Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Try Duathlon, il sabato giovanile organizzato dalla Minerva Roma


Finalmente una splendente giornata ha inondato di sole la "prima" dello Stadio dei Marmi a Roma. Frutto di un'idea di Marco Comotto, Presidente della Minerva Roma nonché del comitato regionale del Lazio, questa nuova manifestazione denominata "TRY DUATHLON" si affianca con onore al DRG (Duathlon Roma Giovani) di Caracalla, l'evento nazionale organizzato dalla Minerva nel 2006 e 2007.

Dalla suggestiva cornice della Roma antica, che richiamò a raduno tutta l'Italia per contendersi i titoli nazionali di Duathlon, siamo passati oggi all'impareggiabile scenario del Foro Italico, dove gli atleti del Lazio insieme ai Toscani di Grosseto e di Massa Carrara, e ai migliori giovanissimi di Napoli e Lecce, si sono trovati a gareggiare sabato 13 marzo.

Sono partiti per primi gli Youth A con una nuova gara ad eliminazione su due prove - qualificazione e finale - a cui hanno fatto seguito le gare dei Cuccioli, degli Esordienti e dei Ragazzi i quali hanno incamerato altri preziosi punteggi in questa terza prova valida per il circuito regionale laziale 2010.

Tutto si è svolto secondo programma grazie allo Staff della Minerva, tecnici, genitori e atleti, che hanno lavorato con entusiasmo per realizzare questo splendido evento giovanile.

Grazie ai partner storici della Minerva (GMA - PLASTOFER - SEMATRON - PRO-BIKE) - e alle new entry che hanno creduto nella realizzazione della nuova manifestazione (NWSport - BENEGUM JUNIOR - FOOTWORKS ROMA) si è riusciti ad offrire ai giovani atleti e ai loro genitori una gara in piena sicurezza, di grande visibilità, che ha di certo risvegliato in tutti l'importanza della salute fisica e morale che deriva dalla pratica di uno sport come il nostro.