Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

A giugno il Lago del Boscaccio ospita due giorni di 'Triplice Tricolore'


(Comunicato stampa Friesian Team)

Nella località milanese di Gaggiano si assegneranno nel secondo weekend di giugno i titoli nazionali di aquathlon e triathlon sprint. Attesi oltre 1.000 partecipanti e molti si stanno preparando per misurarsi nel doppio impegno agonistico.

Due giorni di gare ad altissimo tasso adrenalinico. Nel secondo weekend di giugno il Lago Boscaccio, alle porte di Milano, sarà il centro nevralgico del triathlon italiano perché in 24 ore verranno assegnati due titoli nazionali: sabato 13 giugno il tricolore di Aquathlon e domenica 14 il campionato italiano di Triathlon Sprint. Un'accoppiata nata dal Friesian Team: inizialmente era stato proposto al sodalizio lombardo di allestire insieme al triathlon sprint la gara di triathlon in mountain bike com'era stato fatto lo scorso anno, invece i responsabili del Team hanno chiesto di fare qualcosa di diverso, non solo per garantire uno spettacolo diverso ogni giorno, ma anche per soddisfare la curiosità di vedere quanti saranno coloro che si schiereranno al via in ambedue le competizioni.

La prova clou, naturalmente, è la gara sprint in programma domenica mattina sul tradizionale percorso di 750 metri di nuoto, 20 km di ciclismo su strada e 5 km di corsa a piedi. Giunto alla sesta edizione l'evento milanese del Friesian Team si rifà il trucco adattandosi alle distanze della prova veloce.

La frazione di nuoto ovviamente si disputerà nello specchio incontaminato del Lago Boscaccio e gli organizzatori hanno previsto la partenza divisa in cinque griglie di merito in base ai punti del ranking Fitri, così da far competere tra loro atleti di pari livello. Ogni partenza, ma sarebbe il caso di chiamarla "ondata", vedrà scattare circa 200 atleti e partirà solo quando gli ultimi concorrenti della precedente saranno usciti dall'acqua, così da consentire lo svolgimento della gara senza particolari sovrapposizioni. Da sottolineare il nuovo tracciato ciclistico (di 6800 metri da ripetere 3 volte) interamente chiuso al traffico al fine di garantire la massima sicurezza possibile ai concorrenti. Percorso ad anello anche per la frazione podistica: un tracciato di 2 chilometri e mezzo intorno al lago da ripetersi due volte. "Una competizione all'insegna degli atleti, sempre al centro delle nostre attenzioni" ha commentato Marco Zaffaroni del Friesian Team "ma anche per il pubblico e per i tifosi che, spostandosi di pochi metri, potranno incitare i concorrenti in tutte le fasi di gara".

Ma chi sono i favoriti? È prematuro ipotizzare chi vestirà la maglia tricolore fra gli 800 atleti attesi al via, ma certo è che Alessandro Fabian e Daniela Chmet, azzurri della specialità olimpica ma molto a loro agio anche nella prova ridotta, saranno in gara a Gaggiano per mettere in palio il titolo conquistato un anno fa.

La due giorni di triathlon meneghina inizierà il sabato con il campionato italiano di aquathlon: 2.500 metri di corsa a piedi, 1.000 di nuoto e ancora 2,5 km di podismo. Lo scorso anno la prova venne allestita a Porto Torres con le vittorie di Andrea Secchiero (Protektriathlon) e Maria Casciotti (As Minerva Roma) già pronti a difendere il titolo nella sfida di Gaggiano.

A margine delle competizioni il Friesian Team allestirà, come consuetudine, un adeguato contorno che permetta anche agli accompagnatori degli atleti di godere di una due giorni di spettacolo e divertimento: dall'area expo con le ultime novità per il triathlon al pasta party finale aperto a tutti.

Infine, da sottolineare la disponibilità degli enti comunali sui cui territori gravita la manifestazione e che non hanno mai fatto mancare il proprio appoggio, in particolare Gaggiano (nei confini del comune si trova il Lago Boscaccio), il Comune di Zibido San Giacomo che ha la competenza per gran parte del tratto stradale del ciclismo e il Comune di Trezzano sul Naviglio, che ha dimostrato grande disponibilità nel modificare la viabilità sul proprio territorio in funzione della chiusura del traffico nel tratto di Zibido. Una comunione di intenti che è stata particolarmente apprezzata dagli organizzatori.

Comitato Organizzatore: Friesian Team
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.friesianteam.com

Ufficio stampa a cura di: COMeta PRess
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cometapress.it