Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Mazzetti è Medaglia di Bronzo!

TuttoEuropei: il resoconto della 1^ giornata di gare femminili Elite e Junior e le gare Age Group
GARA ELITE FEMMINILE

Regina d’Europa Nicole Spirig vince l’Oro, Anna Maria Mazzetti è splendido Bronzo.
Emozioni europee, il triathlon rosa ci fa sognare, Mazzetti sul podio, Bonin è top ten 7^ e Petrini 15^. Betto ritirata per risentimento da freddo.

Splendida medaglia di bronzo per l’azzurra delle Fiamme Oro, Anna Maria Mazzetti che ha conquistato oggi a Kitzbuhel (AUT) il terzo gradino del podio europeo, alle spalle della vincitrice, la medaglia olimpica di Londra 2012, Nicole Spirig (Sui) e la tedesca Sophia Saller, medaglia d’argento.

Bravissima e decisa  Mazzetti che ritroviamo nuovamente sul podio europeo dopo 3 anni, il primo è stato nel 2011 , una ‘Annina’ che questa medaglia l’ha sudata, cercata e finalmente trovata, dopo averla sfiorata lo scorso anno con il 4° posto ad Alanya. Commossa, felice, provata dal freddo che ha sofferto molto in questa gara, dedica questo risultato alla sua famiglia, ai suoi compagni di squadra, a tutti coloro che le stanno vicino. “E’ stato un periodo difficile quello dei mesi passati e questo momento è importante perché inizio a raccogliere le prime concrete soddisfazioni”. Brava Mazzetti che torna sulle scene internazionali in un podio che ha anche un ‘sapore olimpico’ vista la vittoria dell’inossidabile svizzera Nicole Spirig.

Ma oltre a questo prestigioso Bronzo,  soddisfazione per le altre prestazioni del nostro Triathlon Rosa, che oggi ha imposto le atlete italiane in posizioni di classifica importanti:  in particolare, una sempre più in crescita Charlotte Bonin (GS. Fiamme Azzurre), che ha conquistato dopo un ottimo nuoto  e ciclismo (e tra l’altro, dopo una caduta che l’ha coinvolta insieme alla Petrini) un bellissimo 7° posto, inserendosi  di prepotenza nella top ten elite europea; così anche per Elena Maria Petrini (Minerva Roma), per il suo indicativo 15° piazzamento, che la ripropone nella scena agonistica internazionale. 

Peccato per l’ottima Alice Betto che uscita seconda dal nuoto e prima dalla T2, appena fatti i primi passi a corsa si è dovuta fermare per un risentimento fisico dovuto probabilmente al freddo.
La cronaca di gara ha offerto tante emozioni, un europeo tutto d’un fiato che è stato all’insegna del tricolore fin dalla frazione natatoria con Betto e Bonin uscite davanti,  Petrini e Mazzetti a circa 30’’ dietro; a seguire, una frazione ciclistica iniziale che ha permesso alle ‘ritardatarie’ di riagganciarsi alle prime e nel corso della quale si è definito il gruppo di 12 leader, all’interno del quale sempre salde le nostre 4 azzurre ed ovviamente la campionissima Spirig - rientrata alle gare dopo oltre 1 anno di stop per maternità - la Klamer, la Philippin.
All’entrata della T2 Bonin e Petrini sono rimaste coinvolte in una caduta ed hanno perso posizioni, ma l’incidente non le ha fermate ed hanno proseguito con la corsa tutta in recupero.  All’uscita dalla T2, altro colpo di scena per l’Italia con Alice Betto che si è fermata e ritirata, invece  ben concentrata e decisa a volare verso il podio Anna Maria Mazzetti, che fino a metà percorso è stata seconda davanti alla tedesca Philippin e dietro alla Nicole Spirig, quest’ultima imprendibile e dominatrice della giornata europea.
In progressione, a metà corsa, è giunta poi la tedesca Saller che ha superato la sua compagna di squadra, poi la Mazzetti e si è fermata 2^ davanti alla nostra azzurra, impossibilitata a raggiungere la campionessa olimpica Spirig, avanti con un notevole vantaggio; Anna  Mazzetti ha mantenuto ben stretta la sua terza posizione concretizzando così il suo sogno di una nuova e medaglia europea, tagliando il traguardo 3^; dietro, un grande e generoso recupero delle due azzurre, in primis Bonin capace di risalire fino al 7° posto dopo l’incidente in zona cambio che l’aveva fatta uscire tra le ultime ed altrettanto brava, in recupero, Elena Maria Petrini che ha concluso 15^.
News su ANSA
Gazzetta dello Sport 21.06.2014
News Polizia di Stato 30.06.14


Classifiche complete

Podio Elite Femminile
Pos First Name Last Name Country   Time Swim T1 Bike T2 Run
1 Nicola Spirig SUI 02:10:24 00:19:11 00:01:07 01:13:17 00:00:33 00:36:19
2 Sophia Saller GER 02:10:40 00:19:09 00:01:05 01:13:25 00:00:45 00:36:19
3 Annamaria Mazzetti ITA 02:10:58 00:19:06 00:01:04 01:13:26 00:00:35 00:36:51
Italiane in gara
Pos First Name Last Name Country   Time Swim T1 Bike T2 Run
3 Annamaria Mazzetti ITA 02:10:58 00:19:06 00:01:04 01:13:26 00:00:35 00:36:51
7 Charlotte Bonin ITA 02:11:53 00:18:20 00:01:07 01:14:10 00:00:58 00:37:21
15 Elena Maria Petrini ITA 02:13:55 00:19:05 00:01:02 01:13:27 00:00:46 00:39:37
DNF Alice Betto ITA 00:00:00 00:18:17 00:01:04 01:14:11 00:00:38 00:00:00
 
GARA JUNIOR FEMMINILE 

Laura Lindemann vince il titolo europeo junior, Angelica Olmo 7^
Nella ‘top 20’ le altre azzurre: 15^ Giulia Sforza e 20^ Luisa Iogna-Prat.

