane presenti alla Finale: Ermes 13°, NNM 28°, Irno 29° e Posillipo 31°.



In allegato il bel video dei protagonisti della vittoria e della cerimonia di premiazione, per gentile concessione di Chiara D'Amico.



http://www.youtube.com/watch?v=JCljY10yS_Y