Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Campionati Italiani di Categoria di Triathlon olimpico, l'approfondimento delle gare tricolori del 15 luglio scorso.


Grazie alla sapiente organizzazione della Silca Ultralite, a Tarzo Revine (TV), domenica 14 luglio sono stati assegnati anche quest'anno per gli Age Group i titoli italiani di categoria di triathlon su distanza olimpica.

Grande partecipazione numerica e qualitativa e grande determinazione da parte dei triatleti italiani, che si sono sfidati su un tracciato impegnativo, anche per via della pioggia che li ha accompagnati per una parte di gara.

Cominciamo la rassegna categoria per categoria.

Nella Senior 1, il successo è andato a Valerio Patané, portacolori della CUS Pro Patria Milano, che ha preceduto di meno di 1' i suoi diretti avversari, Lorenzo Tonsa (CUS Torino Triathlon) e Luca Borsacchi (Canottieri Napoli); i tre triatleti hanno fatto segnare anche i primi tre tempi della classifica generale. Tra le donne, Annalisa Bertelle della GP Triathlon sale con merito dal terzo posto del 2011 al primo, con argento per Serena Vecchione (Canottieri Napoli).

Successo patavino nella Senior 2, netta la vittoria conquistata da Enrico Pedron (quarto assoluto) del Padova Triathlon; alle sue spalle Andrea Matteazzi (DDS) e quindi bronzo per Fabio Ruiti (MPK Triathlon).

Nella gara femminile, la DDS sale sul gradino alto del podio grazie ad Elena Casiraghi che si impone con quasi 1' di vantaggio sulla friulana Federica Giampieretti (Udine Triathlon); terza, più staccata, Silvia Colussi della Polisportiva San Vito Triathlon.

Passiamo ai Senior 3, che hanno visto Manuel Nulli del CUS Trento primeggiare e indossare la maglia di campione italiano. Poco più di 30" il vantaggio al traguardo su Daniele Michelet dell'A3, dopo altri 35" è arrivato Gabriele Bellinzoni dell'Europa SC che si è messo al collo la medaglia di bronzo.

Udine Triathlon ancora protagonista e questa volta sul gradino più alto del podio: campionessa italiana S3 è Anna Nonino, capace di spuntarla per 13" su Elisa Bacchini del Pesaro Triathlon; al terzo posto Giulia Ramponi (Padovanuoto).

Nella categoria Senior 4, successo per la Sardegna con il rappresentante della Survival Triathlon Nicola Capra che fa gara insieme ai suoi due diretti avversari e riesce poi, nei 10K finali, a staccarli; argento per Ilario Salvaterra della Canotriathlon, bronzo per Antonino Greco del TD Rimini.

Tra le donne, l'ha spuntata Michela Menegon del Firenze Triathlon che è riuscita a battere la campionessa italiana 2011 Federica Bazzocchi (Pool Sport) per 24"; la battaglia per il terzo posto ha visto prevalere Ginevra Francavilla della Freetime Triathlon per soli 4" su Francesca Ravarotto (Los Tigres).

Tiratissima la lotta per la conquista della maglia tricolore Master 1 maschile: Stefano Rossi (che ha cominciato a gareggiare negli anni '80 ed è anche rinomato tecnico) della Liger Team Keyline l'ha spuntata di 1 secondo su Federico Banti (Canotriathlon) dopo che i due hanno nuotato, pedalato e corso spalla a spalla per tutta la durata della gara. Al terzo pusto l'alfiere della Fuel Triathlon Alessandro Spano che in bici ha tentato di rientrare sui compagni in fuga. Quinto il campione 2011 Giuseppe Baldelli (Triathlon Trasimeno), preceduto da Stefano Crosta (Rho Triathlon Club).

Al femminile, trionfo con ampio margine per Laura Thomas del Treviso Triathlon, che scappa via a nuoto e poi è imprendibile; da sottolineare la prestazione podistica di Paola Garinei, alla prima stagione nel triathlon: la portacolori umbra del Triathlon Trasimeno è arrivata al secondo posto con un parziale nei 10K di 38'50". Bronzo conquistato da Monica Zenarolla dell'Udine Triathlon, anche lei in rimonta nel podismo, a discapito di Elena Cecchetto, medaglia di bronzo nel 2011.

