Logo Arena

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

IMG 6325 min

IMG 6340

Vince la prova maschile della 2^ tappa del Grand Prix Triathlon Italia a Cesenatico l'ungherese Gabor Faldum (PPRTeam), davanti al russo della TD Rimini Vladimir Turbayevskiy ed al portacolori delle Fiamme Azzurre Davide Uccellari,  che si aggiudica il bronzo.
Nella prova femminile, primo gradino del podio per l'azzurra delle Fiamme Oro Annamaria Mazzetti che 'brucia' al traguardo  in uno spettacolare volata finale la francese della società 707, Mathilde Gautier. Terza sul podio la portacolori della DDS Ilaria Zane.

La giornata di gare, organizzata  dalla società TTCesenatico per il secondo anno consecutivo,  si è aperta con condizioni meteo favorevoli, temperatura estiva e sole; alle 13 il via della prova maschile dalla spiaggia, con la frazione dei 750 m a nuoto.
Ad uscire primo dall'acqua l'azzurro portacolori della 707 Luca Facchinetti, seguito dal russo Vladimir Turbayevskiy vincitore della prima tappa del Grand Prix a Triathlon a Sapri e da Nicola Azzano ( The Hurricanes); dietro, ad una manciata di secondi tutti gli altri: Corra', Faldum, Uccellari, Lazzaretto, Fioravanti, De Ponti, Pozzatti...
I 20 km della frazione ciclistica vedono protagonista un unico grande gruppo di circa 40 atleti e dietro, distaccato di circa 30", il gruppo di inseguitori . Collaborazione tra i battistrada, ritmi serrati, ma nessun tentativo di fuga significativo: il folto gruppo ha interpretato la frazione ciclistica senza colpi di scena ed in tanti sono entrati ed usciti insieme dalla T2 per affrontare gli ultimi 5 km a piedi.
Il podio si è giocato tutto nella corsa finale: Faldum, Uccellari e Turbayevskiy sono 'volati' insieme in testa alla gara creando subito un primo determinante gap sugli altri; l' ungherese Faldum ha mostrato di avere più energie ed ha allungato sui due avversari assicurandosi definitivamente la leadership della gara e mantenendola fino al traguardo.
Dietro, in corsa per il podio, Turbayevskyi e l'azzurro Uccellari; a provare ad insidiarli un unico tentativo dell'argentino della società Los Tigres Tellechea, ma poi ripreso e superato nuovamente.
Conferma al traguardo dei 3 protagonisti più veloci della giornata: il vincitore Gabor Faldum primo, con un tempo di 54.05, secondo Vladimir Turbayevskiy in 54.21 terzo Davide Uccellari in 54.23, che mostra di aver recuperato il periodo di infortunio di maggio  scorso che lo ha tenuto purtroppo lontano dalle gare per la gran parte della stagione agonistica.

Alle loro spalle in evidenza in 4^ posizione la sorpresa con il giovane Junior Sergiy Polikarpenko (Aquatica Torino) e 5* Gianluca Pozzatti (707). A chiudere la graduatoria dei primi 10, in  6^
posizione Massimo De Ponti (CS Carabinieri), in 7^ Gonzalo Tellechea,  in  8^ Andrea Secchiero (Fiamme Oro), in 9^ Premysl Svarc (TDRimini) ed in 10^ Nicola Azzano.

Davide Uccellari contento della Medaglia di Bronzo dichiara:

"Sono soddisfatto della mia prova perché ho saputo interpretare una gara non facile, con un grande gruppo per tutta la frazione in bici; sono uscito bene dalla 2^ transizione ed ho fatto anche una buona corsa. Avevo partecipato recentemente a qualche gara dopo l'infortunio, ma non di questo livello: ci tenevo a gareggiare in questo grand prix e a far bene. Ora guardo al finale di stagione con maggiore entusiasmo, la condizione c'è, guardiamo avanti verso i campionati italiani e le ultime World Cup di calendario".

Partita la gara femminile alle 14.30 : Sharon Spimi (POL.Riccioone) esce per prima dalla frazione dei 750 m a nuoto, subito dietro la portacolori della DDS Ilaria Zane, la francese della 707 Mathilde Gautier e la giovane vincitrice della tappa di apertura del Grand Prix a Sapri, Beatrice Mallozzi (Minerva Roma); appena dietro le atlete  della Minerva, Alessandra Tamburri e Michela Pozzuoli e poi Sara Papais (TDRimini); a circa 10 secondi un altro gruppetto di 15 atlete tutte insieme e tra loro l'azzurra delle Fiamme Oro, Annamaria Mazzetti.
Le 4 Gautier, Mallozzi, Spimi e Zane restano per tutta la gara in testa a condurre i 20 km di bike, dietro due gruppi di inseguitrici nel primo giro ricompattatosi in un unico gruppo di 25 atlete che collaborano e riescono a ridurre il gap dalle battistrada fino a 10 secondi dalle leader.
Uscite dalla T2, la gara di corsa vede cambiare lo scenario delle protagoniste: Sharon Spimi 'paga ' un po' e perde di posizioni, mentre la Gautier resta in testa con Zane e provano insieme ad allungare; Mallozzi resiste per il primo giro e mezzo, ma intanto dietro la Mazzetti sa di poter contare sulla sua forte corsa e prende ad accelerare e raggiunge le tre avversarie. Non molla un secondo Annamaria, supera Mallozzi, supera Zane e poi con un testa a testa mozzafiato si ritrova al fianco della francese, che sembra fino agli ultimi metri dal traguardo avere la meglio... Ma la Mazzetti sfodera una grinta da leonessa e 'brucia' letteralmente l'atleta della 707 sulla linea del traguardo agguantando il nastro ed aggiudicandosi una spettacolare vittoria in 1.00.25.
Seconda Mathilde Gautier con 1.00.25 e terza Ilaria Zane con 1.00.34.

La top ten femminile si completa con il 4* posto di Beatrice Mallozzi , 5^ Sara Papais , 6^ Alessandra Tamburri, 7^ Federica Parodi (TDRimini), 8^ Francesca Ferlazzo (707), 9^ Luisa Iogna Prat (DDS) e 10^ Laura Gatti (707).

"Bella gara! Mi sono divertita - dichiara raggiante la vincitrice Annamaria Mazzetti - abbastanza difficile perché in questo momento non sono al pieno della forma e questa cosa la pago soprattutto in acqua. In bici abbiamo collaborato. A piedi all'inizio non pensavo di riuscire a farcela, invece ho visto che stavo bene, non 'calavo' , andavo abbastanza forte ma non riuscivo a prendere Mathilde, quindi ho deciso di aspettare... non so dove ho trovato le energie di passarle letteralmente sotto e superarla!"

Per Ilaria Zane soddisfazione per questo terzo posto: "E' stata una gara d'attacco,  abbiamo cercato di fare selezione e stringere i denti ma la Mazzetti è stata una 'furia' da dietro. Ho lottato fino alla fine per restare nella zona podio, sono soddisfatta di questa 3^ posizione, lo sforzo è stato premiato."


Classifiche complete su: http://bit.ly/2gTTM6S

 

I video degli azzurri sul podio:

 

 

IMG 6260

IMG 6276

IMG 6267 min

IMG 6269 min

IMG 6289 min

IMG 6294 min

IMG 6307

IMG 6308

IMG 6309

IMG 6311

IMG 6314

IMG 6325 1 min

fonte foto FITRI

Logo Arena