Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Sviluppo Italia: a Baratti (3-5 maggio) prende il via il Programma

images/2021/FOTO/Varie_News/medium/partenza_tuffo.jpg

In un contesto di eccellenza, in Italia, e con la stagione internazionale che si appresta a ripartire, si svolgerà a Baratti, dal 3 al 5 maggio, il primo appuntamento ufficiale del Progetto Sviluppo Italia. Un primo raduno all’insegna del lavoro di squadra che coinvolge gli atleti e i tecnici societari con l’intento di definire gli aspetti metodologici e relazionali con lo staff tecnico federale, fondati sull’intento di concorrere alla crescita degli atleti stessi.

Durante il raduno, verranno svolte sessioni di allenamento personalizzate con gli obiettivi di tutelare la pianificazione individuale e nel contempo garantire l’osservazione, da parte dello staff tecnico, della condizione degli atleti presenti; inoltre, sarà organizzato un incontro con l’area medica federale coordinata dal Dott. Alessandro Corsini (presente a Baratti) al fine di illustrare al gruppo di lavoro alcuni aspetti sanitari.

“Questo appuntamento rappresenta l’avvio di nuovo percorso che durerà tutto il quadriennio - spiega Andrea Gabba, Direttore Tecnico del Programma Sviluppo Italia - La Federazione vuole investire molto su questi atleti, coloro che ambiscono all’alto livello, in un’ottica di lavoro di squadra e di collaborazione con le società e i gruppi di lavoro. A Baratti, trasmetteremo la filosofia del progetto a lungo termine, ma, visto che la stagione internazionale sta ripartendo, daremo concrete indicazioni sugli imminenti appuntamenti agonistici. Oltre al lavoro di squadra, è fondamentare recuperare valori di responsabilità e di forte senso di appartenenza alla Squadra Nazionale”.

“Il primo appuntamento per il progetto Sviluppo Italia sarà il kick-off stagionale per atleti e tecnici - sottolinea Simone Biava, Direttore Sportivo della Federazione - Il progetto Sviluppo Italia rappresenta un piano strategico per la Federazione perché rivolto ad atleti che ci auguriamo siano protagonisti nei prossimi anni: non dimentichiamoci che siamo già nel quadriennio che ci porterà verso Parigi 2024. Nonostante gli imminenti Giochi Olimpici di Tokyo, abbiamo la necessità di iniziare in parallelo un serrato lavoro di sviluppo. Al camp abbiamo voluto fortemente la presenza dei tecnici personali degli atleti che assieme alle società rappresentano gli anelli di una catena indissolubile per assicurare un percorso di crescita ai nostri atleti”.

Su indicazione del Direttore Tecnico Programma Sviluppo Italia, Andrea Gabba sono stati convocati i seguenti atleti: Costanza Arpinelli (Fiamme Azzurre), Chiara Cocchi (T.D. Rimini), Francesca Crestani (Tri Schio), Chiara Lobba (Tri Schio), Asia Mercatelli (Raschiani Triathlon Pavese), Carlotta Missaglia (Valdigne Triathlon), Bianca Seregni (DDS), Samuele Angelini (Fiamme Oro), Nicola Azzano (Carabinieri), Diego Boraschi (Torrino Triathlon Team), Michele Bortolamedi (K3), Riccardo Brighi (Cus Parma), Alessio Crociani (Fiamme Azzurre), Davide Ingrillì (Raschiani Triathlon Pavese), Federico Pagotto (Cus Pro Patria Milano), Sergiy Polikarpenko (Aquatica Torino), Giulio Soldati (T.D. Rimini), Federico Spinazzè (Silca Ultralite), Nicolò Strada (Raschiani Triathlon Pavese) e Federico Zamò (DDS).

Durante il raduno, gli atleti saranno supportati dal seguente staff: Simone Biava (Direttore Sportivo), Andrea Gabba (Direttore Tecnico Programma Sviluppo Italia), Sergio Contin (Coordinatore Programma Sviluppo Italia), Martino Colosi (Tecnico Programma Sviluppo Italia), Luca Facchinetti (Tecnico attività giovanile), Alessandro Corsini (Medico federale).
Inoltre, sono stati invitati i seguenti tecnici societari: Massimo Strada (Raschiani Triathlon Pavese), Umberto Missaglia (Life Lab), Simone Diamantini (DDS), Federico Angelini (Fiamme Oro) e Massimiliano Biribò (Fiamme Azzurre).

 

 

(foto: archivio FITRI 2020)