Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Il triathlon è ripartito: quasi 200 ragazzi in gara nell’Aquathlon Kids e Mini sul lago di S. Croce in Alpago

Il triathlon è ripartito. Oggi, sabato 25 luglio 2020, quasi 200 giovani hanno inaugurato l’era post Covid. L’Aquathlon Kids e Mini riporta così la triplice in attività e lancia il weekend di sport sul lago di Santa Croce, in Alpago (BL). Domani, domenica 26 luglio, si torna a gareggiare con il paratriathlon (prima tappa Circuito IPS) e la Triathlon Sprint Gold Silca Cup (prima tappa della Sgambaro Triathlon Challenge 2020).
 
In attesa del via ufficiale, è stato tributato un lungo applauso a Silca Ultralite Vittorio Veneto, società guidata dal presidente Aldo Zanetti, che - sostenuto dall’amministrazione comunale di Alpago e dalla Federazione Italiana Triathlon - ha fortemente voluto questa manifestazione. L’evento di oggi e domani, insieme alle contemporanee gare di Arona e Piacenza, segna la ripresa agonistica del triathlon, non solo a livello italiano, ma anche europeo e mondiale.
 
Una prima volta densa di emozioni. Quelle dei più piccoli in gara, ma anche quelle dei tecnici, degli accompagnatori, degli organizzatori, dei volontari. E poi lei, la prima concorrente ad entrare in acquaGinevra Soldi di Bologna, minicucciola bolognese di 7 anni (in gara anche il gemello Giacomo) che insieme a mamma Chiara e papà Francesco (triathleta) è arrivata in terra bellunese per una visita ad amici. “Ero tanta emozionata, era la prima gara di aquathlon, ne ho fatta una di duathlon lo scorso anno – racconta la piccola di 7 anni appena dopo aver tagliato il traguardo – il triathlon mi piace perché posso nuotare, andare in bicicletta e correre. In pratica, mi diverto più degli altri perché faccio più sport in una volta sola”. Una gara decisamente particolare questa, perché la prima dopo il lockdown per l’emergenza sanitaria del coronavirus e con una serie di nuove normative previste dal protocollo anticovid. Non più partenze di gruppo, ma a cronometro, un atleta ogni 30 secondi. Zona cambio diradata e con spazi più ampi. Mascherina da indossare all’arrivo, gel igienizzante. Nessuna classifica, ma solo un “registro” con i tempi e una medaglia per tutti. La gioia di questi bambini e ragazzi nel tagliare nuovamente il traguardo dopo tanto tempo è stata davvero impagabile. E il divertimento assicurato per questi piccoli atleti che sono ritornati (arrivando da tutt’Italia, anche dalla Sicilia) a fare quello che a loro piace di più, il triathlon. Come da regolamento gara inoltre, la temperatura dell’acqua a 21° non ha consentito le tre classiche frazioni, ma ha rimodulato la gara su due frazioni, di nuoto e corsa a piedi con distanze diverse a seconda delle categorie.
 
Presente anche Michele Gazzola, Amministratore Delegato di Silca SpA, che ha trascorso una mattinata al fianco dello staff, toccando con mano il lavoro dei volontari e l’impegno di tutti i collaboratori nella gestione di un evento che sarà preso ad esempio da altre società, a livello nazionale, ma anche europeo e mondiale, per organizzare altre gare di triathlon nell’epoca post covid. Ai suoi figli, Pietro e Felix, ha fatto vivere l’esperienza di “volontari”: hanno consegnato le mascherine agli atleti nel post arrivo e aiutato durante il cerimoniale. “È bellissimo essere qui oggi con questo splendido lago a vista – ha commentato Gazzola – credo sia fondamentale ripartire, il senso è quello di prepararsi, attrezzarsi. Anche con le mascherine, anche misurando la temperatura, in piena sicurezza, possiamo ripartire. Lo sport fa la differenza nel formare le persone e dunque, l’impegno di Silca SpA nei confronti dello sport, contribuisce di pari passo ad una futura società migliore. Nel fare impresa avere in mente questi valori è altrettanto importante. La multidisciplinarietà del triathlon allena la sensibilità al cambio di elemento, alla rapidità nel farlo, all’eccletticità, doti fondamentali nella vita e nel lavoro. E farlo, imparando la flessibilità e l’agilità tra gli elementi da piccoli, è ancor meglio”.
 
L’emozione è anche quella dell’assessore al turismo di Alpago, Federico Costa. “Che grande gioia vedere il lago colorato dai body di questi giovanissimi atleti che sono arrivati da tutt’Italia – ha affermato Costa – non è semplice organizzare oggi un evento di tale portata, con tutte le restrizioni per la sicurezza anticovid, ma siamo convinti che ripartire con lo sport sia un messaggio di speranza, di voglia di andare avanti, di ripartenza per tutti, un passo per il ritorno alla normalità”.
 
Domani, domenica 26 luglio, alle ore 8.00 ci sarà il via della gara di paratriathlon, a cui seguirà la Triathlon Sprint Gold Silca Cup, con alle 9.00 lo start delle donne e alle 10.45 quello degli uomini. Le partenze saranno con il sistema rolling start, massimo 5 atleti ogni 10 secondi. La frazione di nuoto prevede un giro unico di 750 metri, la frazione di ciclismo (che sarà no draft, senza scia) prevede due giri da 10 km per un totale di 20 km, mentre il percorso della frazione di corsa è stato modificato realizzando un unico giro che eviterà andata e ritorno sulla medesima strada e che si svilupperà all’interno dell’oasi naturalistica del lago di Santa Croce, con passaggio in via Matteotti e via delle Segherie (percorso piatto con 40 % di sterrato battuto e 60 % di asfalto). Cinquanta metri prima dell’arrivo ci saranno due corsie distanziate di un metro. Previsti due ristori con prodotti sigillati. Ovviamente, anche per gli atleti, una volta giunti al traguardo, valgono le regole sull’uso della mascherina (che verrà consegnata agli atleti sul traguardo proprio dai volontari dell’organizzazione), obbligatoria nei locali chiusi, in zona cambio e appunto post arrivo, del distanziamento sociale di un metro e il divieto di assembramenti.
 
Sul fronte della viabilità, domani, domenica 26 luglio, è prevista l’interruzione del traffico veicolare:
- Da Via del Lago a Loc. Poiatte (Parcheggio Bar da Fortunato) dalle ore 8.00 alle ore 9.00. Sarà consentito accedere a Loc. Poiatte solamente da SS51 (Fadalto) 
- Da Via del Lago a SP423 dalle ore 9.00 alle ore 10.15 
- Da Via del Lago a SP423 dalle ore 10.45 alle ore 12.15 
Riapertura traffico veicolare dalle 10.15 alle ore 10.45 e dopo le ore 12.15.
Gli orari sono da intendersi indicativi, l'Organizzazione in collaborazione con gli organi di Pubblica Sicurezza effettueranno le chiusure e le riaperture a seconda dello svolgimento della gara.
L’accesso a Farra d'Alpago sarà sempre garantito da Loc. Bastia. Presso intersezione SP423 e SS51 (loc. Fadalto) sarà presente personale dell'organizzazione che darà indicazioni se possibile il transito o se accedere da Loc. Bastia.

Per informazioni visitare il sito internet www.silcaultralite.it

 

 

(fonte: comunicato stampa Silca Ultralite - foto: IO+STUDIO)