Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

I padovani Stefano Rigoni e Giulia Bedorin padroni del Triathlon Sprint Città di Caorle

images/2017/Gare/SILCA/Con_il_pettorale_174_Daniele_Luppari_con_un_gruppo_di_amici.jpg

581 MP TriathlonSprint Caorle Arrivo 300x296

I padovani Stefano Rigoni e Giulia Bedorin padroni del Triathlon Sprint Città di Caorle. Applausi per Daniele Luppari (malato di leucemia) al traguardo di Porto Santa Margherita.

Il Triathlon Sprint Rank Città di Caorle (VE) parla padovano. A conquistare la vittoria, oggi, sono stati infatti i padovani Giulia Bedorin (707) e Stefano Rigoni (Padovanuoto Triathlon). Dietro di loro, rispettivamente le vicentine Chiara Lobba e Marta Merlo (Rari Nantes Marostica) e Giulio Soldati (TD Rimini) e Mirko Lazzaretto (Rari Nantes Marostica). Ai piedi del podio, i portacolori della società organizzatrice, Silca Ultralite Vittorio Veneto, lo Youth B Filippo Pradella e la junior Erica Mazzer. Sul traguardo di Porto Santa Margherita, circa 500 atleti, in gara anche per la Coppa Veneto Age Group. L’applauso più grande è stato però per Daniele Luppari, il padovano in gara con la leucemia mieloide cronica.
Ad accogliere i triathleti una bella giornata di sole. La partenza, alle 11.45 dalla spiaggia di fronte alla palestra comunale di Porto Santa Margherita, tra due ali di folla. Tanti infatti gli spettatori italiani e stranieri, incuriositi dalla triplice disciplina. Per prima al via la gara femminile. Dopo i 750 metri di nuoto, la prima ad uscire dal mare è Giorgia Bedorin. A 46 secondi, si tolgono cuffia e occhialini, Viola Pagotto (Silca Ultralite) e a seguire Merlo e Mazzer. Per Bedorin è l’inizio di una gara in solitaria, mentre dietro si forma in quartetto, composto dalle vicentine Lobba e Merlo e dalle trevigiane Pagotto e Mazzer. Alla fine dei 20 km di ciclismo, Bedorin ha però già un minuto di vantaggio. Negli ultimi 5 km a piedi sono, per lei, normale amministrazione. La padovana vince in 1h07’20’’, davanti alle due vicentine Lobba e Merlo. Quarta e quinta le atlete di “casa”, Mazzer e Pagotto.
Al maschile, a uscire primi dal nuoto, distanziati di alcuni secondi tra di loro, sono Rigoni, Soldati e Lazzaretto. I tre fanno squadra, dandosi cambi regolari, nella frazione di ciclismo e riescono a tenere a bada il gruppo degli inseguitori, condotto dagli atleti biancorossi, Pradella e Federico Pagotto, che tirano all’impazzata, nella speranza di rientrare sui battistrada. In zona cambio, il trio di testa ha oltre un minuto di vantaggio sul gruppo inseguitore. All’inizio della frazione di corsa a piedi, Rigoni e Soldati si avvantaggiano su Lazzaretto. Nell’ultimo chilometro, è di Rigoni l’attacco decisivo. Il padovano vince in 57’16’’, davanti a Soldati e Lazzaretto.
“Sapevo che in gara c’erano delle ragazze molto forti, soprattutto in bici - commenta Bedorin, 31enne di Padova - sono così partita subito a tutta, fin dalla prima bracciata, cercando di spingere più che potevo. Uscita dal nuoto, è stato impegnativo gestire tutto il ciclismo da sola, ma non ho mollato e ce l’ho fatta a vincere. Bellissima gara e ottima organizzazione”.
“Sono contento per la vittoria di oggi - afferma Rigoni, 22enne padovano - ho provato ad attacare nel nuoto. Poi con Soldati e Lazzaretto ci siamo dati ripetutamente il cambio, per arginare il possibile ritorno degli inseguitori, che sapevamo avrebbero spinto a più non posso nel ciclismo. Nell’ultima frazione, Rigoni ha provato qualche allungo, io qualche attacco. Quello decisivo l’ho fatto a un chilometro dall’arrivo. Ringrazio gli organizzatori per la bella manifestazione di oggi, come sempre Silca Ultralite è una garanzia”.
Non è arrivato tra i primi, ma di certo la gioia di Daniele Luppari, in gara con la leucemia mieloide cronica, è stata immensa. Commosso, al traguardo, ha ricevuto applausi dal pubblico e abbracci dagli amici. “Queste di oggi sono lacrime per lo sport che ho trattenuto per due anni - afferma Luppari - lo dico sempre, lo sport non ci rende immuni dalle malattie, ma ci aiuta a combatterle. Questo messaggio che voglio portare, per dare coraggio agli altri. Caorle resterà per sempre nel mio cuore, oggi è stata una rinascita, ho potuto rivivere lo sport agonistico”.
Presente alle premiazioni il presidente della Fitri Veneto, Vladi Vardieri (che ha anche gareggiato) e l’assessore allo sport del Comune di Caorle, Giuseppe Boatto.
“Anche oggi abbiamo assistito a una gara bella e tecnicamente valida - dice Aldo Zanetti, presidente di Silca Ultralite Vittorio Veneto - come l’anno scorso, abbiamo avuto tanto pubblico, che ci accolto con curiosità e calore. Possiamo proprio dire che sono state gettate le basi per un rapporto lungo e duraturo con la città di Caorle”.



