Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Il Triathlon 'in vetrina' a Cremona con il Panathlon Club


Il triathlon è stato protagonista di un doppio appuntamento organizzato dal Panathlon Club Cremona e realizzato grazie alla collaborazione del delegato provinciale della Fitri Aldo Basola, lo scorso martedì 16 marzo. A trattare il tema "Conosciamo il triathlon" è stato invitato il presidente della Federazione Renato Bertrandi, oltre alle due società cittadine - il Triathlon Cremona Stradivari e il Triathlon Duathlon Cremona - ed a tre atleti elite del team Stradivari, Vladimir Polikarpenko, Martina Dogana e Veronica Signorini.
Il primo appuntamento della giornata si è svolto presso la redazione del quotidiano "La Provincia" ed è stato una tavola rotonda coordinata dai giornalisti Luca Puerari e Giorgio Barbieri che hanno sollecitato i protagonisti del forum sui vari aspetti del mondo della triplice. Ampio risalto sarà dato a questo incontro con un'uscita interamente dedicata al triathlon da parte di "Mondo Padano", inserto con cadenza quindicinale del quotidiano "La Provincia".
I protagonisti si sono poi spostati presso il centro sportivo Stradivari ospiti della conviviale dei soci del Panathlon Club Cremona. Molto apprezzato è stato l'intervento del presidente Renato Bertrandi, che ha presentato nel suo discorso l'impronta del mondo della triplice, e grande interesse nei soci Panathlon hanno destato gli interventi di Martina Dogana e Vladimir Polikarpenko, che hanno fatto emergere con il racconto delle loro esperienze gli aspetti tecnici ed i valori morali di questo sport. Il presidente del Triathlon Cremona Stradivari Massimo Ghezzi ha evidenziato quanto il triathlon si sia fortemente radicato nel territorio cremonese. E' stata quindi una vetrina per fare conoscere la multidisciplina in ogni aspetto, un'occasione di visibilità molto importante, in un discorso di diffusione continua che è fondamentale per il mondo del triathlon.