Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

La Spagna vince il Mondiale Staffetta Mista Junior/U23 a Cozumel, Italia 10^

images/2015/loghi_FITRI_/logo_ITU_piccolo.jpg
wts cozumel staffetta mix Spagna
 
 
Flash: La Spagna conquista il titolo mondiale a squadre di Staffetta Mista Junior/Under23 a Cozumel (Mex) e vince con i suoi Ines Santiago, Antonio Serrat Seoane, Cecilia Santamaria Surroca e David Castro Fajardo su Gran Bretagna ed Australia. L'Italia con i suoi Sara Papais, Gianluca Pozzatti, Verena Steinhaueser e Delian Stateff conclude 10^. 
Il commento del DT Mario Miglio delle gare Under23 : 
 
"Le gare sono state caratterizzate da un gran caldo e da un tasso di umidità che ha messo a dura prova gli atleti. 
 
La gara maschile ha avuto un nuoto molto più lungo del previsto che tuttavia non ha fatto selezione, probabilmente perché la forte corrente contraria che gli atleti hanno trovato sul rettilineo di gara più lungo ha indotto tutti alla prudenza. Dopo la T1, nel corso del primo degli 8 giri di ciclismo, si sono formati tre gruppi a pochi secondi di distanza l'uno dall'altro. Pozzatti, grazie al buon nuoto si è inserito nel primo gruppo dei fuggitivi, Chitti nel secondo, mentre Stateff ha concluso la prima frazione in grave difficoltà ed è stato costretto ad abbandonare la gara nei primi km di ciclismo. Nel corso del secondo giro il secondo gruppo, quello in cui pedalava Chitti, ha raggiunto il primo ma il nostro atleta è stato vittima di una caduta che l'ha visto prontamente rialzarsi e riprendere la gara con il gruppo che seguiva. A metà della prova ciclistica si formava un nuovo gruppone di testa che comprendeva i nostri due rappresentanti. Chitti, che pedalava nelle retrovie, perdeva nuovamente contatto nei giri successivi, mentre Pozzatti concludeva la frazione ciclistica con il gruppo di testa. Nell'ultima prova il rappresentante del CUS Trento è riuscito a esprimersi ai suoi livelli cogliendo un discreto 17° posto che conferma il suo talento e le grandi possibilità di crescita che questo atleta possiede e che, con la crescita delle sue capacità di allenamento, saprà trasformare in risultati agonistici di valore. Chitti chiude lontanissimo dai primi, 47°, con una prova podistica incolore, mentre Stateff, che in allenamento ha dimostrato più volte di saper fare cose straordinarie, ha bisogno di trovare la tranquillità necessaria per affrontare gli appuntamenti importanti nel migliore dei modi senza vanificare tutti gli sforzi profusi nella preparazione.
 
La gara femminile è partita alle 7.30 di mattino con una temperatura che gradualmente è andata salendo nel corso della gara e che ha costretto le ragazze a correre la frazione podistica con molto caldo e umidità. Sara Papais e Verena Steinhauser si sono espresse al meglio nel corso di tutta la gara, con la altoatesina che è stata coinvolta in una caduta, dalla quale è uscita indenne, ma che le ha fatto perdere terreno prezioso nei confronti delle avversarie con cui pedalava fino a quel momento. Il decimo posto di Papais rappresenta una ulteriore conferma della continua crescita di questa ragazza che si fa sempre trovare pronta nelle occasioni che contano. Brava anche Verena che chiude al 19° posto con una corsa dignitosa che non l'ha mai vista arrendersi malgrado la sfortuna.
La staffetta ci ha collocato al decimo posto di una classifica in cui erano presenti tutte le più forti rappresentative al mondo. Qualcuno dei nostri ragazzi ha pagato un po' di stanchezza per la gara individuale, anche se la prova di tutti è stata dignitosa e i distacchi dalle formazioni che ci precedono sono veramente esigui".
 
