Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Premiati gli olimpionici delle Fiamme Azzurre, rappresentato anche il Triathlon con Cortassa e Bonin


(comunicato stampa) Si è svolta ieri a Roma, presso l'Aula Magna della Scuola di Formazione di Via di Brava, la Festa del Corpo di Polizia penitenziaria nel 191° Anniversario della Fondazione. Nel corso delle celebrazioni, alle quali hanno preso parte le più alte Autorità dello Stato, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano - alla presenza del Capo dell’Amministrazione penitenziaria, Pres. Franco Ionta, e del Ministro della Giustizia, On.le Angelino Alfano - ha consegnato l'avanzamento nel grado per merito straordinario agli atleti delle Fiamme Azzurre che sono saliti sul podio olimpico in occasione dei Giochi di Pechino 2008: Giovanni Pellielo, giunto alla terza medaglia olimpica consecutiva con l'argento nel tiro a volo, è stato promosso Vice Sovrintendente mentre Tatiana Guderzo, bronzo nel ciclismo su strada, ha ottenuto la promozione ad Agente Scelto di Polizia penitenziaria.

Alla cerimonia hanno presenziato tutti gli atleti della Polizia penitenziaria qualificati per i Giochi Olimpici: Federico Colbertaldo per il nuoto; Giovanni Pellielo per il tiro a volo; Tatiana Guderzo, Vera Carrara, Fabio Masotti e Angelo Ciccone per il ciclismo; Claudia Corsini, Sara Bertoli e Andrea Valentini per il pentathlon moderno; Nadia Cortassa e Charlotte Bonin per il triathlon; Vincenza Calì, Anna Incerti, Zahra Bani per l'atletica leggera, con l'assenza giustificata di Chiara Rosa, in raduno federale all'estero; Stefania Cicali e Alice Fagioli per la canoa. Hanno accompagnato gli atleti anche i tecnici delle Fiamme Azzurre inseriti dal CONI nella spedizione olimpica in Cina: Umberto Mazzini per il pentathlon moderno, Cristiano Valoppi per il ciclismo e Alessandro Bottoni per il triathlon.