Logo Arena

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

DNxAgOSVoAAbONm.jpg large

Trionfa Marten Van Riel alla Coppa del Mondo di Miyazaki, in Giappone. Il belga, al primo successo nel circuito mondiale, chiude in 1:42:36 davanti allo spagnolo Vicente Hernandez e al danese Andreas Schilling: i tre sul podio si sono resi protagonisti di una spettacolare fuga in bici assieme a Sharpe (CAN) e all'azzurro Gregory Barnaby (707) che ha spaccato la gara a metà della frazione ciclistica. Brillante la prestazione di Delian Stateff (G.S. Fiamme Azzurre), 6° e migliore degli azzurri al traguardo che ha concluso la prova con il 3° parziale nella frazione run. Tra i primi 20 gli altri azzurri al via: 12° posto per Davide Uccellari (G.S. Fiamme Azzurre), 14° Massimo De Ponti (C.S. Carabinieri), 19° Barnaby che ha pagato nella corsa dopo la bella azione sulle due ruote e 20° Alessandro Fabian (C.S. Carabinieri).

Doppietta americana della gara femminile che ha visto due azzurre nella top ten. Vince la statunitense Summer Cook in 1:54:12, che allunga la striscia positiva dopo il successo della settimana scorsa in Corea del Sud sulla distanza sprint, davanti alla connazionale Taylor Spivey e all'australiana Emma Jackson, ma l'Italia è ben presente tra le prime 10. Ancora una volta, la migliore azzurra è stata Verena Steinhauser (The Hurricane) che, dopo il 5° posto nella precedente apparizione internazionale in occasione della Coppa del Mondo di Tongyeong, si conferma al 6° posto tagliando il traguardo in 1:55:31 al termine di una convincente prestazione che l'ha vista sempre tra le migliori per tutta la gara. Solida anche la prova di Angelica Olmo (C.S. Carabinieri) che chiude all'8° posto in 1:56:07 pur pagando leggermente nella terza frazione. Ilaria Zane (DDS) chiude al 19° posto, Giorgia Priarone (T.D. Rimini) è 24^.

 

“Sono molto contento del risultato complessivo di squadra – dice Andrea Gabba, responsabile del settore Under 23 e Team Leader azzurro nella trasferta asiatica in Sud Corea e Giappone – abbiamo piazzato tre azzurri nei 15 e Stateff è stato sempre protagonista della gara chiusa al sesto al traguardo. Gare maschile caratterizzata dalla fuga di Van Riel, Hernandez, Barnaby, Schilling e Sharpe, ma Delian ha controllato bene rimanendo sempre davanti al gruppo inseguitore per poi provare la rimonta nella corsa, facendo la volata per il 5° posto con altri quattro ragazzi. Siamo molto contenti e il clima positivo. Molto buona la prova delle ragazze – prosegue Gabba – le due Under 23 Olmo e Steinhauser hanno lottato e si sono ben comportate pur non essendo mai in lotta per il podio, peccato per il nuoto sotto tono della Zane mentre Giorgia Priarone è stata tagliata fuori dalla gara proprio nella prima frazione. L'obiettivo dei ragazzi era quella di chiudere degnamente la stagione per ripartire con la preparazione invernale con il piede giusto e con la giusta carica: si conclude una lunga trasferta con due gare in cui abbiamo dimostrato che il gruppo sta crescendo, l'atmosfera che si respira è quella giusta e il lavoro impostato da Joel Filliol e messo in atto da tutti noi tecnici è buono”.

 

La delegazione azzurra, durante la lunga trasferta asiatica, è stata supportata da Andrea Gabba (Team Leader), Andrea D’Aquino (Coach – Progetto di supporto ai tecnici di Alto Livello) e dal fisioterapista Matteo Santoli.

 

CLASSIFICHE

Uomini

Donne

 

2017 11 04 PHOTO 00000050

2017 11 04 PHOTO 00000048

2017 11 04 PHOTO 00000049

2017 11 04 PHOTO 00000047

DNwS1C4UQAAc9Sd

Fonte Foto ITU - Gabba

Logo Arena