Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Jorgensen e Murray vincono la World Cup a New Plymouth, Secchiero 20°, Facchinetti 25° e Bonin 30^

images/2016/2016_FotoNews/ITU_ETU/wc_NewPlymouth_men_032.jpg

wc NewPlymouth men 026

Prosegue anche per il 2016 il dominio della statunitense Gwen Jorgensen in campo femminile e si conferma tra i protagonisti mondiali il sudafricano Richard Murray in campo maschile, entrambi vincitori  nella seconda prova di World Cup a New Plymouth questa notte, in Nuova Zelanda.

Per la splendida Jorgensen un'altra prestazione impressionante con la sua frazione podistica che come sempre non ha avuto rivali e l'ha lanciata prima al traguardo. Unica a starle dietro ed a tentare l'aggancio e' stata la "kiwi" Andrea Hewitt che ha scelto proprio la World Cup di casa, per inaugurare la stagione agonistica: un bell'argento per la Hewitt che ha concluso la sua positiva prestazione sul secondo gradino del podio. Terza, ancora un'americana, che fa registrare la doppietta statunitense in questa coppamondo: è Kirsten Kasper a conquistare la medaglia di bronzo ed a completare la top 5 della graduatoria femminile, la sudafricana Mari Rabie 4^ e la spagnola Casillas 5^, entrambi ottime nella corsa .
Non buona la giornata per le nostre atlete: il nuoto iniziale ha compromesso le prestazioni delle nostre due azzurre in gara e Charlotte Bonin (G.S.Fiamme Azzurre) ha concluso 30^ assoluta, mentre Annamaria Mazzetti (G.S. Fiamme Oro) si è ritirata.

In campo maschile, conferma di un Richard Murray in ottima forma, protagonista e vincitore di questa coppamondo, davanti al danese Andreas Schilling, secondo al traguardo ed a Rostyslav Pevtsov (AZE) terzo. Buon quarto piazzamento per l'atleta di casa Ryan Sisson e quinto posto per il belga Marten Van Riel.
21° e 25° piazzamento per i nostri azzurri, rispettivamente Andrea Secchiero (G.S. Fiamme Oro) e Luca Facchinetti (T.Team Ravenna) che raccolgono 'punti utili' .

Appena concluse le gare il DT Mario Miglio analizza e approfondisce la giornata agonistica di coppamondo
- Gara femminile: "L'avvio a nuoto e' stato fatale: Charlotte ha sbagliato la partenza e Annamaria ha mostrato la sua giornata negativa fin dalle prime bracciate. La Bonin poi è sembrata riuscire a rientrare nel primo gruppo nel rettilineo di ritorno verso riva, ma troppo lontana per agganciarsi. All’inizio del ciclismo sono andate via in 18 e Charlotte è stata costretta ad accontentarsi del secondo gruppo. Annamaria non è riuscita a trovare la 'marcia' giusta e già alla prima salita è sembrata non averne. Infatti si ritirerà dopo un giro quando è rientrata in zona transizione staccata da tutte.
Il nuoto è stato molto strano: davanti insieme alle solite buonissime nuotatrici si sono inserite anche Casillas, Jerzik e Spence, mentre sono rimaste attardate buone nuotatrici come Vilice e la stessa Bonin.
Dal primo gruppo si sono staccate subito due atlete e poi altre due, ma le 14 che sono rimaste in testa hanno guadagnato qualche secondo ad ogni giro sul secondo gruppo.
La corsa come sempre ha visto Jorgensen vincere facile davanti a Hewitt, hanno corso molto forte anche la sudafricana Rabie e la spagnola Casillas.
Charlotte ha fatto un buon ciclismo e una buona seconda transizione, ha corso meglio del solito, ma non è' andata oltre  il 30° posto che comunque le permette di guadagnare qualcosa per il rank olimpico.  Da qualche settimana la Bonin sembra aver finalmente individuato  la natura dei problemi che l’hanno perseguitata da oltre un anno e sta lavorando per recuperare una condizione di salute sufficiente per qualificarsi per i Giochi e per prepararli al meglio. La gara di New Plymouth ha dato riscontri decisamente positivi da questo punto di vista e, se non avesse sbagliato il nuoto, avrebbe potuto probabilmente concludere intorno al 20° posto. Per Annamaria una giornata negativa, dopo una settimana in cui si è lentamente ripresa dall’attacco influenzale degli scorsi giorni che le ha fatto perdere energie e allenamento".
 - Gara maschile: "Hanno nuotato bene Facchinetti e Secchiero, diciannovesimo e ventiquattresimo all’uscita dall’acqua e sono riusciti ad inserirsi subito nella testa del gruppo che si romperà nel corso del primo giro di ciclismo, lasciando una buona metà dei partecipanti nelle retrovie. I nostri due rappresentanti hanno pedalato senza grosse difficoltà, ma al penultimo giro il danese Schilling e l’americano Kanute sono andati in fuga guadagnando una trentina di secondi all’ingresso in T2.
Il sudafricano Murray, dopo poche centinaia di metri, ha raggiunto  e staccato l’americano e, poco dopo ha fatto la stessa cosa con il danese, andando in solitaria a vincere la gara. Schilling ha resistito al ritorno di un gruppo di una dozzina di atleti aggiudicandosi il secondo gradino del podio, mentre al terzo posto si classifica Pevtsov. Secchiero è partito molto forte dalla T2 e viaggiato in coda al gruppetto che si disputerà i posti dal 4° al 10°, ma ha rallenta nel corso del 2° dei 3 giri: lo splendido finale di gara non gli permette che di arrivare 21° al termine di una prova decisamente positiva, ma che gli consente di guadagnare solo un centinaio di punti in funzione olimpica. Anche Facchinetti ha corso bene. Dopo una partenza prudente, ha  recuperato posizioni su posizioni e si è piazzato al 25° posto. Per entrambi una buona prestazione anche se per puntare alla qualificazione olimpica servono prestazioni eccezionali.
Uccellari, colpito da un attacco di febbre alta nei primi giorni della settimana e sfebbrato completamente solo venerdì mattina, ha saggiamente deciso di non prendere parte alla competizione e di recuperare con calma in vista della WTS della prossima settimana in Australia dove ci sarà la seconda prova di WTS in Gold Coast."

