Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Mallozzi e Polikarpenko Campioni Italiani di Triathlon Sprint 2018 a Lignano

images/2018/gare/Titoli_italiani/Triathlon_Sprint_Lignano/foto_tiziano_tricolori_individuali/medium/Lignano_CI_Sprint18_Tiziano_Ballabio_FITRI-7.jpg
Tricolori

Beatrice Mallozzi (Fiamme Azzurre) nei Tricolori di Lignano Sabbiadoro organizzati dalla società Trievolution, si conferma Campionessa Italiana di Triathlon Sprint per il secondo anno consecutivo. Bissa così il suo primo titolo italiano assoluto vinto nel 2017 sempre a Lignano, tagliando per prima il traguardo in solitaria davanti alla sua ex compagna di squadra Costanza Arpinelli della Minerva Roma e a Giorgia Priarone della 707. 

In campo maschile, Lignano un anno dopo la Mallozzi ripresenta una prima assoluta, Sergiy Polikarpenko dell’Aquatica Torino si laurea campione italiano davanti a Gianluca Pozzatti del 707 e a Valerio Patanè del CUS Pro Patria Milano.

Cronaca gara femminile - Giornata caratterizzata da un forte vento e dal mare mosso, alla partenza della frazione di nuoto il gruppo delle ragazze si è subito allungato con Chiara Magrini (CUS Torino), Bianca Seregni (Raschiani Triathlon Pavese), Alessandra Tamburri (Minerva Roma) e Sharon Spimi (TTR) a dettare il ritmo.
All'uscita dal nuoto nella transizione in T1, le 4 atlete hanno confermato la loro posizione di testa con Beatrice Mallozzi la prima delle inseguitrici a pochi secondi di distacco. La frazione di ciclismo ha visto la fuga di Sharon Spimi con un gap di vantaggio di circa 40”sul gruppo delle migliori, compattatosi all'inseguimento.
In T2 in solitaria la Spimi si è lanciata nella frazione di corsa in testa ma dalle retrovie è rientrata Beatrice Mallozzi che ha preso subito nel primo giro di corsa la testa della gara ed è arrivata in solitaria al traguardo in 59:11. Alle sue spalle a 9”di distacco Costanza Arpinelli sul secondo gradino del podio e lotta tra Giorgia Priarone, poi medaglia di bronzo e Federica Parodi (TD Rimini) che ha chiuso in 4° posizone. 5^ Caterina Cassinari (The Hurricane). 6^ Bianca Seregni (Raschiani Triathlon Pavese), 7^ Elisa Marcon (The Hurricane), 8^ Tania Molinari (Piacenza Tri), 9^ Francesca Crestani (RN Marostica) e 10^ a chiudere la top ten Carlotta Missaglia (Triathlon Novara).

Classifiche complete donne 

Cronaca gara maschile – Alle 14.00 lo start della prova maschile. Condizioni difficili del mare per il vento cha ha accompagnato tutta la giornata. Gruppo molto allungato dai ritmi del duo della 707 Luca Facchinetti e Gianluca Pozzatti, con Polikarpenko autore di una buona partenza primo alla prima boa.
Al termine della prima frazione di nuoto all’ingresso in T1 sono sempre i due della 707 con Azzano (The Hurricane), Strada (TTR) e Corrà (Project Ultraman), dietro di qualche secondo. Si forma subito un gruppo di 20 nella frazione di ciclismo che viene ripreso nei 2 giri del percorso di 20 km. Gruppone compatto in T2 con Lazzaretto (Tri Rn Marostica), Corrà, Pozzatti, Facchinetti, Barnaby (707) e Soldati (T.D. Rimini) nelle primissime posizioni.
Nella frazione di corsa di 5 km per 2 giri, si crea in testa un gruppo di 10 atleti, tra cui Polikarpenko, Sarzilla, Pozzatti e Barnaby distanziati di pochi secondi. In questo gruppo c’è anche Valerio Patanè che prova ad allungare per creare un gap decisivo su Polikarpenko e Pozzatti che restano in scia.
E’ Sergiy Polikarpenko che con una decisa progressione si impone in volata e centra il titolo italiano in 53:04 davanti a Pozzatti staccato di 4” medaglia d'argento e a Patanè medaglia di bronzo. In 4^ posizione, ai piedi del podio, Michele Sarzilla (Raschiani Triathlon Pavese) subito davanti a Giulio Soldati (TD Rimini). Chiudono la top ten Luca Facchinetti, Nicola Azzano, Federico Spinazzè (Silca Ultralite), Gregory Barnaby e Dario Chitti.

