Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Inattaccabile Brownlee, Alistair conquista l'oro mondiale a Kitzbuhel , argento per il giovane 'fenomeno' Mario Mola e bronzo all'esperto Riederer.

I piazzamenti azzurri: Alberto Casadei 34° e Giulio Molinari 38°.
Un'incredibile vittoria quella del super campione britannico Alistair Brownlee , 'incredibile' per la potenza che ha saputo esprimere nella sua grande performance che gli regala la 14^ medaglia mondiale e la 4^ della sua carriera proprio a Kitzbuhel: una vittoria da 'solista' in questa gara durissima, caratterizzata da un percorso ciclistico con il 22% di pendenza e dalla presenza di tanti atleti prestigiosi pronti a dargli battaglia fino all'ultimo metro. Ma la sua gara è stata come al solito superiore a quella di chiunque altro concorrente ed è stato protagonista impeccabile dalla stoffa olimpica, vincitore anche in questo percorso 'folle' come è stato definito dagli stessi atleti: i primi 750m a nuoto nel lago Schwarzsee per poi affrontare difficoltà notevoli con gli 11,55 km mozzafiato in bici tutti in salita e con l'ultimo chilometro con il 17- 22 % di dislivello; infine, 2,55 km di corsa, con 136 metri di dislivello subito all'uscita della T2! E Brownlee sempre brillante ed incalzante, non ha mai rallentato il ritmo fino al traguardo.

Ma alle spalle di Bronwnlee, anche un giovane ed insidioso 'fenomeno' , lo spagnolo Mario Mola che ha vinto la medaglia d'Argento a 37'' di distacco dallo stellare vincitore, sorprendendo e mostrando in questo difficile podio mondiale il suo talento. Recente medaglia di bronzo europea alle spalle del nostro azzurro Alessandro Fabian, il 23enne Mola ha 'capitalizzato' a Kitzbuhel la sua seconda medaglia d'argento mondiale elite della carriera, dopo quella vinta ad Auckland in apertura di ITU World Series 2013: un Mario Mola che ha espresso nella tappa austriaca uno straordinaria crescita tecnica, determinazione e bravura.

Terzo al traguardo, l'esperto e 'affidabile' Sven Riederer, capace di resistere ad un percorso durissimo ed all'attacco per la conquista della terza piazza del sudafricano Henri Schoeman, che ha dovuto cedere comunque al 32enne svizzero vincitore della medaglia di bronzo mondiale.

L'atteso duello tra i due favoriti Brownlee e Javier Gomez non c'è stato, lo spagnolo ha subìto troppo la durezza del percorso ciclistico, lasciandosi staccare, non in grado di tenere il ritmo dell'avversario inglese, così e Gomez si è dovuto accontentare della 13^ posizione di classifica.

I nostri azzurri Alberto Casadei (GS Fiamme Oro) e Giulio Molinari (CS Carabinieri) si sono piazzati rispettivamente 34° e 38°: per entrambi una buona prova iniziale di nuoto - Molinari è uscito a 15'' dal primo e Casadei a 35'' - il successivo percorso ciclistico così particolare, ha imposto una severa selezione che non ha consentito ai due atleti di tentare il recupero con la frazione finale di corsa.

Podio:
1 Alistair Brownlee GBR 55.23
2 Mario Mola ESP 56.00
3 Sven Riederer (SUI) 56.46
34 Alberto Casadei ITA 1.01.01
38 Giulio Molinari ITA 1.01.22

triathlon.org/results