PosTeamNameCountry TimeLeg 1Leg 2Leg 3Leg 4
1 Team I Spain ESP 01:06:29 00:17:39 00:16:04 00:17:33 00:15:14
2 Team I Great Britain GBR 01:06:33 00:18:01 00:15:30 00:17:45 00:15:18
3 Team I Australia AUS 01:06:37 00:17:42 00:15:50 00:17:36 00:15:31
4 Team I United States USA 01:06:43 00:17:56 00:15:55 00:17:13 00:15:41
5 Team I Russia RUS 01:06:46 00:18:09 00:15:36 00:17:25 00:15:38
6 Team I Canada CAN 01:06:56 00:17:52 00:15:49 00:18:07 00:15:11
7 Team I France FRA 01:06:57 00:17:38 00:15:53 00:18:02 00:15:25
8 Team I Japan JPN 01:07:06 00:17:52 00:15:41 00:18:02 00:15:33
9 Team I Switzerland SUI 01:07:09 00:18:00 00:15:45 00:18:01 00:15:24
10 Team I Italy ITA 01:07:22 00:18:02 00:15:45 00:18:02 00:15:34
 
LegFirst NameLast NameCountry TimeSwimT1BikeT2Run
1 Sara Papais ITA 00:18:02 00:03:14 00:01:00 00:08:02 00:00:27 00:05:21
2 Gianluca Pozzatti ITA 00:15:45 00:02:52 00:00:50 00:07:03 00:00:25 00:04:37
3 Verena Steinhauser ITA 00:18:02 00:03:21 00:00:58 00:07:54 00:00:27 00:05:22
4 Delian Stateff ITA 00:15:34 00:02:57 00:00:56 00:07:18 00:00:25 00:04:00
 
 
wts cozumel staffetta mix partenza
 
 

 

Spain scores ITU Triathlon Under23/Junior Mixed Relay World Championship win

Cozumel, Mexico - In a thrilling hour of racing that saw constant lead changes until the very last second, Spain proved victorious in the 2016 ITU Under23/Junior Mixed Relay World Championships on Saturday in Cozumel, just edging Great Britain and Australia for the win. The British team took silver, followed by the Australians.

Each relay member completed a 250m swim, 5km bike and 1.6km run tagging off in order of woman-man-woman-man.

On the first leg, Spain’s Ines Santiago tagged off to teammate Antonio Serrat Seoane just seconds ahead of France, followed by Korea, but only 30 seconds separated a whopping 15 teams.

It was then Australia, New Zealand, Japan and France that took off on their bikes first in the second leg, with a cluster of teams on their heels. Although Mathew Baker (AUS), Tom Richard (FRA), and Tayler Reid (NZL) got their relays a small lead onto the run, Great Britain’s Ben Dijkstra ran through the field to put the Brits back in the mix, tagging off in third just seconds behind.

Although Australia, Great Britain, France and Japan got to their bikes first with the third relay member, the women’s Junior World Champion Taylor Knibb (USA) worked her prowess on the bike to bridge up. She then bypassed the competition just like she did when she won her world title to tag off to Austin Hindman, himself also the 2016 Junior World Champ.

Hindman hung onto the lead through the swim and onto the bike for a four-second lead over Australia and Spain.

After a disappointing showing in the men’s Under23 race, David Castro Fajardo (ESP) redeemed himself with a dominating performance in Mixed Relay, moving Spain into the lead on the bike as the anchor of the Spanish team. Calum Johnson (GBR) joined Castro in passing Hindman when their feet hit pavement.

Castro and Johnson ran stride for stride on the short run, but Castro was able to hold off the Brit in a sprint finish to take the World Championships for Spain. Great Britain flew over next for silver, followed by Australia in bronze.

2016 ITU World Triathlon Grand Final - U23 & Junior Mixed Relay
250m swim, 5km bike, 2.5km run

1 Team I Spain ESP 01:06:29
2 Team I Great Britain GBR 01:06:33
3 Team I Australia AUS 01:06:37
4 Team I United States USA 01:06:43
5 Team I Russia RUS 01:06:46
6 Team I Canada CAN 01:06:56
7 Team I France FRA 01:06:57
8 Team I Japan JPN 01:07:06
9 Team I Switzerland SUI 01:07:09
10 Team I Italy ITA 01:07:22

ITU NewsSpain scores Under23/Junior Mixed Relay World Championship win