Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Triathlon della Versilia: la prima volta di Nicolò e Federica

images/2019/gare/Qualitry/Versilia/medium/FSDX7980.jpg

Complice la concomitanza dei Campionati Italiani a Cervia, che hanno precluso ai primi del Rank Nazionale la partecipazione ad altre gare, Nicolò Basso, G.S. FF.OO., e Federica Frigerio, Cus Brescia, si portano a casa la loro prima vittoria in un triathlon Olimpico. Per la bresciana si tratta della prima vittoria in assoluto, già nella stagione d’esordio.

Domenica 13 ottobre, ore 9:30, a Lido di Camaiore sono quasi 300 i partenti per la seconda edizione del Triathlon della Versilia. Mare piatto, muta facoltativa e un tiepido sole autunnale all’orizzonte. Condizioni ideali per gareggiare in quello che può definirsi un Olimpico super veloce, se non il più veloce della stagione.

Starters il presidente del Consiglio Comunale di Camaiore, Andrea Favilla, e la Camp. Italiana di Triathlon Medio, Michela Santini. Percorso Bike completamente chiuso al traffico su 3 giri fra Lido, Marina di Pietrasanta e Forte dei Marmi, con le rispettive Polizie Municipali impegnate a garantire la massima regolarità dei percorsi su strada.

Alla fine dei 1500 mt. nuoto la testa della gara maschile vede 5 uomini che dopo la lunga transizione sulla spiaggia versiliese si riducono a 2. Per entrambi gara di coppia solitaria nei 39 km bike, fino alla T2 quando Nicolò Basso, al rientro da un infortunio che gli ha impedito di prendere il rank ed entrare fra i qualificati agli assoluti, ha salutato il compagno di fuga Stefano Mutti, dello Schiantarelli, e si è involato solitario verso il traguardo rifilandogli 5’27” di distacco. Al terzo posto, a 10” soltanto, Francesco Balestrini, Livorno Triathlon.

Le ragazze partono 5’ dopo la batteria unica maschile e sulla spiaggia approda per prima Federica Frigerio che ha già accumulato un ragguardevole vantaggio su Sara Tognini, La Fenice Triathlon, e su Silvia Moglioni, Woman Triathlon Italy. Non c’è gara fra loro, ma solo un accumularsi di minuti di distacco via via che essa si sviluppa. Saranno quasi 13’ per Federica quando Sara giungerà seconda alla “finish line” e 14’ al passaggio della Moglioni.

A premiare l’Assessore Patrizia Gemignani e Michela Santini presso la Misericordia di Lido di Camaiore, che ha offerto, oltre al servizio sanitario sui percorsi, il Pasta Party a tutti i partecipanti.

IMG 0927

(fonte: comunicato stampa Qualitry)