Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Nicola Spirig (Sui) conquista Madrid con un fantastico sprint finale, Alice Betto 35^


Un fantastico sprint negli ultimi metri ha fatto vincere alla svizzera Nicola Spirig la ITU World Series di Madrid; alle sue spalle una velocissima Aileen Morrison (Irl) capace di un importante recupero nella frazione di corsa e terza sul podio la cilena Barbara Riverso Diaz, sempre tra le protagoniste di questa gara.
Un 35° posto per Alice Betto (DDS), che probabilmente non sarà sufficiente per recuperare quei punti che la lasciavano, prima di Madrid, quarta tra le escluse dal rank di qualificazione olimpica.
Siamo in attesa della pubblicazione della graduatoria ufficiale definitiva da parte dell'ITU che al momento attribuisce alla Betto la seconda posizione tra le escluse.

Bene nel nuoto, uscita da una prima transizione cruciale agganciando ed inserendosi subito nel gruppo leader di circa 20 atlete, Alice è rimasta così per l'intera frazione ciclistica, determinata e concentrata.
Nell'ultimo giro in bici il gruppo leader è stato ripreso dalle inseguitrici ed in T2 sono entrate in circa 40 concorrenti. Con i primi velocissimi metri, subito una importante selezione con circa 7, 8 atlete in testa, tra loro la cilena Riveros Diaz, la spagnola Murua, la svizzera Spirig, l'austriaca Haug, l'olandese Klamer e man mano, in avvicinamento con una eccellente progressione, l'irlandese Morrison che ha raggiunto le prime e dettato il ritmo per la seconda metà della frazione podistica. Ma un'esperta Spirig ha saputo prendere il volo, al momento giusto, negli ultimi metri, artefice di uno sprint finale che ha sorpreso le sue dirette avversarie regalandole l'oro.
Alice, scesa dalla bici, ha lottato strenuamente per tutti e 10 i chilometri a corsa, ma non ha potuto esprimere i suoi livelli pagando con una condizione fisica non adeguata dopo il forzato stop dalle gare.

"Alice ha fatto e dato il massimo in questa tappa mondiale, resa così difficile dall'ennesimo infortunio che ha penalizzato questa atleta validissima - è il commento flash del CT Sergio Contin - un plauso al grande carattere di questa ragazza, che ci ha fatto vedere per tre quarti di gara, di poter essere protagonista".

Podio
1 Nicola Spirig (SVI)
2 Aileen Morrison (Irl)
3 Barbara Riveros Diaz (Chi)