Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Fiamme Oro campione italiana a squadre di Staffetta 2+2, Argento alle Fiamme Azzurre e Bronzo alla TD Rimini

Si conclude la 'due giorni' di tricolori di triathlon sprint a Lovadina, con le gare a squadre di Staffetta mix e Coppa Crono
Alla sua seconda edizione di campionati italiani a squadre formula staffetta mix 2+2, il titolo italiano va per il secondo anno consecutivo al Gruppo Sportivo Fiamme Oro, con i suoi campioni Daniela Chmet, Andrea Secchiero, Anna Maria Mazzetti e Alberto Casadei e si conferma, come già nel 2012, protagonista della rassegna grazie ai suoi quattro frazionisti, gli stessi della prima edizione della specialità.

Alle spalle delle Fiamme Oro, diretti avversari e interpreti di avvincenti testa a testa con i vincitori, gli atleti del  Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre - Charlotte Bonin, Davide Uccellari, Marta Gaiardelli e Alex Ascenzi - che hanno conquistato la medaglia d’argento a 20” di distacco dai vincitori; terzi sul podio, medaglia di bronzo, la compagine della TD Rimini con Sara Papais, Michelangelo Parmigiani, Giorgia Priarione e Luca Facchinetti.

Vittoria quindi confermata dalle Fiamme Oro anche per il 2013, avanzamento di ‘gradino del podio’ da parte delle Fiamme Azzurre che nel 2012 vinsero il bronzo e quest’anno si ritrovano invece vice campioni e prima medaglia per  la TD Rimini nella  specialità, che è riuscita ad aggiudicarsi il podio davanti alla DDS, quest’ultima lo scorso anno 2^ ed in questa edizione 4^ .

Come sempre emozionante  soluzione di gara  a squadre, piena di colpi di scena e spettacolo agonistico assicurato. Nella seconda giornata di tricolori di triathlon sprint disputati presso il centro Sportivo Le Bandie, a Lovadina nella Marca trevigiana, con l’organizzazione della società 47 Anno Domini, condizioni meteo non buone, meno freddo rispetto alla prima giornata ma con pioggia, gli atleti si sono confrontati sulla distanza 300m/km 6/km 1,8; salito il numero delle squadre partecipanti rispetto alla prima edizione, da 40 a 42, con diverse società che hanno schierato più rappresentative.

Fin dalle prime bracciate nell’iniziale prova a nuoto, così come nel successivo ciclismo e poi nella corsa, le Fiamme Oro e le Fiamme Azzurre in evidenza, con le loro prime frazioniste, rispettivamente Daniela Chmet e Charlotte Bonin fianco a fianco a condurre la gara.

Appena dietro, di poco e comunque brave a mantenere i propri colori in zona podio, anche Alessia Orla (DDS) e Sara Papais (TD Rimini) ed a seguire, Elena Maria Petrini (Minerva Roma) e Lisa Schanung (Bressanone Nuoto) poi, dietro e più distaccate, tutto il resto delle inseguitrici. Prime a ‘passare il testimone’ praticamente insieme, Bonin e Chmet, rispettivamente a Uccellari e Secchiero.

Con i secondi frazionisti, si è creato un netto distacco dei due leader Davide Uccellari (Fiamme Azzurre) e Andrea Secchiero (Fiamme Oro) dagli inseguitori più ‘insidiosi’: Minerva Roma con Riccardo De Palma (gara generosa ed inizialmente  ben condotta poi una caduta che gli ha comportato lo scivolamento in 6^ posizione ed il successivo ricovero con punti di sutura per un taglio alla gamba), TD Rimini con il giovane ed abile Michelangelo Parmigiani, Ivan Risti per la DDS ed ancora un altro giovane, l’altoatesino del Bressanone Nuoto Gianluca Purzer. Questo l’ordine della classifica parziale dettata dai secondi frazionisti ed a conclusione della loro prova, si sono trovate in vantaggio le Fiamme Azzurre, grazie al veloce ‘Uccio’ che ha dato il cambio per primo alla  3^ frazionista Marta Gaiardelli, mentre per Anna Maria Mazzetti (Fiamme Oro), il compito di recuperare la leadership dopo che Andrea Secchiero era stato superato dal considerevole allungo di Uccellari. Dietro, ad oltre 35’’ secondi,  gli altri.

