Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Raduno Paratriathlon a Trapani: il resoconto

images/2018/paratriathlon/raduno_trapani/raduno_paratri_trapani_2018_4_.JPG

raduno paratri trapani 2018 2

 

Si è svolto a Trapani dal 5 al 14 gennaio il primo raduno stagionale del settore Paratriathlon. Un raduno cercato e voluto al Sud a conclusione di una serie di appuntamenti tecnici di programmazione della stagione 2018 iniziati a Gorgonzola per gli Atleti del centro nord, proseguiti poi con una due giorni a Roma e terminati in questo inizio 2018 a Trapani, casa e sede di allenamento dell’atleta Maurizio Romeo (categoria PTVI - PPR TEAM) che lo scorso anno dopo un assenza di due anni dai campi gara ha ottenuto prestazioni di rilievo sia in ambito italiano che internazionale grazie anche al supporto della sua guida Ennio Salerno, siciliano di Augusta (SR). Sulla scelta della Sicilia ha influito in maniera determinate anche il clima mite che anche durante i mesi invernali offre la possibilità di allenarsi a 15 gradi.

Nel raduno di Trapani è stato l’ambiente quotidiano di allenamento di Maurizio e le relative strutture a suo supporto oltre a perseguire l'obiettivo di aumentare e consolidare il feeling con la sua guida in vista degli imminenti appuntamenti agonistici: a febbraio, infatti, lo vedranno già impegnato in ambito internazionale.

Per tutto il blocco di lavoro programmato in Sicilia, si è allenato con Maurizio anche  Manuel Marson (categoria PTVI  - CSS Triathlon Verona), anch'egli con disabilità visive, accompagnato dalla guida Alessio Marciano. Il lavoro è stato incentrato sul ciclismo per colmare il gap che questa categoria paga nel quotidiano quando è più difficile trovare guide disponibili che escono in tandem con gli atleti, ma non sono stati trascurati nuoto e corsa: sono stati dedicati momenti specifici alla simulazione del nuoto in acque libere, dove guida e atleta sono legati da un cordino, oltre che allenamenti per entrambe le transizioni che devono sempre essere svolte da entrambi gli atleti in contemporanea e con molto sincronismo.

Il bilancio del raduno evidenzia come i ragazzi abbiano svolto un ottimo lavoro supportati anche dai tecnici, oltre che aver dimostrato un buon stato di forma chiudendo il raduno in netta crescita. Lo staff tecnico composto da Mattia Cambi e Diego De Francesco ha tracciato le linee guida per la crescita costante dei due atleti in questione, fornendo feedback e preziosi consigli per il lavoro dei prossimi mesi.

Doverosi ringraziamenti vanno a Leo Vona, che ha guidato gli azzurri in questa esperienza mettendosi a disposizione e a supporto del team presente a Trapani, e ad Aquarius, società di gestione dell’impianto natatorio di Trapani che ha ospitato la squadra durante gli allenamenti del raduno.

 

raduno paratri trapani 2018 6

raduno paratri trapani 2018 5

raduno paratri trapani2018 1

raduno paratri trapani 2018 7