Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Europei Paratriathlon: Oro Rita Cuccuru, Bronzo Michele Ferrarin e Giovanni Achenza

images/2015/foto_news/ITU_ETU/2015_Ginevra/5D3_1008.jpg

5D3 1041

Ancora medaglie per il ParaTriathlon azzurro, questa volta negli Europei disputati oggi a Ginevra (SUI)  nella seconda parte della giornata, dopo le gare Age Group. E non deludono mai la portacolori della Sport Abili Alba, Rita Cuccuru che si aggiudica la medaglia d’oro nella sua categoria PT1, così come Michele Ferrarin (G.S.Fiamme Oro), Bronzo continentale nella sempre più competitiva e nutrita categoria PT2 e Giovanni Achenza (Sport Abili Alba), anche lui medaglia di Bronzo nella categoria PT1. Gare molto dure per gli azzurri, rese ancora più difficili dal caldo che via via nell’arco della giornata è aumentato: 8° posto per Manuel Marson (CSS) con la guida Pierluigi Senor (CUS Torino) nella categoria PT5 e  9° posto per Giovanni Sasso (Cicliscotto – ctg.PT2) .

“Molto soddisfatta della mia prova di nuoto – ci dice al traguardo una ‘solare’ Rita Cuccuru – ho avuto ottime sensazioni, una prova difficile con percorso duro e molto contenta della mia prestazione, devo comunque ancora lavorare parecchio, soprattutto abituarmi ad usare al meglio la mia nuova wheelchair” – conclude Rita con il suo solito spirito ‘combattivo’.

Per Michele Ferrarin il bilancio rivolge l’attenzione soprattutto alla crescita numerica e di livello tecnico della sua categoria: “E’ un Bronzo che ha un valore elevato visti gli avversari, il loro spessore che mese dopo mese avanza in vista di Rio, dobbiamo continuare a lavorare molto, oggi è stata una gara davvero dura e rispetto già alla passata stagione, le prestazioni sono salite da parte di tutti i concorrenti. Rio si avvicina, ci aspettano mesi in cui non dobbiamo mollare mai e guardare ad una preparazione meticolosa, felice comunque di Bronzo europeo” – conclude il paratriatleta azzurro.

E per Giovanni Achenza una gara in cui ha sofferto molto, ha dato tutto e si è aggiudicato la sua ennesima medaglia.

Per il DT Simone Biava è stata una gara europea che ha portato tre medaglie che parlano di un settore sempre ‘prolifico’: “Sono stati bravi, tutti, i tempi realizzati e le prestazioni tecniche offerte dagli atleti testimoniano della ‘buona salute’ del paratriathlon italiano, archiviamo oggi questo appuntamento europeo con un ulteriore bottino di medaglie e guardiamo già al prossimo appuntamento, quello ad Iseo con il World Paratriathlon Event che apre il nuovo anno di qualificazione paralimpica”.

1DN 0662

/>