La ‘solita’ Mazzetti è riuscita ad interpretare al meglio la sua frazione, riprendendo così la testa della gara con un ottimo recupero nella sua decisiva corsa durante la quale si  è riportata davanti ed in netto vantaggio sulle avversarie; alle sue spalle, altra notevole rimonta della slovena della DDS, Mateja Simic a discapito di Marta Gaiardelli (Fiamme Azzurre) passata al terzo posto; a seguire, quarta la TD Rimini con Giorgia Priarone, 5^ la Bressanone Nuoto con Verena Steinhauser  e 6^ la Minerva Roma con Michela Pozzuoli.

Fase decisiva con gli ultimi frazionisti della gara delle staffette: Alberto Casadei (Fiamme Oro) appena ricevuto il cambio dalla Mazzetti si è lanciato velocissimo nella sua prova, bravo a consolidare ed aumentare il vantaggio prima con il nuoto, lasciando Daniel Fontana (DDS)dietro di circa 30” e Alex Ascenzi (Fiamme Azzurre) ad ulteriori 10”; poi, aumento di distacco da parte di Casadei anche con il ciclismo, grazie al quale è uscito dalla T2 ad 1 minuto sugli altri. Per la corsa al podio, ancora testa a testa tra DDS e Fiamme Azzurre per il secondo e terzo posto, ma in avvicinamento progressivo e pronto ad inserirsi tra i due ‘contendenti’ anche Luca Facchinetti (TD Rimini). Più indietro, in quinta posizione il giovane altoatesino Philipp Rottensteiner   ed in sesta portacolori della Minerva Roma, Lorenzo Ciuti.

Se per la medaglia d’oro la conclusiva frazione di corsa non ha visto variare lo scenario ed un incontrastato e vincitore Alberto Casadei ha tagliato per primo il traguardo, la gara alle sue spalle ha fatto registrare la rimonta di Alex Ascenzi grazie al quale le Fiamme Azzurre si sono aggiudicate l’argento ed il terzo posto è andato a sorpresa a Luca Facchinetti che, grazie al suo ottimo e determinato recupero, ha superato Daniel Fontana, regalando così alla sua squadra, la TD Rimini, la medaglia di bronzo.

Per la società DDS, il quarto posto, davanti alla Minerva Roma, che ha concluso 5^ superando la squadra del Bressanone nuoto giunta 6^. A completare la top ten del campionato italiano a staffette,  7^ la Virtus, 8° il CUS Trento, 9^ la seconda squadra della TD Rimini ed il 10° posto per la società 707 Triathlon.

A conclusione della due giorni di gare tricolore, il breve bilancio del D.T. Mario Miglio:
“Le due prove individuali si sono movimentate solo nella conclusiva frazione podistica con un profilo tattico molto diverso da ciò che succede normalmente nelle gare internazionali. La stanchezza generale di fine stagione e qualche acciacco per alcuni tra i più attesi protagonisti hanno contribuito ad una gara senza grandi sussulti. La nota positiva viene soprattutto dal gran numero di giovani che si sono inseriti nella parte alta delle classifiche, sia femminile che maschile. La gara a staffetta ha regalato ai presenti il solito apporto di spettacolarità e agonismo in una formula che piace e che riscuote molto successo anche in campo giovanile."

Dopo la rassegna nazionale delle staffette si è disputata sotto una inesorabile pioggia la Coppa Crono a squadre, che ha chiuso la domenica di gare: numerosa e qualificatala partecipazione con oltre 800 concorrenti: a vincere la classifica maschile sono stati gli atleti del 707 Triathlon (Barnaby Gregory, Butturini Jacopo, Salini Gabriele e Civera Fabio); alle loro spalle, l’argento è andato al CUS Torino con Crivellaro Tommaso, Morelli Andrea, Gallarato Iordache, che si è piazzato davanti alla medaglia di bronzo vinta dal CUS Trento con i suoi Pavan Tommaso, Faidutti Luca, Sessini Nicola.
Tra le donne si sono imposte le atlete della DDS, medaglia d’oro con Gejo Pamela, Casiraghi Elena, Ramundo Micol; l’argento è andato al CUS Torino con Curatolo Federica, Schiano Lomoriello, Capellupo Sabrina e Camerana Vittoria mentre il bronzo è stato vinto dalla società Cremona Stradivari con Tavecchio Sara, Pani Vittoria, Sala Laura e Quadri Rita Livia.

Queste le classifiche complete:
- Classifica Triathlon Staffetta 2+2
- Classifica Triathlon Crono a squadre femminile
- Classifica Triathlon Crono a squadre maschile