Logo Arena

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Il tradizionale triathlon Olimpico di Cesenatico, giunto alla sua quarta edizione, è diventato un duathlon per ragioni di sicurezza causa le condizioni del mare e del maltempo in generale, ma la macchina organizzativa capitanata da Ermanno Fariselli, presidente del sodalizio che fa del Trail e del Triathlon a Cesenatico le ragioni della propria esistenza, ha retto alla perfezione dimostrando una preparazione solida alle incognite.
Via quindi alle ore 10 con un duathlon che misurava 5 km di corsa, 26 km di bici e altri 5 km di corsa. Nonostante il maltempo sono stati ben 400 gli atleti al via che si sono sfidati lungo il viale Carducci di Cesenatico.Il primo a tagliare il traguardo nella frazione maschile è stato l’olimpionico a Londra 2012 e Rio 2016 Davide Uccellari, portacolori delle Fiamme Azzurre, che ha fatto registrare un tempo di 1h10’21’’.
Arrivo in volata nella sfida femminile, che ha visto in 1h23’42’’ Gloria Cisotto, squadra K3 Cremona, soffiare il primo posto per solo un secondo a Roberta Maule del team Pescheria Tri.Un duathlon avvincente fin dalle prime battute, col terzetto maschile composto da Uccelllari, Camporesi e Bianco a spingere più di tutti, restando uniti e staccando pian piano il resto del gruppo nelle varie frazioni. I tre atleti sono rimasti sempre al comando della gara, gestendo le forze e alternandosi nei 26km della frazione in bicicletta. Alla fine Uccellari ha avuto la meglio sui compagni di fuga riuscendo a tagliare per primo il traguardo in piazza A.Costa, staccando di 15’’ Mattia Camporesi (T.D. Rimini) e di 26’’ Giovanni Bianco (T.D. Ravenna); quarto posto per Manuel Biagiotti (Friesian Team), che chiude una gara, condotta per la maggior parte in solitudine, col tempo di 1h13’33’.
 
Gara femminile più combattuta nelle fasi iniziali, con una velocissima Miriam Montuori a volare nel primo cambio in programma. Nella frazione in bici Roberta Maule e Gloria Cisotto si sono riportate sulla testa, andando così a formare un terzetto che si è dato battaglia fino all’ultimo metro.
Negli ultimi 5km di corsa la Cisotto ha sprintato avendo la meglio sulla Maule e la Montuori; quarta classificata la tedesca Renate Forstner in 1h26’12”.
 
(Fonte comunicato società organizzatrice)

Logo Arena