Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

ORGOGLIO TOSCANO

images/toscana/10561718_491175107704291_407199354450141521_n.jpg

 


11145058_491010501054085_6731305825222866361_o.jpg   11709922_491010567720745_2480950716753576620_o.jpg      


 


Dopo il grande successo della prima edizione dello scorso anno, si riconferma, anche per il 2015, l’iniziativa sportiva del triathlon dedicata a ragazzi con difficolta motorie e disabilità varie. Promotori sono i Triarios Triathlon, società sportiva nata da poco ma attiva sotto il profilo di competizioni sportive. 
"COMUNICARE, TRASMETTERSI EMOZIONI, AIUTARSI A VICENDA" queste le parole d'ordine della Società Pisana,continuano scrivendo: "IL NOSTRO INTENTO È QUELLO DI VIVERE SERENAMENTE MOMENTI DI SANO AGONISMO, FARE GRUPPO, SENTIRCI UNA SQUADRA", ed è quello che hanno dimostrato donando cuore ed anima a chi meno fortunato ha dimostrato di essere il più forte.
Domenica 28 giugno alle ore 11.00 presso la piscina comunale di Castelfranco di sotto, ha visto i ragazzi e le ragazze portatori di handicap impegnati nelle discipline del nuoto, ciclismo e corsa. Partners sono state le associazioni come il gam,acquateam onlus, la cooperativa colori, la pubblica assistenza del comprensorio del cuoio, il ccav(centro cristiano Acquaviva). L’obiettivo di queste associazioni, oltre che di diffondere questa disciplina sportiva e’ quello di sensibilizzare l’opinione pubblica verso ragazzi meno fortunati di noi ma che sanno sfruttare i propri talenti e punti di forza. L’evento e’ stato patrocinato da il comune di Castelfranco di sotto, quello di San miniato e il comitato Uisp zona del cuoio. Al termine grande festa con partecipanti, associazioni e genitori.
Il Comitato Regionale Triathlon Toscana è fiero di avere tra le proprie fila I TRIARI, UN GRUPPO DI AMICI, SEMPRE IN PRIMA LINEA, capaci di gestire eventi difficili emozionando spettatori e partecipanti.