Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Fontana e Moeller più forti di tutto e di tutti, anche del gran caldo nell'Ironman 70.3 di Pescara

(comunicato organizzazione)
Daniel Fontana e Kristin Moeller, sono loro a salire sul gradino più alto del podio per la seconda edizione pescarese di IRONMAN 70.3 ITALY.

Una gara caratterizzata dal grande pubblico presente sia nella zona partenza-arrivo posta sulla spiaggia antistante la Nave di Cascella, sia lungo tutto il percorso. Ma anche dal grande caldo, che ha reso tutte e tre le prove - soprattutto il ciclismo e la corsa - particolarmente ostiche.

L'italo-argentino Daniel Fontana ha dovuto prima respingere le offensive di Jonathan Ciavattella (atleta locale molto quotato, che però si è ritirato non appena indossate le scarpe da corsa a causa di un problema tendineo) e Ben Allen (crollato nella frazione finale e giunto molto provato al quinto posto), e poi si è potuto concedere un arrivo solitario davanti alla folla che ormai lo ha eletto a idolo pescarese. Alle sue spalle Alessandro Degasperi, secondo anche nella passata edizione; terzo un ottimo Paul Amey, inglese di origine neozelandese. Entrambi hanno tentato una clamorosa rimonta, non riuscita.