Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

4° Triathlon MTB Lido di Spina

(comunicato)
In uno scenario davvero naturale del Parco del Delta del Po all'interno dello Spina Camping Villane si è svolto lo scorso 28 giugno un triathlon sprint in Mtb a cui hanno preso il via nomi importanti Stefania Bonazzi della Silca già protagonista di X-Terra delle scorse edizioni ,Daniela Locarno del FeeTriathlon per la prima volta al via al Lido di Spina, come per la prima volta al via Massimo Torsani del T&D Rimini.

Al via per la frazione di nuoto di 750mt in una giornata finalmente di sole con mare calmissimo in campo femminile subito al comando la Bonazzi seguita a pochi secondi dalla Locarno terza Michelini Tanie dell'Avia Pervia ad un minuto. Nella frazione di Mtb di 18 Km su terreno vario, dall'erboso della magnifica pineta del Parco, aperta appositamente dal Corpo Forestale dello Stato, alla sabbia e dune e lo sterrato del campeggio il vantaggio della Bonazzi incrementava e si consolidava poi nei successivi 5 Km di corsa e andava a vincere con un tempo di 1h20'29''. Al secondo posto Locarno Daniela in 1h24'29''e terza Stavla Virna che in mtb superava la Michelini e chiudeva in 1h33'02''.

In campo maschile il primo ad uscire dall'acqua Sempreboni Zeno del Fumane Triathlon in un ottimo 7'51'' a seguire Vannoni Ermanno del T&D e Ligabue Matteo del Fumane attardati di un paio di minuti un terzetto che poi sarà il podio. Torsani facendo leva sui suoi trascorsi di duathleta in mtb recuperava alcune posizioni ed infine nella corsa si portava al comando con il miglior tempo parziale ed un tempo finale di 1h12'90'' seconda posizione per Pellegrini Jimmi del Triathlon Alto Adige in 1h12'10''e terzo Melloni Enzo Cus Ferrara in 1h13'15''.

Al termine hanno espresso un giudizio più che positivo per la gara nel suo complesso per la chiusura completa del traffico e soprattutto in mtb nell'attraversamento della pineta in un ambiente naturalistico molto suggestivo .