Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Alessandro Carvani Minetti tenta il record dell'ora

images/PARATRIATHLON/FOTO_CARVANI_MINETTI.jpg

 del 2688 medium


Sabato 28 novembre 2015 Alessandro Carvani Minetti, sportivo e paratleta della nazionale italiana, tenta il Record dell’Ora di ciclismo su pista presso il velodromo di Montichiari (BS) nella categoria M-C3.
L’atleta pavese classe 1978, dopo l’incidente in motocicletta del 2003 che gli ha causato una grave invalidità agli arti superiori, corre su una normale bicicletta da corsa con un sostegno per il busto e speciali leve per i freni e per il cambio, azionabili con il mento e il ginocchio.
Dopo l’Argento agli Europei di Paraduathlon (categoria Pt2) di Alcobendas (Madrid) nel maggio 2015, si laurea Campione del Mondo di Paraduathlon (Pt2) ai Mondiali di Adelaide (Australia) nell’ottobre 2015. L’obiettivo ora è coronare una grande stagione con il Record. Primato di riferimento è quello stabilito dal paratleta Alessandro Grassi, detentore del primato di categoria M-C2, con la distanza di 34km e 157 metri, ottenuto il 25 settembre 2004 sulla pista del velodromo di San Vincenzo (Livorno). «La passione per lo sport mi ha portato a misurarmi continuamente, giorno dopo giorno, con quello che io chiamo “il mio non-limite” - sono le parole di Ale - e iI Record ora è il nuovo obiettivo: l’idea è nata più di un anno fa, abbiamo programmato nuovi allenamenti, nuova dieta e affrontato un duro calendario di gare di qualificazione. Ora siamo pronti».

logo PARATRIATHLON per newsAd assisterlo e guidarlo nell’impresa, l’amico e allenatore Paolo Marchetti, che di questa esperienza farà l’oggetto della sua tesi al Corso di Laurea in Scienze Motorie all’Università di Pavia. Per il Record, Ale ha fatto realizzare una gemella di «Bice» (questo il nome che Ale ha dato alla sua bicicletta), con il sostegno per il busto un poco più inclinato per mantenere la posizione aerodinamica, ma a scatto fisso, senza cambio e senza freni, con ruota posteriore lenticolare. Per il 28 novembre a Montichiari, in una serata condotta da Fabio Tavelli di Sky Sport, ci sarà anche un apripista d’eccezione: Andrea Devicenzi, paratleta di Cremona, bronzo agli Europei di Triathlon nel 2012 e Argento ai Mondiali nel 2013, noto per le sue imprese di ciclismo sempre al limite, come il Raid in India del 2010 e la Parigi-Brest-Parigi. Al Record dell’Ora di Ale è dedicato il sito internet Tutto in sessanta minuti (www.alerecord.it).

Main partner del progetto sportivo è Fineco. Partner: Echo arte e comunicazione, Tecnomax Due, CNA, Le Fracce. Sponsor tecnici: Raschiani Team, Frugeri, WTB. Con il patrocinio di: Comune di Pavia, Università degli Studi di Pavia.

Alessandro Carvani Minetti nasce nel 1978. Fin da giovanissimo pratica diversi sport, tra cui il canottaggio. Nel 2003 un grave incidente in moto gli provoca lesioni al plesso brachiale, causandogli una grave invalidità agli arti superiori. Dopo la riabilitazione, riprende a praticare sport: nuoto, corsa e ciclismo sulla sua speciale bicicletta. Entra a far parte del Raschiani Triathlon Pavese, pratica il duathlon e il triathlon. Dal 2011 è paratleta della Nazionale Italiana. Laureato in Geologia, attualmente lavora presso uno studio commercialista, è indipendente, guida l’auto e vive da solo.

Racconta spesso la sua esperienza di disabilità nelle scuole e della sua vita «piena e normale» sul blog www.alessandrocarvaniminetti.it

#alecorripernoi #alerecord | www.alerecord.it