Classifiche complete uomini

 

Le dichiarazioni dei protagonisti

UOMINI

Sergiy Polikarpenko: “Sono partito molto bene in acqua, raramente mi capita di stare così davanti, ho preso una buona posizione al via e sono scattato alla grande. In bici, ho lavorato bene con un gruppetto per raggiungere i fuggivi: stavo molto bene anche in sella. La corsa è sempre stato il mio pezzo forte e sono riuscito ad esprimermi al meglio arrivando a conquistare il mio primo titolo italiano”. 

Gianluca Pozzatti: “Bello tornare a gareggiare in Italia e vestire la divisa del team. Nuoto strano con questo mare, il bici il vento non ha aiutato le fughe e alla fine i migliori erano tutti davanti. A piedi abbastanza bene, c'è stata molta selezione e siamo rimasti in 5-6, poi è partito Sergiy e non siamo più riusciti a riprenderlo”.

Valerio Patanè: “La gara è stata molto tirata, ma mi sono subito trovato a mio agio tra le onde. In bici abbiamo tenuto una buona andatura, eravamo 7-8 davanti dopo il nuoto ma da dietro sono poi rientrati. Ho compiuto una T2 molto prudente, forse ho perso qualche posizione ma ho spinto forte da subito a piedi, le gambe rispondevano bene e ho deciso di provare a giocarmela. È stata una bella lotta con Pozzatti e Polikarpenko, due ragazzi che conosco bene: sono contento di essere su questo podio con loro. E domani a tutta con la staffetta, una altra giornata di divertimento”.

DONNE

Beatrice Mallozzi: “Il nuoto è stato abbastanza complicato, molte onde, ho bevuto un po' e ho perso qualche metro nella fase centrale. Con gruppo che si è formato abbiamo lavorato bene, abbiamo ripreso le tre atleti che si sono staccate da Sharon Spimi. A piedi sono partita forte per cercare di riprendere subito la fuggitiva, poi ho gestito e ammetto che mi sono goduta anche gli ultimi metri. Confermarsi è sempre difficile ed è sempre bello vincere un titolo italiano”.

Costanza Arpinelli: “Sono felicissima del risultato di oggi, viste le condizioni del mare, non me l'aspettavo perché non sono così abile in acqua. Sono davvero soddisfatta di come ho condotto la gara, sono stata in grado di rientrare nelle posizioni che contano nella corsa, la mia frazione forte, e ho centrato questo bellissimo podio assoluto nel triathlon”.

Giorgia Priarione: “Nuoto movimentato a causa delle onde che mi hanno messo un po' in difficoltà. Non mi sono riuscita ad esprimere al meglio nella corsa, ho avuto problemi allo stomaco, ma ho condotto comunque una buona gara in rimonta e una bella tirata in vista della gara a staffetta di domani”.

Campionati Italiani Lignano: le start list e il Briefing dell'intenso weekend tricolore. Age Group Party al sabato sera

 

 Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 14

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 5

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 16

 

 

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 9

 

 

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 3

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 10

 

 

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 4

 Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 11

 

 

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 15

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 8

 

Lignano CI Sprint18 Tiziano Ballabio FITRI 12

Foto FITRI Media