Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Adeguamenti al Regolamento Tecnico


Ad integrazione di quanto già pubblicato e spiegato relativamente al Regolamento Tecnico stagione 2011, si comunica che con delibera presidenziale, è stato modificato il Regolamento per le seguenti sezioni:

Amatori: Fermo restando quanto già deciso in merito, viene data la possibilità di partecipare alle gare di Sprint con tesseramento amatoriale, a condizione che sia presentato - al momento del tesseramento - il Certificato Medico Agonistico. Si ricorda che la responsabilità e la tenuta del certificato è della Società Sportiva che tessera l'atleta.

Staffette Promozionali: I Tesserati del settore Amatori potranno partecipare alle staffette promozionali (quelle in cui un atleta copre un solo segmento di gara) di qualsiasi distanza superiore al SuperSprint, a condizione che il tesseramento sia stato effettuato con la presentazione del Certificato Medico Agonistico. Anche in questo caso la responsabilità è esclusivamente della Società che ha effettuato il tesseramento.

Ambulanze per le gare Giovanili: Fermo restando che per tutte le manifestazioni sportive, ivi comprese le gare giovanili, il numero minimo di Ambulanze è due, è stato deciso che per gli eventi di Coppa Primavera e simili, ovvero quegli eventi non configurati come gara, è sufficiente un'Ambulanza a condizione che sia stato allertato il più vicino presidio medico.

Reclami e Ricorsi: per mero errore è stato omesso l'articolo relativo ai Reclami.

Pertanto l'esatta formulazione del testo è la seguente:

Art. 21 Reclami

01) I reclami relativi ad una squalifica subita sul campo di gara dovranno essere presentati in forma scritta e accompagnati dalla tassa di deposito di 50,00 Euro, (25,00 per atleti under 19) al Giudice Arbitro dall'atleta interessato, se maggiorenne, o da un rappresentante della società (dirigente e/o tecnico tesserato) di appartenenza dell'atleta, entro il termine massimo di 30 minuti dall'esposizione dell'elenco degli squalificati. Il provvedimento adottato dal Giudice Arbitro viene formalmente "comunicato" al reclamante che controfirma in calce il relativo modulo, apponendo l'ora.

Art 22 Ricorsi

02) I ricorsi avverso un provvedimento di rigetto del reclamo a una squalifica subita sul campo di gara, in tutte le manifestazioni, dovranno essere presentati in forma scritta e accompagnati dalla tassa di deposito di 100,00 Euro (70,00 per atleti under 19) alla Giuria d'Appello presente sul campo, entro 30 minuti dalla comunicazione del rigetto del reclamo.

03) La giuria d'appello è costituita prima del via della gara dal Delegato Tecnico, e se non presente dal Giudice Arbitro, da un Rappresentante Federale e da un Responsabile di Società regolarmente tesserato estratto a sorte fra le società partecipanti alla gara. Si dovrà prevedere la nomina del supplente qualora il rappresentante della società inizialmente definito sia coinvolto nel ricorso.

04) Qualora non sia presente un rappresentate federale al suo posto subentra un dirigente della società organizzatrice.

05) La decisione della Giuria d'Appello è inappellabile e pertanto definitiva.

Tutte le modifiche hanno effetto immediato, ed il Testo del Regolamento Tecnico presente sul Sito Federale verrà aggiornato appena possibile.