Logo Arena

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Domenica 16 luglio, il giorno della seconda prova del Santini TriO Senigallia con la distanza sprint, la città di Senigallia si è svegliata con un cielo terso, una temperatura perfetta, ma un fortissimo vento che ha reso il mare veramente molto mosso.

Forte la speranza degli oltre 500 iscritti come dell'organizzazione della TriO Events che in mattinata la situazione del mare migliorasse per garantire così il normale svolgimento della gara: purtroppo le condizioni, a ridosso dell'orario di partenza, non hanno permesso di garantire la sicurezza e nemmeno la partenza dalla Capitaneria di Porto dei mezzi di soccorso, rendendo così inevitabile latrasformazione del triathlon in duathlon, con l'annullamento della frazione natatoria.

La notizia, seppure con un filo di tristezza, è stata accolta di buon grado da tutti i partecipanti, consci del fatto che non si potesse fare altrimenti.

Così il Santini TriO Senigallia ha preso il via come da programma alle 10, con il solito clima festoso e divertito che contraddistingue questa tappa del Garmin TriO Series: 2,5 km di corsa, 20 km di ciclismo e 5km di corsa a piedi lungo mare.

La gara femminile ha visto in testa alla prima frazione quattro triatlete: Denise Tappatà (Civitanova Triathlon), Cecilia D'Aniello (TD Rimini), Francesca Ferlazzo (707team) e Laura Gatti (707team) che sono partite insieme dalla T1 per la frazione ciclistica.

"So che il ciclismo è il mio forte" ha detto Cecilia D'Aniello al traguardo "per cui dopo qualche chilometro ho preso il coraggio a due mani e ho comunicato a spingere tentando una fuga".

Fuga che è riuscita benissimo all'atleta del TD Rimini, che è infatti arrivata in T2 con due minuti di vantaggio sul gruppo delle altre tre atlete che hanno cercato di collaborare per riprenderla fino alla fine del percorso ciclistico.

La situazione di gara è rimasta invariata anche nella terza frazione, con la vittoria di Cecilia D'Aniello in 01:09:40 davanti a Francesca Ferlazzo in 01:10:41 e Denise Tappatà che ha conquistato il terzo gradino del podio in 01:10:53

La gara degli uomini ha visto invece un gruppo di testa più compatto formato da 7 atleti tra cui Daniel Hofer (C.S. Carabinieri), Riccardo Mosso e Gianluca Pozzatti (707team), Alessio Fioravanti (Minerva Roma): i ragazzi al contrario delle donne non sono stati collaborativi durante la frazione ciclistica.

"Ho provato qualche fuga per fare selezione" dichiara Mosso "ma non sono stato seguito, così ho desistito e siamo rimasti in gruppo senza collaborare tra di noi. Una volta arrivati in T2 ho visto Daniel Hofer andare ad un ottimo passo e ho cercato il più possibile di stargli dietro, nonostante i suoi scatti e i suoi tentativi di fuga a piedi."
La vittoria di Riccardo Mosso si è infatti decisa a pochi metri dal traguardo con una volata che lo ha portato sul primo gradino del podio in 00:59:04, secondo a soli 9 secondi Daniel Hofer e terzo Gianluca Pozzatti in 59:31

Domani, ore 10.00 al via la gara su distanza sprint e circa 600 atleti pronti a dare il meglio di sé!

Nonostante il continuo ed incessante vento, la festa è continuata con le premiazioni in stile Garmin TriO Series sulla spiaggia di velluto di Senigallia celebrando al meglio i vincitori assoluti come di tutte le categorie!

L'appuntamento è per la tappa finale del circuito con il Kuota TriO Peschiera il 16 e 17 settembre.

#allyouneedistrio

Foto: Marco Bardella

fonte comunicato società organizzatrice

 

santini 2017 premiazioni

santini 2017 premiazioni 2

santini 2017 premiazioni 2

Logo Arena