Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Triathlon Off Road Lago Moro: De Paoli e Cibin, i campioni italiani impongono la propria leadership

images/2015/foto_news/2015_varie/xlagomoro.jpg

/>Giornata perfetta a Darfo Boario (BS) per la prima edizione a cura di Eco race Events del Triathlon Off Road Lago Moro. Un nuovo gustosissimo evento che ha arricchito quest’anno il già ricco menu di EcoRace.

Sugli spettacolari tracciati di 1.0 km nuoto– 21 km bici – 6 km corsa, disegnati interamente nella splendida cornice del territorio di Darfo Boario Terme in provincia di Brescia, sono stati i Campioni Italiani in carica a dominare le gare maschile e femminile.

Mattia De Paoli e Monica Cibin hanno imposto il proprio volere su un parterre di avversari agguerriti e tecnicamente temibili.

Nella prova maschile il primo a entrare in T1 è Matteo Annovazzi per il Peperoncino Triathlon, seguito a pochi secondi da Michael Guzzi per il Triathlon Bergamo. Sono 25” circa i secondi di ritardo all’uscita all’acqua dalla testa della corsa di Mattia De Paoli. Le asperità tecniche della frazione ciclistica mettono subito in evidenza i valori degli specialisti e De Paoli recupera rapidamente il gap portandosi a condurre la prova fin dal primo dei due giri previsti. Alle sue spalle grande frazione del canturino Gattavecchia che addomestica con estrema facilità un tracciato tutt’altro che semplice e si porta in seconda posizione. Alle sue spalle il compagno di squadra della Pool Cantù 1999 Fausto Fognini non molla un colpo. L’ingresso in T2 di De Paoli è assolutamente in solitaria con oltre due minuti sui diretti inseguitori. Fin dai primi metri di corsa invece Gattavecchia accusa alcuni problemi fisici ed è costretto al ritiro. Subentrano in un a lotta serrata per i due restanti gradini del podio Fausto Fognini e Francesco Figini, capaci di mantenere saldamente il distacco sulle posizioni di classifica alle loro spalle. La vittoria di Mattia De Paoli è annunciata e confermata e il podio è completato nell’ordine proprio da Fognini e Figini.

Tra le donne Monica Cibin non ha rivali e si permette di condurre in pieno agio tutta la gara. Protagonista di un’ottima frazione natatoria, la portacolori del Triathlon Novara si concede la comodità di condurre con prudenza tutto il ciclismo, senza correre rischi e portandosi in T2 con oltre dieci minuti su Greta Vettorata del Liger Team. Il traguardo conferma la Cibin come regina indiscussa di giornata e per l’argento saranno oltre 18 i minuti che dovranno passare per poter applaudire la Vettorata. Terza piazza per Silvia Ottaviano dell’Olimpic Triathlon

Si tratta di una piccola manifestazione che abbiamo scelto di organizzare – ha commentato il Direttore Tecnico di Eco Race Events Luca Lamera – non per fare numeri, ma per piena sintonia dell’evento con la vocazione che da sempre anima le iniziative di Eco Race Events. Eco Race promuove il concetto di ‘sostenibilità’ e rispetto dell’ambiente e questo triathlon totalmente green, per vocazione, paesaggi e modalità di fruizione, ha raccolto i favori di oltre settanta specialisti. Si tratta di numeri molto contenuti rispetto a quelli ai quali siamo abituati, ma siamo fieri di aver dato agli specialisti del triathlon off road, che sono ancora una esigua minoranza in Italia, la possibilità di testare la qualità organizzativa di una delle nostre gare. La presenza dei due campioni italiani e di alcuni atleti qualificati già per la finale mondiale di Maui ci riempie di orgoglio e ci lusinga’.

(Comunicato organizzazione)

- Classifica femminile
- Classifica maschile
- Classifiche staffette