Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Bibione Beach Triathlon il 29 aprile

Comunicato organizzazione
Tutto pronto per la seconda edizione del Bibione Beach Triathlon, gara di apertura della stagione dei triathlon nel Triveneto. L'organizzazione passa alla A.S.D. ReAction, sempre diretta da Franco Brussolo, concentrato solo su questa gara visto che l'azzeramento dei già esigui contributi da parte dell'amministrazione comunale di Caorle "Città dello sport" ha portato all'annullamento della settima edizione del triathlon olimpico di Caorle. VV Cambia il periodo, da Settembre ad Aprile, cambia il giorno, da sabato a domenica, e cambia l'orario di partenza riportato alle 12:30. In questo modo si eviteranno problemi di "traffico" a piedi coi turisti sempre numerosissimi nella bella spiaggia di Bibione.

Il percorso cambia poco rispetto all'edizione 2011 che ha visto prevalere il fortissimo atleta mestrino Alberto Casadei, d'un soffio su Giampietro De Faveri, e l'olimpionica Daniela Chmet tra le donne. Certamente anche quest'edizione riserverà scintille e spettacolo. Pur essendo in MTB la gara non presenta passaggi difficili, tenici o rischiosi, perciò nessuno è esentato a partecipare anzi, visto che la scia sarà ammessa ma poco influente, sarà una buona occasione per mettersi alla prova entrando in una classifica "veritiera". Sarà comunque una gara dura per i tratti sulla sabbia e sulla terra che non lasceranno respirare gli atleti ma d'altra parte chi non vuole faticare può sempre dedicarsi ad un corso di ricamo.

Notevole l'impegno dell'amministrazione comunale di San Michele al Tagliamento e di Bibione Spiaggia che credono nel Triathlon e lo stanno appoggiando in tutti i modi, lasciando presagire che il prossimo anno la gara potrebbe raddoppiare le distanze ed entrare quindi tra le classiche della specialità.

Imperdibile anche una gara-esibizione di Stand Up Paddle (surf con pagaia) che darà alla manifestazione un sapore Hawaiano, oltre a garantire una ulteriore sicurezza per gli atleti durante la frazione di nuoto.