Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Alla Madonnetta molti 'big' e tanto entusiasmo da tutti gli appassionati

(comunicato organizzazione)
Domenica 26 luglio 2009, alle ore 11,00 i giudici FITRI con a capo la dinamica Paola Calabrese, danno la partenza al "1° TRIATHLON SUPERSPRINT del Parco della Madonnetta". Giornata assolata che ha trovato le giuste dimensioni in questo Parco che si adatta meravigliosamente a questo sport. I percorsi e le distanze : 1) NUOTO in piscina di otto corsie 400mt (16 vasche x 25mt) a cielo aperto di un azzurro indefinibile con una degna cornice di spettatori ed amici; 2) BICI MTB (9 km) in un circuito di 3.050 mt da ripetere 3 volte, molto tortuoso ed impegnativo, con tante curve a 180° su manto erboso e talvolta sterrato, chi né aveva ha fatto la differenza; 3) CORSA 2.450mt erba e sterrato con saliscendi e curve repentine (circuito di 2 giri), la prova, seppur breve, è stata caratterizzata dagli atleti più evoluti che sotto un sole cocente in un percorso così impegnativo, hanno dato considerevoli distacchi ai meno esperti.

Nella prova individuale la gara è stata 'onorata' dalla presenza di atleti di 'grido', in particolare della nostra regione, senza trascurare gli amici provenienti da altre regioni.

I sinceri ringraziamenti dell'organizzazione alle società laziali, tutte rappresentate con alcuni loro atleti sia nella gara individuale che in quella a squadre (staffetta composta da tre elementi dove il primo effettuava la 1^ frazione (nuoto), il 2° la 2^ frazione (bici MTB) ed il 3° la 3^ frazione (corsa).

L'evento patrocinato dal Municipio XIII che ancora una volta è stato sollecitato dalla A.S.D. Triathlon Ostia a sostenere tale iniziative che hanno solo lo scopo di divulgare uno sport sano e attirare l'attenzione dei cittadini del territorio. La reciproca collaborazione tra Istituzioni, Gestori di Centri Sportivi e Società Sportive non possono che confluire nella stessa piazza (cultura, amicizia, giustizia, educazione).

Tornando alla gara, in quella individuale c'è stata una grande rivalità tra gli atleti di una certa età, infatti i primi 4 assoluti sono tutti quarantenni (ctg M1) e a dispetto dei loro otto e passa lustri, sono dei forti triathleti che danno filo da torcere a chiunque. Tra le donne Manuela Ascoli ha avuto vita facile giungendo prima come sua abitudine, anche lei non più giovanissima (ctg S4).

A dispetto di molti altri sport dove l'età di massima espressione tecnico-atletico si aggira non oltre i 25/30 anni, nel triathlon trovano più che dignitoso spazio atleti dai 35 ai 45 anni, questo può essere uno stimolo anche ai più maturi a provare e poter entrare nel mondo delle multidiscipline.

Nelle staffette i concorrenti hanno gareggiato veramente con spirito agonistico e 'goliardico', abbinando agonismo a divertimento.

Triplo ruolo per Stefano Spina, che ha gareggiato individualmente (4° assoluto), nella staffetta (2° assoluto) e Speaker della manifestazione durante le premiazioni.

La ASD Triathlon Ostia è stata gratificata con una ottimale riuscita dell'evento, riconoscimento ricevuto da atleti, spettatori, Istituzioni e il gestore del parco Andrea Ciabocco.

Come è abitudine del Triathlon Ostia è stato offerto un buon ristoro e distribuito ricchi premi a tutti i vincitori assoluti maschili e femminili e a tutte le categorie age group, nonchè alle staffette. Si ringrazia inoltre Augusto Bonvicini, Presidente dello Commissione dello Sport e Ambiente del Municipio XIII° che ha presenziato alle premiazioni ed è stato uno dei promotori favorevole alle iniziative della nostra società.

In qualità di Presidente della Società organizzatrice un doveroso e sentito ringraziamento a tutti, da parte di Egidio Cristofoletti

[:pdf:] [URL=data/2009/20090729_084730_1.pdf]Classifiche[/URL]