Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Mazzetti terza alla World Cup di Karlovy Vary! Steinhauser 6^, Orla 8^

images/2018/gare_internazionali/world_cup/Karlovy_Vary/medium/180902-karlovy-vary-women-hr-msj-032.jpg

Anna Maria Mazzetti torna sul podio in Coppa del Mondo. A Karlovy Vary (Cze), nella prova su distanza olimpica, l'azzurra portacolori del G.S. Fiamme Oro centra la terza posizione alle spalle di Vendula Frintova (Cze), a segno davanti al pubblico amico, e Kaidi Kivioja (Est). L'azzurra ha lottato per il successo per tutta la gara, ma nelle battute conclusive la padrona di casa è riuscita a piazzare l'allungo vincente; piazza d'onore per la 25enne estone mentre Anna Maria ritrova un podio in World Cup al debutto stagionale nel circuito. Solida prova anche per Verena Steinhauser (Project Ultraman), sempre protagonista della gara, che chiude con un buon sesto posto. Ottima anche Alessia Orla (DDS) che conquista una preziosa top-ten chiudendo all'8° posto maturato grazie a due grandi frazioni di nuoto e ciclismo. Lisa Schanung (DDS) termina in 28^ posizione.

"Sono davvero contentissima del terzo posto di oggi, era dal 2013 che non salivo sul podio di Coppa del Mondo! - dice Anna Maria Mazzetti a fine gara - Non ho fatto una grandissima partenza, ma nel secondo giro di nuoto ho rimontato qualche posizione. In bici sono stata attenta, la pioggia ha reso ancora più difficile il tracciato ciclistico, sono anche stata abile ad evitare le cadute e ho sprecato meno energie possibili. Sono uscita bene dalla T2, mi sono attaccata alla Frintova e ho cercato di resistere più possibile, difendendo la posizione da podio. Nel finale, a 200 metri dal traguardo, l'estone e la ceca hanno aperto il gas e io non sono riuscita a reagire, non ho ancora questo cambio di ritmo così repentino, ma nel complesso sono davvero contenta del risultato. Non gareggiavo su distanza olimpica da ottobre dell'anno scorso, ammetto che ero un po' timorosa ma a piedi ci ho provato e ho visto che ero pronta".

"Non sono contenta della gara di oggi - spiega Verena Steinhauser dopo il traguardo, non pienamente soddisfatta del sesto posto ottenuto a Karlovy Vary - Il nuoto è stato difficile, ho preso tante botte, e il percorso in bici, già molto duro, è stato reso ancora pèiù insidioso dalla corsa. Nella corsa, le forze residue non sono bastate per combattere con le prime".

Ovviamente sono molto soddisfatta della mia gara – racconta Alessia OrlaIl primo giro di nuoto è stato un po’ combattuto, ma poi sono riuscita a rientrare bene ed uscire nelle prime posizioni. In bici mi sono divertita, sono sempre stata lucida e questo mi ha permesso di rimanere concentrata e attenta, senza prendere rischi. Il clima freddo mi ha dato una mano anche a piedi dove ho continuato a spingere anche se ho accusato un po’ gli ultimi chilometri. È venuta fuori una solida prestazione complessiva e sono davvero contenta di aver portato a casa finalmente una top-ten”.

 

LA CRONACA

Partenza a nuoto tirata, con le atlete che dividono in diversi gruppetti: è la Hall la più veloce in acqua, seguita da una serie di atleti in lunga fila indiana con lievi distacchi tra loro. È la Orla (7^) la più lesta ad uscire dall'acqua a 33”, poi Mazzetti a 38”, Steinhauser a 47” mentre Zane, Priarone e Schanung sono più attardata. Ad inseguire la britannica, in fuga solitaria, si forma un gruppo di una quindicina di unità che, nel corso dei 40 selettivi chilometri della seconda frazione, lima il gap dalla fuggitiva. Le azzurre sono determinanti nel riavvicinamento sulla testa e Mazzetti, Steinhauser e Orla arrivano in T2 a soli 5 secondi dalla Hall. La Mazzetti appare decisamente in palla anche nella terza frazione e va a giocarsi il successo con Kivioja, Frintova e Knapp, Steinhauser cede leggermente il passo e si assesta in quinta-sesta posizione mentre la Orla cede qualche posizione, ma tiene duro. Davanti restano in tre a giocasi il successo (la Knapp cede qualche secondo e si assesta in quarta posizione): in volata è la Frintova ad avere la meglio sulla Kivioja mentre l'azzurra Mazzetti chiude sua prima CoppaMondo del 2018 al terzo posto. A seguire Knapp, Derron e Steinhauser che chiude al 6° posto e Alessia Orla che difende un'ottima ottava posizione. Non hanno concluso la gara Zane e Priarone.

 

 

CLASSIFICA 

Donne

PosFirst NameLast NameYOBCountryStart 
Num
TimeSwimT1BikeT2Run
1 Vendula Frintova 1983  CZE 1 02:08:22 00:18:37 00:00:29 01:14:55 00:00:23 00:33:56
2 Kaidi Kivioja 1993  EST 7 02:08:23 00:19:30 00:00:31 01:14:03 00:00:26 00:33:52
3 Annamaria Mazzetti 1988  ITA 21 02:08:27 00:18:40 00:00:33 01:14:50 00:00:23 00:33:59
4 Anja Knapp 1988  GER 36 02:08:51 00:18:34 00:00:36 01:14:53 00:00:24 00:34:23
5 Julie Derron 1996  SUI 14 02:08:58 00:19:27 00:00:35 01:14:00 00:00:28 00:34:27
6 Verena Steinhauser 1994  ITA 3 02:09:21 00:18:46 00:00:35 01:14:40 00:00:28 00:34:49
7 Lucy Hall 1992  GBR 19 02:09:48 00:18:04 00:00:31 01:15:18 00:00:27 00:35:27
8 Alessia Orla 1992  ITA 23 02:10:01 00:18:33 00:00:34 01:14:53 00:00:28 00:35:30
9 Barbara Riveros 1987  CHI 42 02:10:30 00:19:00 00:00:34 01:14:31 00:00:29 00:35:56
10 Julia Hauser 1994  AUT 10 02:10:46 00:19:29 00:00:34 01:14:02 00:00:27 00:36:12

 

PosFirst NameLast NameYOBCountryStart 
Num
TimeSwimT1BikeT2Run
28 Lisa Schanung 1993  ITA 37 02:20:18 00:20:36 00:00:34 01:18:49 00:00:26 00:39:51

 

 

LA PRESENTAZIONE

180902 karlovy vary women hr msj 036

180902 karlovy vary women hr msj 030

180902 karlovy vary women hr msj 015

180902 karlovy vary women hr msj 038

180902 karlovy vary women hr msj 009

(foto: ITU Media)