Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

1° Convegno Nazionale Tecnico Scientifico FITRI, un grande successo partecipativo e di contenuti, il resoconto dei lavori


Si è svolto Domenica 21 ottobre a Piacenza il 1° Convegno Nazionale Tecnico Scientifico che la Federazione ha organizzato attraverso il contributo del Settore Istruzione Tecnica e del Centro Studi e Ricerche

La giornata di lavori è stata seguita da un elevato numero di tecnici partecipanti che hanno assistito con interesse ed attenzione alle numerose relazioni presentate

Si è trattato di un significativo momento di crescita del movimento tecnico e culturale del Triathlon Italiano e di confronto su una vasta area di tematiche

La struttura del Convegno, infatti, ha dedicato la mattinata alla trattazione delle linee guida per l'allenamento giovanile e alla costruzione pluriennale del triatleta di alto livello, mentre la sessione pomeridiana si è rivolta alle lunghe distanze, dal 70.3 fino all'Ironman discutendone problematiche, metodologie d'allenamento e tendenze di sviluppo.

La presenza d'importanti ed accreditati relatori ha reso il Convegno Nazionale denso di importanti spunti metodologici.

Allo scopo di promuovere il confronto, sviluppare temi di dibattito e discussione, è stato previsto anche uno spazio d'intervento da parte di relatori esterni ammessi a discutere i loro elaborati che, per la loro validità, sono stati ammessi a relazione.

Il Convegno Nazionale, aperto dal saluto del Consigliere Federale Giampaolo Gualla, e presentato nei suoi contenuti e nel programma dal Responsabile Formazione Sit, Costantino Bertucelli, è iniziato con l'interessante relazione di Alessandro Bottoni, Responsabile del Centro Studi e Ricerche Fitri, che ha trattato delle basi essenziali nella costruzione pluriennale del triatleta d'alto livello fornendo spunti, idee e linee metodologiche chiare e sempre supportate da precisi riferimenti bibliografici.

La seconda parte della mattinata ha ospitato i due interventi degli esperti di Fidal e Fin, Pietro Endrizzi, Caposettore Responsabile Squadre Nazionali Fidal Mezzofondo e Maratona e Stefano Nurra, Collaboratore Squadre Nazionali Fin, hanno portato le loro esperienze e lo stato attuale, nella formazione dell'atleta di alto livello nell'atletica e nel nuoto.

La prima sessione dei lavori si è chiusa con le quattro relazioni selezionate fra quelle pervenute al Comitato Tecnico - Scientifico; nell'ordine hanno presentato Mario Miglio, Responsabile Sas, Luca Bianchini e Andrea Di Castro, Allenatori Federali e Domenico Ruggieri, Coordinatore Federale.

Nello specifico Mario Miglio ha parlato dello sviluppo delle componenti aerobiche nell'allenamento giovanile del triathlon, Luca Bianchini della valutazione delle funzionalità fisiche nei giovani atleti del triathlon, Andrea Di Castro del monitoraggio dell'allenamento nel triathlon e Domenico Ruggieri di idee e proposte per il triathlon giovanile.

La sessione pomeridiana si è aperta con la relazione di Andrea Gabba, Ct Nazionale di Triathlon Lungo, sulla preparazione e finalizzazione di un evento Long Distance ed è proseguita con quelle di Costantino Bertucelli e Bruno Sorrentino.

Costantino Bertucelli, Responsabile Formazione Sit, ha parlato degli aspetti specifici dell'allenamento del triathlon long distance con i relativi aspetti inerenti le tendenze attuali ed i possibili sviluppi.

Bruno Sorrentino ha focalizzato l'attenzione sugli aspetti strategici e di distribuzione dello sforzo nelle gare di lunga durata, trattando delle strategie e gestione dello sforzo nelle gare long distance.

Leonardo Beggio, componente dello staff del Team Olimpico, ha presentato una relazione in cui ha riassunto le tappe temporali e metodologiche che hanno portato il team olimpico a gareggiare con successo a Londra 2012.

Il Dr. Antonio Gianfelici, medico Squadre Nazionali Triathlon e componente dell'Istituto di Scienza dello Sport di Roma, ha chiuso la sessione pomeridiana con un intervento sull'ottimale recupero post gara e ha introdotto, in qualità di moderatore, la Tavola Rotonda finale cui hanno preso parte, oltre ai relatori intervenuti nel corso della giornata, anche atleti ed ex atleti azzurri. Un particolare ringraziamento, a questo proposito, va attribuito a Nadia Cortassa, Martina Dogana, Alberto Casadei, Fabio Guidelli e Federico Girasole.

Una giornata, quindi, densa, significativa e impreziosita dall'importante risposta in termini di adesione e partecipazione da parte dei tanti tecnici di Triathlon cui va rivolto un particolare ringraziamento. Costantino Bertucelli (Responsabile Formazione Settore Istruzione Tecnica - Fitri;Coordinatore didattico Sit)