Per presentazione, resoconto, immagini video visitare anche il sito www.atleticasilca.it, la pagina Facebook "Silca Ultralite Triathlon" e il canale You Tube "Silca Ultralite Vittorio Veneto".


CLASSIFICHE QUINTO TRIATHLON SPRINT RANK CITTà DI CAORLE
(750 metri a nuoto, 20 km in bici, 5 km a piedi)
MASCHILE. Assoluti. 1. Stefano Rigoni (Padovanuoto Triathlon) 57’16’’, 2. Giulio Soldati (TD Rimini) 57’29’’, 3. Mirko Lazzaretto (Triathlon Rari Nantes Marostica) 58’19’’, 4. Filippo Pradella (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 59’39’’, 5. Federico Zamò (The Hurricane) 1h00’04’’, 6. Andrea Mason (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 1h01’04’’, 7. Edi Radeticchio (Tk Pula) 1h01’06’’, 8. Francesco Blandina (Cy Laser Tri Schio) 1h01’38’’, 9. Gianluca Merazzi (A3) 1h01’41’’, 10. Daniele Bertossi (Jalmicco Triathlon) 1h02’22’’.
Vincitori di categoria. S1. Stefano Rigoni (Padovanuoto Triathlon) 57’16’’. S2. Gianmaria Tiozzo (Liger Team Keyline) 1h02’38’’. S3. Daniele Bertossi (Jalmicco Triathlon) 1h02’22’’. S4. Alessio Morellato (A3) 1h03’06’’. M1. Edi Radeticchio (Tk Pula) 1h01’06’’. M2. Stefano Simionato (Asi Triathlon Noale) 1h03’30’’. M3. Fabio Cestaro (Asi Triathlon Noale) 1h03’50’’. M4. Pio Moro (Pol. S. Vito) 1h09’26’’. M5. Riccardo Palma (Venezia Triathlon) 1h14’49’’. M6. Giorgio Piagnani (Treviso Triathlon) 1h15’47’’. Junior. Miko Lazzaretto (Rari Nantes Marostica) 58’19’’. Youth B. Filippo Pradella (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 59’33’’.

FEMMINILE. Assoluti. 1. Giulia Bedorin (707) 1h07’20’’, 2. Chiara Lobba (Triathlon Rari Nantes Marostica) 1h07’48’’, 3. Marta Merlo (Triathlon Rari Nantes Marostica) 1h07’55’’, 4. Erica Mazzer (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 1h08’11’’, 5. Viola Pagotto (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 1h10’22’’, 6. Beatrice Crespan (Treviso Triathlon) 1h10’39’’, 7. Lisa Desiderà (Liger Team Keyline) 1h11’03’’, 8. Laura Thomas (Treviso Triathlon) 1h11’07’’, 9. Alessandro Stroili (Jalmicco Triathlon) 1h11’10’’, 10. Viola Sartor (Triathlon Rari Nantes Marostica) 1h11’33’’ .
Vincitori di categoria. S1. Elisabetta Mazzucco (Silca Ultralite Vittorio Veneto) 1h13’06’’. S2. Beatrice Crespan (Treviso Triathlon) 1h10’39’’. S3. Giulia Bedorin (707) 1h07’20’’. S4. Alessia Doria (Eroi del Piave) 1h14’07’’. M1. Lisa Desiderà (Liger Team Keyline) 1h11’03’’. M2. Laura Thomas (Treviso Triathlon) 1h11’07’’. M3. Claudia Martinelli (Rhodigium Team) 1h20’24’’. M4. Antonella Cason (Treviso Triathlon) 1h21’28’’. M5. Nicoletta Di Giacomo (Canotriathlon) 1h42’45’’. Junior. Marta Merlo (Triathlon Rari Nantes Marostica) 1h07’55’’. Youth B. Chiara Lobba (Triathlon Rari Nantes Marostica) 1h07’48’’. 

foto CREDIT MASSIMILIANO PIZZOLATO

fonte comunicato società organizzatrice