Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

2015, ecco il Paratriathlon: Italian Paratriathlon Series e Linee Guida, l’attività del settore per la nuova stagione

images/PARATRIATHLON/paratriathlon_foto.jpg

riccione2014

 

Il Paratriathlon prosegue con il suo lungo ed articolato percorso programmatico, un cammino per la stagione 2015 che, come lo scorso anno, vede il settore impegnato sui due principali obiettivi istituzionali, promozione e paralimpiadi: il primo, la promozione, si sviluppa attraverso l’attività di base, il ‘reclutamento’ e l’organizzazione di eventi ad hoc; il secondo, le paralimpiadi, fissa sui Giochi di Rio 2016 e sugli eventi internazionali di spicco, il cui focus è rivolto alle qualificazioni ed ai risultati importanti.

Sulle Linee Guida Paratriathlon per la stagione 2015, è il DT Simone Biava che sottolinea gli appuntamenti agonistici importanti della stagione, le scadenze ed obiettivi delle diverse categorie e l’opportunità per coloro che volessero e che rientrassero nei requisiti indicati da ITU, di avanzare la richiesta di partecipazione ad eventi internazionali: “Credo sia di fondamentale importanza per ogni atleta poter ambire a palcoscenici internazionali, darsi degli obiettivi importanti, non solo nelle world paratriathlon event ma anche in altre specialità ITU, due delle quali tra l’altro, saranno in Italia: i Campionati Europei Challenge Half Distance di Rimini e il Mondiale di x-cross a Orosei. Vorrei dire agli atleti, che non sono competitivi nelle distanze sprint – fa presente il DT Biava - di provare strade nuove, di iniziare nuove avvincenti sfide. La gara ‘regina’ in Italia per il nostro settore, resterà l’appuntamento ITU world event di Iseo, lo scorso anno ha visto partecipare e ben figurare 12 atleti italiani, mi auguro di vedere anche per il 2015 una nutrita compagine azzurra al via della gara di casa. Per quanto riguarda il percorso dei Probabili Olimpici e degli atleti che ambiscono alla qualifica di Rio 2016, sarà molto impegnativa sia per il livello tecnico raggiunto nelle gare internazionali, sia per l’esiguo numero di atleti che si potranno qualificare solo 30 per genere”.

E se da una parte prosegue l’attività di vertice, altrettanta importanza ed attenzione viene riservata nei confronti della promozione: “Abbiamo fortemente voluto una consistente e qualificata attività agonistica italiana IPS – Italian Paratriathlon Series - perché è la piattaforma su cui deve essere sviluppata l’intera attività di base, spero in un prossimo futuro possano partecipare paratriathleti stranieri per innalzare il livello tecnico” – conclude il DT Biava.

Ed infatti, la programmazione del Paratriathlon prende vita anche quest’anno, dai contenuti e dalle iniziative del progetto IPS, di cui ci spiega i principali contenuti il project manager del settore, Neil McLeod:

“Inaugurato lo scorso anno, l’Italian Paratriathlon Series si ripresenta per il 2015 con un circuito di 7 eventi in 4 regioni d’ Italia, completamente dedicati al Paratriathlon. Il Circuito si affianca ad importanti eventi del Calendario italiano di triathlon offrendo ai paratriatleti eventi di alta qualità e cornici di pubblico importanti. Inoltre la possibilità che atleti disabili e normodotati si possano confrontare sugli stessi percorsi ha un forte significato di integrazione ed uguaglianza sostanziale, pilastri fondanti dell’attività di promozione federale. Il ringraziamento va ai comitati organizzatori che, recependo i valori e le potenzialità delle disciplina, hanno inteso mettere a disposizione anche quest’anno le proprie energie a favore del Paratriathlon. La crescita nel numero degli eventi e degli atleti che si avvicinano alla disciplina sono riscontro concreto dell’efficacia dell’attività di promozione e sviluppo intrapresa dalla Federazione. Sempre più società, infatti, stanno accogliendo atleti paralimpici tra le loro fila, integrandoli pienamente nell’attività societaria. Per ricompensare tale impegno, da quest’anno la partecipazione alle gare IPS darà punteggi validi ai fini del Campionato di Società nonché darà diritto a partecipare ad una speciale classifica delle società che svolgono attività paralimpica che verrà ricompensata con un montepremi in denaro. A completare l’IPS vi è la riconferma per quest’anno del World Paratriathlon Event Iseo – Franciacorta, tappa di Coppa del mondo del paratriathlon che assegnerà punti fondamentali per la qualificazione a Rio2016. La gara, che l’anno scorso è stata pubblicamente riconosciuta dall’ITU come la migliore del circuito mondiale e indicata come esempio di cooperazione tra federazione nazionale e comitato organizzatore, prenderà il via nuovamente il 18 luglio 2015, pronta nuovamente ad incantare gli atleti ed il numeroso pubblico che assisterà alla gara”.

L’attività agonistica continuerà ad essere accompagnata dall’attività di formazione ed informazione sia in occasione delle gare che in altri eventi che saranno pubblicizzati sui canali federali.

Calendario IPS
8/3 Romano di Lombardia Duathlon supersprint
23/5 C.I. Rimini triathlon sprint
14/06 Policastro triathlon supersprint
23/8 Lovere aquathlon sprint
6/9 Mergozzo triathlon supersprint
12/9 Lido delle Nazioni triathlon supersprint
3/10 Riccione Grand Final triathlon supersprint

 

 

gruppo paratriathlon