Molto tirata anche l'assegnazione del titolo Master 2 maschile: vince Andrea Lovato del GS Bardolino con 15" di margine, anche in questo caso al termine di un confronto serrato col suo diretto avversario, Andrea Fiore dell'LC Bozen, già argento anche nel 2011. I due scappano via a nuoto e risulteranno imprendibili per tutti gli inseguitori. Al terzo posto si piazza Roberto Roggiero: il "capitano" della PRO Patria ARC Busto Arsizio esce sì attardato dall'acqua, ma prima in bici e poi a piedi riesci nella rimonta che gli regala il bronzo e lo porta a soli 23" dal secondo posto.

La prima conferma tricolore arriva da Alessandra Brunelli, che deve vedersela sempre con Laura Sala del Triathlon Cremona Stradivari: la M2 del Forhans Team esce dietro la diretta avversaria nel nuoto, ma in bici fa la differenza e poi tiene a piedi; argento confermato per Sala, lotta per il terzo posto vinta da Giacinta Savorani del Triathlon Faenza su Virna Stavla e Cristina Beretta.

In evidenza ancora il Liger Team Keyline grazie a Francesco Zane che è il più veloce Master 3 nel nuoto, seguito da Diego Pozzatti del CUS Trento. Ma i due subiscono il rientro di Massimo Nannini (Triathlon Faenza) che coglie la vittoria con un bici-corsa notevole. Zane è d'argento, Pozzatti, argento 2011, è di bronzo.

Antonella Cason sale invece di un gradino e arriva quest'anno alla maglia di campionessa italiana M3, portando in trionfo il Treviso Triathlon; Daniela Pivetta del Bressanone Nuoto è seconda, Caterina Parisi (Friesian Team) è terza e costringe alla medaglia di legno il bronzo della passata stagione, Chiara Bettoli (Triathlon Faenza).

Il milanese del CNM Triathlon Giovanni Luchetta non ce l'ha fatta a riconfermarsi campione e ha dovuto cedere la maglia tricolore Master 4 ad Onorio Pompizii del TD Rimini, capace di riprenderlo e staccarlo nella corsa finale, dopo che Luchetta aveva fatto gara di testa nelle prime due frazioni; riesce a mantenere il terzo posto Stefano Diana che sta con Luchetta fino alla T2 e poi paga nella corsa, ma Renato Noja (Dimensione Sport) non riesce nella rimonta.

La seconda conferma tricolore del 2012 arriva da Daria Meinardi; assoluta protagonista nel nuoto, la portacolori del Torino Triathlon tiene a debita distanza anche nelle altre due frazioni Paola Giusti (La Fenice Triathlon) e vince il campionato italiano; alle spalle di Giusti, bronzo per Luisella Iabichella (Road Runners Club Milano).

Arriva in campo maschile la terza conferma tricolore di questi campionati italiani: è l'incredibile Michele Vanzi del Surfing Shop Triathlon a vincere l'ennesimo alloro, davanti, come nel 2011, al suo "rivale" storico, Gianmarco Tironi del Triathlon Cremona Stradivari, che a piedi rimonta più di 2' al battistrada, ma arriva sul traguardo con ancora quasi 1' di svantaggio. Molto buona la prova anche di Claudio Ramella Bagneri (Ironbiella) che si conquista una meritata medaglia di bronzo, grazie a un ottimo nuoto e a una gara caparbia. Bartolomeo Fissore, terzo nel 2011, si piazza 8°, con qualche problema di troppo in bici.

Nessuna donna della categoria Master 5 ha preso parte alla gara.

Nella categoria Master 6 c'è l'ennesimo nuovo campione italiano: Alfredo Cavaliere del TD Rimini passa dal terzo posto del 2011 al primo di quest'anno, relegando alla medaglia d'argento il campione in carica Piero Bof (A3); la terza piazza se l'aggiudica Alberto Bertola della Molinari Triathlon Como che resiste al ritorno di Ugo Patroncino del CUS Udine.

Quarta conferma tricolore di giornata arriva nella Master 6 donne: applausi per Gabriella Bois della Cuneo Triathlon che mette in carniere un altro prezioso e meritatissimo oro.

La rassegna si chiude con la categoria Master 7, che quest'anno ha visto gareggiare 4 triatleti in campo maschile. Vittoria netta per il veneto Francesco Fiori del Verona Triathlon, che è il quinto campione italiano confermato e che è stato capace nella sua carriera anche di svariati successi internazionali con la maglia azzurra. Sul podio con lui salgono anche Egidio Cristofoletti del Triathlon Ostia e Tancredi D'Andrea Ricchi dell'Acquazzurra Atri. Non ha terminato tutta la sua gara invece Franco Castori (TT Ravenna).

(Dario Nardone)