Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Presentazione gara

images/2019/gare_internazionali/_GRAND_PRIX_TRIATHLON_/TORINO/medium/torino-parco-valentino.jpg

TORINO – PARCO DEL VALENTINO

L'origine del nome non è conosciuta con precisione: alcuni ipotizzano sia di origine romana, altri che sia stata originata dalla presenza in tempi antichi di una cappella intitolata a San Valentino.

Il nucleo iniziale del Parco trae le sue origini dal Castello del Valentino che prese il nome dal Parco. Iniziato nel XVI secolo, ma solo nell'XIX iniziarono i lavori che in seguito hanno plasmato il Parco vero e proprio (progetto romantico del paesaggista francese Barrillet-Dechamps).

Per l'Esposizione Generale Italiana (1884) venne realizzato il cosiddetto borgo medievale (ricostruzione di uno scorcio completo dei principali caratteri stilistici ed architettonici delle opere piemontesi e della Val d'Aosta del Medioevo compresa una Rocca visitabile).

Presente anche la fontana del Ceppi (898), detta dei "Dodici Mesi", grande vasca rococò circondata da statue rappresentanti i dodici mesi dell'anno.

Negli ultimi anni il Parco è stato fortemente riqualificato ed è diventato centro vitale di vita cittadina ed in particolare di sport.


Informazioni