Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Il maltempo non ferma Hardskin TriO Senigallia: superata per i 1.000 triatleti la prova duathlon

Neanche il maltempo che ha imperversato nel weekend ha arrestato la carica dei 1.000 triatleti provenienti da tutta Italia di Hardskin TriO Senigallia. La località marchigiana è tornata ad accogliere sabato 17 e domenica 18 luglio gli appassionati della triplice, grazie alla collaborazione tra Comune di Senigallia, TriO Events e DEEJAY XMASTERS, che hanno però dovuto affrontare un cambio di programma dettato dalle avverse condizioni meteomarine.

Con l’abolizione della frazione di nuoto, le competizioni sono state trasformate in duathlon. Sabato, in sostituzione dell’Olimpico, i partecipanti sono stati impegnati su un tracciato comprendente 5 km di corsa, 40 km di bici e 5 km di corsa, reso comunque ostico dal forte vento e dalla perturbazione piovosa. Ad affermarsi, tra gli uomini, Stefano Micotti (DDS 7MP Triathlon Team) in 1h38’53’’, in rimonta sull’infortunato Davide Uccellari (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre) in 1h40’07’’ e Marco Corti (ASD Zerotrenta Triathlon) in 1h40’09’’. Al femminile vince Lilli Gelmini (707 Team) in 1h52’22’’ su Sara Savoia (SSD Triathlon & Training) in 1h54’45’’ e Nicole Malpezzi (ASD Triathlon Pavese) in 1h59’08’’.

“Con Uccellari abbiamo affrontato insieme la frazione bici – commenta il piemontese Stefano Micotti - facendoci da riferimento e cercando di spingere il più possibile nella parte in salita per acquisire margine, visto il maltempo, e affrontare meglio la discesa. Purtroppo su un rettilineo è arrivata una folata di vento che lo ha fatto scivolare e non sono riuscito a schivarlo. Ho proseguito, senza spingere troppo, cercando come prima cosa di sincerarmi delle sue condizioni”.

“Conosco bene il percorso – dichiara la veronese Lilli Gelmini - perché ho già gareggiato qui nel 2019 e ho fatto anche una ricognizione preventiva viste le previsioni meteo non ottimali. Sapevo dove poter staccare le mie avversarie nel caso non avessi preso margine durante la prima frazione. Ci tenevo molto a vincere Hardskin TriO Senigallia, che si colloca nell'ambito di tre settimane intense di preparazione”. 

La due giorni, accolta all’interno dell’action sport & music show DEEJAY XMASTERS, è proseguita domenica con un tracciato, in sostituzione dello Sprint, strutturato in 5 km di corsa, 20 km in bici e 2.5 km di corsa. Con una volata sul finale, Valerio Cattabriga (ASD Minerva Roma) in 56’08’’ strappa la doppietta a Stefano Micotti (DDS 7MP Triathlon Team), arrivato con il tempo di 56’12’’, seguito nuovamente da Marco Corti (ASD Zerotrenta Triathlon) in 56’22’’. Tra le donne, sul gradino più alto del podio, Elena Maria Petrini (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre) in 1h04’59’’, che ha la meglio su Alessandra Tamburri (ASD Minerva Roma) in 1h05’21’’ e Maria Chiara Cortesi (Valdigne Triathlon) in 1h07’50’’.

“Nonostante la partenza in seconda batteria – dichiara il romano Valerio Cattabriga – abbiamo collaborato molto nella frazione bici riuscendo così a riagganciare il gruppo dei primi negli ultimi 5 km. Per vincere sapevo di dover tenere testa a Micotti. Avessimo disputato un triathlon avrei perso la volata o comunque avrei avuto una mentalità diversa, ma oggi con un vantaggio di 6 secondi è stato più semplice”.

“Visto il vento forte e il lungo periodo di competizioni con le norme anti-covid – afferma l’umbra Elena Maria Petrini – è stata importante la collaborazione in bici con Tamburri, anche per riabituarci alla scia in vista dei futuri appuntamenti. Sul segmento di corsa finale nessuna delle due però voleva mollare! Ringrazio tutte le persone che ci hanno incitato e applaudito col sorriso sul lungomare”.

 

(fonte: comunicato stampa società organizzatrice)