Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Tempo di gare italiane per i Paratriathleti italiani in vista delle selezioni per i Mondiali 2013 di Londra


I paratriathleti sono stati impegnati nell'ambito dell'edizione numero 8 del Campus Triathlon Sprint organizzato dal CUS Parma e del quinto Hyppo Kampos Triathlon

A Parma ottima l'idea di creare una batteria riservata direttamente ai nostri atleti, batteria che in piscina ha anticipato di poco le partenze dei competitori normodotati. Questa formula ha fatto si che l'intera gara si sia svolta tra l'interesse generale, con centinaia di persone pronte ad applaudire e a seguire con ammirazione tutti gli atleti paralimpici presenti.

La prova, per la cronaca, è stata vinta da un brillante Michele Ferrarin in 1:02:27. L'atleta veronese, recente oro nei Tri3 ai recenti Campionati Europei in Turchia, si è testato al meglio nella frazione di corsa ottenendo ottime sensazioni.

Secondo tempo finale ( 1:07:32 ) per il Tri5 Alessandro Colombo che si è distinto per la "solita" media superiore ai 40 km/h nella frazione in bici.

Terzo tempo per il debuttante Manuel Marson. Il giovane ipovedente veronese, magistralmente condotto dalla guida Alessandro Burato, ha svolto una gara lineare chiudendo nel tempo di 1:11:29.

Bene anche gli altri due atleti non vedenti presenti ai nastri di partenza. Matteo Fanchini ha recuperato con una buonissima corsa il ritardo accumulato nella frazione di nuoto, mentre Fabio Andrei ha fatto della regolarità, in tutte e tre le frazioni, il suo punto forte, dichiarandosi però non soddisfatto della prova a piedi disputata.

Una citazione particolare per gli ultimi due atleti che hanno tagliato il traguardo.

Il tenace Tri2 Andrea Devicenzi ha chiuso in 1:19:45, dimostrando ancora una volta con i tempi di essere atleta di riferimento della sua categoria in ambito europeo, mentre il "ragazzino" Alessandro Carvani Minetti, dopo aver sofferto in piscina (dove si è comunque guadagnato una autentica ovazione da parte del folto pubblico al termine della sua prova) ha brillantemente recuperato nelle successive frazioni, prima guidato sul tandem dal suo presidente, l'attivissimo Andrea Libanore, e poi correndo con un'ottima media nella conclusiva frazione di corsa.

A CastelVolturno, nella gara organizzata da Neil Mac Leod nella splendida cornice dell'Hyppo Kampos Resort, è tornato in gara Gianni Sasso che nonostante un campo gara reso difficile da un violento acquazzone ha fatto segnare un ulteriore miglioramento nella frazione natatoria ed in quella ciclistica. Dietro di lui Juri Fiori (TRI3), pallanuotista e Luigi Zanetti (TRI4), proveniente dal Paracycling , nel loro importante esordio sulla multi disciplina. Yuri, giovanissimo, h colpito per l'ottima frazione di corsa disputata mentre Luigi non è riuscito ad esprimersi al meglio a causa di una foratura che lo ha costretto ad un rientro scalzo in zona cambio stile Ironman

Ora, per la maggior parte di questi atleti, l'appuntamento con il pubblico del triathlon e con quanti sono interessati a conoscere questa disciplina, sarà a Lecco domenica 21 luglio. (M.B; NML)

foto di Parma