Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Aurelien Raphael (FRA) e Summer Cook (USA) conquistano Tongyeong, ottimi 5^ Verena Steinhaueser e 6° Massimo De Ponti e’ top ten azzurra in Coppamondo Sud Corea. Olmo 11^ e Barnaby 16°, tutti i piazzamenti degli italiani.

images/IMG_7907.jpg

image011


Il francese Aurelien Raphael e la statunitense Summer Cook conquistano la medaglia d’Oro nella penultima prova di Coppa del Mondo di Triathlon della stagione, a Tongyeng, gara su distanza sprint, disputata questa notte in Sud Corea: gradino più alto del podio per il francese Rapahel,  al suo primo Oro in World Cup, che arricchisce con il metallo più prezioso il suo palmares internazionale grazie ad una superba prova di corsa, dopo una gara tutta in controllo ed in attesa di sfoggiare una grande performance finale a piedi.

Riconferma per l’americana Summer Cook al suo secondo Oro in World Cup nel 2017 e che torna a vincere  a Tongyeng anche quest’anno, ‘ripetendosi’ dopo la vittoria dell’edizione 2016: protagonista fin dalle prime bracciate a nuoto e sempre tra le prime  in bici, ha rimarcato la sua leadership nei 5 km finali di corsa tagliando il traguardo in 57.44 con un vantaggio di 6” sulla seconda avversaria: il podio femminile si completa con la nipponica Ai Ueda medaglia d’argento e con la belga Claire Michel, medaglia di bronzo.

In campo maschile, alle spalle di Raphael, vincitore in 52.00 è il forte Rostislav Pevtsov (Aze) a 2” dietro al francese con cui ha duellato per l’intera corsa e terzo al traguardo, medaglia di Bronzo, Martin Van Riel che regala al Belgio la prestigiosa doppietta sul podio di coppamondo e  si aggiudica la seconda medaglia consecutiva in World Cup, dopo il  recente argento conquistato a Sarasota.

 

Centrata la top ten azzurra con l’ottimo 5° posto di Verena Steinhauser (The Hurricane)  e con il brillante 6° del carabiniere Massimo De Ponti che si impone e si mette in evidenza nella frazione finale a corsa.

“Verena ha realizzato una buona gara: sempre davanti a nuoto e in bici, ha concluso la sua prova con il 5° posto in volata” ci dice il team leader Andrea Gabba – “ed altrettanto buona la prova di un ‘solido’ Massimo De Ponti, che porta a casa questo importante 6° piazzamento”.

Per Angelica Olmo (C.S.Carabinieri) l’11^ posizione e per Gregory Barnaby (707) la 16^ :

“Molto bene Angelica nelle prime due frazioni, per Gregory  buon andamento dell’intera gara, uscito per primo dalla T2 ha ‘pagato’ un po’ nell’ultimo chilometro a piedi. Bilancio positivo per i due atleti che  concludono inserendosi nella top 20 della classifica generale”. 20° posto per la portacolori della TD Rimini Giorgia Priarone, rimasta fin dalla prova iniziale del nuoto  nel secondo gruppo delle inseguitrici.


Il portacolori delle Fiamme Azzurre,  Delian Stateff , giunge al traguardo 29°:

“Da segnalare per Stateff una caduta in T2 che gli ha compromesso la posizione della classifica finale: peccato perché fino ad allora aveva condotto molto bene la sua gara, ottimo nel nuoto e concreto nel ciclismo, impossibile il recupero nella corsa per il risentimento al polpaccio causato dalla caduta” – ci dice Gabba.


Giornata NO per Alessandro Fabian (C.S.Carabinieri), che chiude 39°, mai entrato praticamente in gara, con avvio già che lasciava intendere una competizione non ai suoi livelli:  muta che si è rotta prima della partenza della prova, nuoto non bene ed il resto della competizione in cui non è riuscito ad esprimersi:  “Alessandro Fabian non ha cercato giustificazioni, al termine della gara ha subito detto che non si sentiva in buona condizione, non aveva le gambe in bici e non ha cercato scuse… Nell’ultima frazione podistica ha ‘dato l’anima’  per la 30esima posizione, ammirevole la sua grinta nel lottare fino alla fine e bell’esempio per i più giovani”.

 

Cronaca gara 

 

 

Classifiche:

Elite Men

1.

Aurelien Raphael

FRA FRA Flag

00:52:00

2.

Rostislav Pevtsov

AZE AZE Flag

00:52:02

3.

Marten Van Riel

BEL BEL Flag

00:52:09

4.

Sam Ward

NZL NZL Flag

00:52:14

5.

Brandon Copeland

AUS AUS Flag

00:52:20

6.

Massimo De Ponti

ITA ITA Flag

00:52:23

7.

Roberto Sanchez Mantecon

ESP ESP Flag

00:52:23

8.

Daniel Hoy

NZL NZL Flag

00:52:24

9.

Andreas Schilling

DEN DEN Flag

00:52:26

10.

Simon Viain

FRA FRA Flag

00:52:28

16° Gregory Barnaby (ITA) 52.44

29° Delian Stateff (ITA)  53.38

39° Alessandro Fabian (ITA) 54.22


Elite Women

1.

Summer Cook

USA USA Flag

00:57:44

2.

Ai Ueda

JPN JPN Flag

00:57:50

3.

Claire Michel

BEL BEL Flag

00:58:20

4.

Rebecca Spence

NZL NZL Flag

00:58:28

5.

Verena Steinhauser

ITA ITA Flag

00:58:28

6.

Nicole Van Der Kaay

NZL NZL Flag

00:58:28

7.

Yuko Takahashi

JPN JPN Flag

00:58:33

8.

Taylor Spivey

USA USA Flag

00:58:39

9.

Emma Jackson

AUS AUS Flag

00:58:48

10.

Juri Ide

JPN JPN Flag

00:58:52

  1. Angelica Olmo (ITA) 58.58
  2. Giorgia Priarone (ITA) 1.00.50

 

 

Classifiche complete