Resoconto ITU: triathlon.org

2016 New Plymouth ITU Triathlon World CupElite Men : Results

PosFirst NameLast NameCountryTimeSwimT1BikeT2Run
1 Richard Murray RSA 0:53:08 0:09:42 0:00:29 0:28:13 0:00:21 0:14:20
2 Andreas Schilling DEN 0:53:28 0:09:49 0:00:31 0:27:34 0:00:25 0:15:08
3 Rostyslav Pevtsov AZE 0:53:32 0:09:55 0:00:30 0:28:06 0:00:26 0:14:32
4 Ryan Sissons NZL 0:53:33 0:09:47 0:00:25 0:28:16 0:00:24 0:14:39
5 Marten Van Riel BEL 0:53:34 0:09:40 0:00:33 0:28:15 0:00:22 0:14:42
6 Ivan Ivanov UKR 0:53:35 0:09:52 0:00:29 0:28:11 0:00:24 0:14:38
7 Ron Darmon ISR 0:53:37 0:09:44 0:00:31 0:28:13 0:00:22 0:14:45
8 Irving Perez MEX 0:53:37 0:09:45 0:00:31 0:28:13 0:00:24 0:14:42
9 Bob Haller LUX 0:53:42 0:09:52 0:00:31 0:28:03 0:00:21 0:14:53
10 Gregory Billington USA 0:53:43 0:09:42 0:00:33 0:28:17 0:00:25 0:14:44

2016 New Plymouth ITU Triathlon World Cup : Apr 03 2016 : Elite Women : Results

PosFirst NameLast NameCountryTimeSwimT1BikeT2Run
1 Gwen Jorgensen USA 0:58:51 0:10:30 0:00:29 0:31:28 0:00:29 0:15:54
2 Andrea Hewitt NZL 0:59:13 0:10:40 0:00:35 0:31:04 0:00:28 0:16:24
3 Kirsten Kasper USA 0:59:20 0:10:29 0:00:32 0:31:21 0:00:24 0:16:32
4 Mari Rabie RSA 0:59:28 0:10:27 0:00:30 0:31:22 0:00:27 0:16:39
5 Miriam Casillas García ESP 0:59:38 0:10:42 0:00:27 0:31:13 0:00:28 0:16:46
6 Amelie Kretz CAN 0:59:42 0:10:35 0:00:34 0:31:14 0:00:24 0:16:53
7 Arina Shulgina RUS 0:59:56 0:11:11 0:00:32 0:31:30 0:00:27 0:16:13
8 Summer Cook USA 1:00:02 0:10:27 0:00:36 0:32:16 0:00:28 0:16:12
9 Ainhoa Murua ESP 1:00:06 0:10:38 0:00:35 0:31:09 0:00:27 0:17:15
10 Agnieszka Jerzyk POL 1:00:08 0:10:38 0:00:31 0:31:15 0:00:26 0:17:16

wc NewPlymouth men 025

wc NewPlymouth women 031

/>