Nella gara junior femminile del campionato europeo di triathlon di Kitzbuhel (Aut), vittoria alla tedesca Laura Lindemann e doppietta francese con il secondo e terzo posto andato rispettivamente a Audrey Merle ed a Cassandre Beaugrand.
Per la nostra Angelica Olmo (Pianta Acqua) una significativa 7^ posizione, piazzamento che testimonia di un’Angelica sempre ben salda nel panorama della top ten delle protagoniste del triathlon junior europeo “Sono contenta della mia prestazione, è stata una gara durissima, ma ci sono stata sempre” dichiara.
Bene le altre italiane in gara, Giulia Sforza (Atletica Bellinzago)  e Luisa Iogna-Prat (TD Rimini) ,  che hanno concluso nella’ top 20’, rispettivamente 15^  e 20^.  Per l’esordiente Alessandra Tamburri (Minerva Roma), dopo un buon avvio nel nuoto ed un buon ciclismo fino a metà gara, purtroppo  è stata ‘tradita’ da una caduta e si è dovuta ritirare.
La cronaca della gara ha fatto registrare una prova di nuoto che ha subito indicato il gruppo delle protagoniste: uscite per prime dall’acqua e dalla T1, infatti , sono state la tedesca Lindemann, la britannica Coldwell, la danese Kristensen, le 2 francesi, in tutto 10 atlete, tra loro in evidenza anche la nostra azzurra Angelica Olmo.  Alle loro spalle, a circa  a circa 15/20 secondi, il gruppo di oltre una trentina di atlete, tra cui le nostre  Giulia Sforza e Iogna-Prat che hanno proseguito così fino a conclusione della gara ciclistica, resa sempre molto insidiosa per l’asfalto bagnato, causa la pioggia battente dell’intera giornata. Le  8 leaders della frazione, sono entrate e poi rapidamente riuscite dalla T2 con oltre un minuto e mezzo di vantaggio sulle altre: nella corsa, fin dai primi metri, la tedesca Lindemann e le due francesi, hanno subito imposto ritmi imprendibili, volando in avanti e segnando definitivamente il loro distacco dalle altre concorrenti; Angelica Olmo ha mantenuto il suo passo, pagando un po’ il duro lavoro del ciclismo  ed è giunta al traguardo 7^.
Podio Junior Femminile
Pos First Name Last Name Country   Time Swim T1 Bike T2 Run
1 Laura Lindemann GER 01:03:14 00:08:54 00:01:04 00:35:52 00:00:30 00:16:55
2 Audrey Merle FRA 01:03:19 00:09:11 00:01:04 00:35:36 00:00:31 00:16:59
3 Cassandre Beaugrand FRA 01:03:29 00:09:09 00:00:59 00:35:46 00:00:33 00:17:04
Italiana in gara
Pos First Name Last Name Country   Time Swim T1 Bike T2 Run
7 Angelica Olmo ITA 01:05:11 00:09:11 00:01:01 00:35:37 00:00:34 00:18:49
15 Giulia Sforza ITA 01:06:49 00:09:37 00:01:10 00:36:34 00:00:32 00:18:58
20 Luisa Iogna-prat ITA 01:07:08 00:09:36 00:01:12 00:36:33 00:00:31 00:19:17
DNF Alessandra Tamburri ITA 00:00:00 00:09:32 00:01:17 00:00:00 00:00:00 00:00:00
 
GARA AGE GROUP

Age Group Italia, 1 oro con Isacco Andrenucci!

Riconferma delle belle medaglie vinte lo scorso anno nei mondiali di triathon a Londra, per Isacco Andrenucci (Oxygen) che oggi ha conquistato l’Oro nella sua categoria 25/29, dimostrando che  il suo talento lo continua a proiettare  in cima alle classifiche internazionali. Questa la medaglia nella prima giornata di gare degli Age, sulla distanza sprint, domenica poi sara' la volta degli age group su distanza olimpica.
La mattina di gare  è iniziata prestissimo, e' stata la prima rassegna a prendere il via alle 8 e anche, come preannunciato dalle previsioni meteo, tanta pioggia ha fatto da protagonista, che ha reso ancor piu' difficile e tecnico il  percorso ciclistico, frazione che ha fatto davvero la differenza per tutti i concorrenti.

Ecco i piazzamenti di tutti gli Age Group Italia:

UOMINI
(25/29)
14° Matteo Pittalunga (T.Genova)                                

(35/39)
36° Alessio Gazzotti (Triathlon Team Avia Pervia)                 

(40/44)
53°  Marco Bucci (Triathlon Team Ravenna)                     
59° Luca De Montis (Triathlon Team Ravenna)                   

(45/49)
9°  Lorenzo Boni (Cus Torino Triathlon)  
63° Attilio Sigona (Road Runners)                                                             

(55/59)
6°  Gianfranco Coppa (S.S. Lazio)                                       
17° Raffaele Buonocore (Canottieri Napoli Triathlon)
18° Stefano Diana (Triathlon Genova)

(70/74)
12° Roberto Scaglianti (Cus Ferrara Triathlon)                            

DONNE

(40/44)
24^ Arianna Laghi (Triathlon Team Ravenna)                    
28^ Daria Salsi  (Triathlon Team Ravenna)        

(45/49)               
24^ Ada Ventura  (Torino Triathlon)                  
10^ Silvia Gallina (Los Tigres)