Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

TriWeek di Lavarone: un fine settimana all'insegna dello Sport per tutti

images/2015/foto_news/foto_partenza_sabato_1_lavarone.jpg




Si è conclusa Domenica 30 Agosto la due giorni di gare organizzata dai 33 Trentini Triathlon, la Società di Rovereto guidata dallo storico Presidente Bommassar e dal suo Staff Direttivo.
Ben tre le gare svolte al Sabato: la staffetta vinta dal "trio" Filigrana-Andreolli-Broz, il triathlon sprint MTB vinto da Menditto Marta (SAI Frecce Bianche) e Sosniok Jakob (LC Bozen) ed il 33Kman dove nei 1.000 metri a nuoto seguiti da 25 chilometri di MTB e da 7 di corsa off road si è imposta Sara Tavecchio (Forhans Team) ; per gli uomini il gradino più alto del podio è andato invece a Mattia De Paoli, Campione Italiano della specialità su ruote grasse, che si è imposto su un lotto di concorrenti davvero di primo piano.
Domenica è stata la volta della distanza Olimpica classica con il nuoto sui 1.500 metri, i 40 chilometri per bici da corsa ed i 10 chilometri di corsa a piedi; qui ad imporsi nella classifica assoluta femminile sono stati Valentina Carta (Cremona Stradivari) nella categoria femminile e Massimo Cigana (Eroi del Piave) in quella maschile.
Va detto che, in entrambe le giornate, c'è stato spazio non solo per gli atleti e lo sport ma anche, sia sulle rive del lago che in appositi spazi ludici riservati, per il relax e il divertimento di spettatori appassionati ed accompagnatori di ogni età.
L'indagine di fine gara, che il Sodalizio roveretano avvia sempre per sondare il gradimento dei partecipanti e trarne eventuali correttivi per le successive edizioni, è stato davvero gratificante: l'apprezzamento primo è stato per l'ottimo "stato di salute" del lago di Lavarone, testimoniato tra l'altro dai nugoli di pesci che gironzolavano tra gli atleti in attesa della partenza (cosa molto tranquillizzante visto che, nella foga del nuoto, ogni tanto una bevutina...); apprezzatissimi poi dai concorrenti i percorsi che il Tecnico dei 33TT Alessio Volani ha disegnato per tutte le gare, sfruttando benissimo un ambiente naturalistico davvero di indubbia bellezza; le aree ludiche dove i più giovani hanno potuto "scatenarsi" in compagnia ma sotto la vigilanza di animatori competenti, ha quindi chiuso il cerchio di un apprezzamento generale per questa riuscita manifestazione.
Questo relativamente a quello che si è visto; quello che non si è visto ma che davvero è stato encomiabile, è stato l'impegno delle Istituzioni di Lavarone che ha avuto nei Dirigenti, nei Dipendenti e nei tantissimi Volontari la dimostrazione di voler fortemente promuovere l'immagine del proprio territorio, nell'interesse primo di tutte le strutture e le attività locali.
Artefice principale l'APT che, nei diversi incontri organizzativi precedenti la manifestazione, ha sempre e fortemente preteso la giusta considerazione per i propri Associati; è stata ovviamente una collaborazione fondamentale per i 33 Trentini che hanno avuto nella persona di Alberta Bertoldi in particolare, un supporto costantemente presente in orari e disponibilità andati sempre molto aldilà del mero dovere professionale.
Concludendo quindi tutto benissimo, una manifestazione che ha coinvolto atleti, famiglie, giovani e meno giovani in un ambiente naturalistico perfetto che ha lasciato a tutti, nel momento del rientro a casa, un ottimo ricordo e sicuramente la voglia di tornare.

(comunicato organizzazione)