Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Triathlon olimpico 'open' a Marina di Pisa il 30 maggio


(comunicato stampa)Giungono iscrizioni dall'estero per il triathlon olimpico OPEN di Marina di Pisa del 30 maggio 2009 giunto ormai alla sua quarta edizione; dato il successo, anno dopo anno, stiamo progettando per il futuro una gara internazionale. Identici al 2008 i percorsi gara, sono possibili delle comparazioni per chi lo ha fatto l'anno passato che punta ad un miglioramento del proprio tempo gara oltreché ad un meritato podio.
Premiazioni agli assoluti ed ai tre di ogni categoria AGE GROUP premi in danaro per gli elite. City Bike professional di un costruttore Toscano a sorteggio tra tutti i partecipanti AGE GROUP. Gara valida per l'assegnazione dei titoli regionali assoluti e di categoria 2009 di Triathlon Olimpico.
Un "otto" il percorso a nuoto tra le dighe frangiflutto davanti alla favolosa P.zza delle Baleari in un mare che anche per il 2009 ha ottenuto la bandiera blu.
Per info: La Foundation for Environmetal Education (Fee) ha assegnato alla Toscana Il primato 2009 delle spiagge Italiane con il riconoscimento a pari merito con le Marche e la Liguria; Marina di Pisa è da anni una di queste località della Toscana.
Altimetria "O" nella bici e medie elevate nella frazione multiLAP che si articola su percorso completamente chiuso al traffico veicolare, unico ad oggi in un olimpico OPEN, con tre giri da 13,3Km ciascuno, dove necessita battere il record di FRASSON Alberto RN Adria Monfalcone che nel 2007 ha realizzato appunto in bici il tempo di 58' 13" vincendo tra l'altro la gara. 40Km/h e più la media necessaria per battere il record da Alberto.
Percorso podistico articolato con 4 giri da 10Km sul lungomare di Marina di Pisa, sempre baciata da un soffice vento proveniente dal mare nelle ore di metà giornata. Il percorso è controllato da tappeto elettronico controllo giri e difficile sarà difendere la propria posizione perché i distacchi sono visibili e gli attacchi ai primi proverranno da ogni direzione.
Massima come sempre la sicurezza in mare: Gommone ambulanza attrezzato per la rianimazione in mare, due acquasccoter barellati, tre gommoni 18 subacquei in immersione con ARA ed apneisti in "ready to", BOE veliche ad alta visibilità e canoe guida percorso. Tenda di rianimazione a terra con otto letti e personale sanitario della protezione civile capitanati da DUE anestesisti rianimatori. Che altro dire? Non sò! Per ora un invito sportivo per gareggiare nel più naturale dei teatri della multi disciplina
- MARINA DI PISA.