Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Risti e Molinari vincono a Lodi

images/2015/foto_news/premiazione_minicuccioli.jpg


Nel week end del primo Triathlon di Lodi sabato si sono messe in luce le giovani promesse, mentre domenica le due piacentine hanno primeggiato tra le donne.

Lo scorso fine settimana il centro sportivo La Faustina di Lodi è stato invaso da circa 500 triatleti provenienti da tutto il Nord Italia. La manifestazione organizzata dal Piacenza Triathlon Vivo ha attirato atleti, appassionati e giovani promesse in grande numero. Sabato, giornata dedicata ai Kids e valida per il circuito Nord-Ovest, le presenze hanno toccato quota 300, con molte squadre al via con numerosi iscritti per ogni categoria (dai 6 ai 19 anni). Domenica le gare maschile e femminile avrebbero dovuto coinvolgere circa 200 atleti, ma, complice il nubifragio che si abbattuto sulla città lombarda e sembrava non concedere tregua, in tarda mattinata alcuni partecipanti hanno rinunciato alla partenza prevista per l'ora di pranzo.

La prima edizione del Triathlon Kids di Lodi è iniziata con la gara degli Youth, che dalle 10,30 si sono sfidati tra i 300 metri di nuoto nella piscina scoperta, i 6 km in bici e i 2 km di corsa. Successivamente è toccato alle categorie Ragazzi, Esordienti, Cuccioli e Minicuccioli, con le distanze che si sono fatte man mano più consone all'età dei partecipanti. I più piccoli hanno infatti gareggiato con dedizione tra i 25 metri in piscina, 250 metri in bicicletta e 100 metri di corsa. A fine giornata sono stati premiati i primi tre di ogni categoria e tutti gli atleti più giovani.

Il Triathlon Sprint di domenica, che avrebbe dovuto svolgersi sulle distanze di 750 metri a nuoto nella piscina all’aperto, 20 km in bicicletta con 3 giri da 6,5 km e i 5 km di corsa sulla pista ciclabile, ha dovuto fare i conti con il nubifragio che si abbattuto sulla città, rendendo scivolosi molti tratti dell'itinerario in bicicletta. Le condizioni del tragitto hanno persuaso l'organizzatore e il giudice della Federazione Triathlon a sospendere il tratto in bicicletta, trasformando di fatto la gara da triathlon ad aquathlon. La gran parte degli atleti, consapevoli che talvolta occorre fare i conti con i cambiamenti delle previsioni atmosferiche e abituati ad adattarsi alle avversità, ha sostenuto la prova di aquathlon con il massimo impegno, come testimoniano i risultati. Primo assoluto tra gli uomini si è classificato il favorito della vigilia, Ivan Risti del team DDS, seguito da compagno di squadra Andrea Alcaras e dal rappresentante del Raschiani Triathlon Pavese Leonardo Ballerini.

Al primo e al secondo posto assoluto tra le donne, due rappresentanti del Piacenza Triathlon Vivo: Tania Molinari e Alice Saltarelli. Il terzo posto è andato a Silvia Visaggi del Triathlon Torino.

(Comunicato organizzazione)