Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Progetto Talento 2015, gli atleti ed i programmi

images/2015/loghi_FITRI_/medium/Logo_FITRI_Young.jpg

/>

Il DT Giovani Alessandro Bottoni risponde ad alcune domande sull’attività del settore rivolta ai Progetti Talento della FITRI per la nuova stagione.

- Quali sono gli obiettivi principali del progetto?

Gli obiettivi principali dei progetti sul Talento sono quelli di reclutare, individuare, supportare e formare triatleti, a partire dai giovanissimi fino alla categoria U23. Selezionando nel percorso di crescita quelli in grado di competere nel prossimo futuro in campo internazionale assoluto, con i passaggi intermedi costituiti dalle competizioni internazionali giovanili e in particolare dai Campionati Europei, dai Campionati Mondiali e dai Giochi Olimpici Giovanili.
Questi passaggi, di reclutamento, formazione, crescita, selezione e conferma, sono fatti parallelamente al percorso di crescita a lungo termine che prevede determinate tappe intermedie dell’allenamento. Da quello sotto forma di gioco nei giovanissimi a quello di base, dall’allenamento di costruzione a lungo termine a quello per competere con successo nelle gare di maggiore importanza. Un atleta che si è avvicinato o è stato reclutato, che poi viene coinvolto nel progetto ha come obiettivo principale quello di intraprendere un cammino metodologico e formativo che gli permetta di porre solide basi per il futuro, percorso da affrontare prima con la SAS Giovani, poi con la SAS e infine con le squadre nazionali.

- Quali sono gli aspetti più importanti del progetto?

Prima di tutto il monitoraggio e il supporto dell’attività di allenamento, che relativamente ai giovani potenziali talenti deve essere un aspetto estremamente rilevante per la Federazione per poter ambire a raggiungere risultati ambiziosi nelle categorie assolute.
I giovani atleti, in relazione all’età, dovranno raggiungere diversi traguardi intermedi, relativi alla formazione e sviluppo delle capacità e competenze: coordinative e condizionali di base, tecniche nelle singole discipline in relazione all’età e al processo di sviluppo a lungo termine, organizzative generali e di gestione ottimale di una elevata attività di allenamento in relazione alla necessità di saper recuperare e svolgere una adeguata attività di studio, mentali generali e quelle di gestione degli stress psicofisici nel rapporto con la fatica quotidiana e infine le capacità di saper svolgere un carico di lavoro adeguato al programma di sviluppo a lungo termine.
Tutto questo richiede grande disponibilità al sacrificio da parte di tecnici, dirigenti, famiglie e atleti stessi, spesso senza le risorse adeguate, per perseguire con pazienza, continuità e costanza, un progetto che può dare i frutti solo diversi anni dopo. Quando però questi elementi coesistono con delle buone qualità di base e un’eccellente motivazione si crea la situazione favorevole alla formazione di un Potenziale Talento.

- Come vengono supportati i potenziali talenti?

La Federazione segue con particolare attenzione gli atleti che ritiene Potenziali Talenti e anche per il 2015 è definita la lista di atleti di interesse, disponibile nel documento allegato, unitamente ai criteri di ammissione seguiti.
Alla definizione delle fasce di interesse sono strettamente legati sia le attività di supporto del Potenziale Talento che i programmi di monitoraggio dell’attività di allenamento. Le risorse disponibili per il supporto sono maggiori rispetto al passato ma ancora troppo limitate. Ciò nonostante i programmi di supporto dei potenziali talenti inseriti nella fascia di interesse aiuteranno atleti e tecnici a raggiungere gli obiettivi intermedi attraverso:
- il coinvolgimento in raduni e momenti di confronto collettivi;
- progetti di sviluppo dedicati, come il progetto Talenti 2020;
- partecipazioni a gare di livello come esperienze formative;
- incentivi di partecipazione alle prove internazionali tramite una tabella premi;
- un supporto medico all’atleta;
- programmi di tutoraggio;
- un supporto economico all’attività del potenziale talento, definito in base alle esigenze e a criteri di merito;
-un supporto metodologico al tecnico dell’atleta attraverso il coinvolgimento nei raduni e mediante il supporto diretto, quando richiesto, nell’attività di programmazione dell’allenamento.
D’altra parte però, l’atleta inserito nella fascia di interesse del Progetto Talento e delle Squadre Nazionali Giovanili, per ricevere i supporti e rimanere nella lista di interesse, deve rispettare una serie di impegni, volti a rendere possibile l’attuazione del programma stesso di promozione e supporto del Talento. Per cui unitamente ai criteri di ingresso sono definite le condizioni di uscita dai programmi del Progetto Talento.

- Come si sviluppano i programmi del Progetto Talento?

I programmi del Progetto Talento sono costituiti da una serie di attività, descritte nel dettaglio documento allegato, che in modo integrato permettono di raggiungere gli obiettivi del progetto in base alle risorse disponibili. Il percorso da seguire per gli atleti coinvolti prevede una serie di differenze in base alle necessità e alle caratteristiche degli atleti e dei differenti ambienti di sviluppo. Dalla fascia di interesse del Progetto Talento sono quindi definite delle liste ristrette composte da:
- atleti convocati ad una rappresentativa ufficiale giovanile per una gara internazionale (Squadre Nazionali Giovanili)
- atleti che già hanno evidenziato maggiori potenzialità e maggiori disponibilità ad intraprendere un percorso verso l’alto livello (T-Squad)
- atleti inseriti in progetti dedicati ad obiettivi speciali (ad esempio le atlete del progetto Talenti 2020)
- atleti inseriti nei progetti di tutoraggio.
In particolare il progetto Talenti 2020, partito nel 2014, continua a supportare e monitorare le atlete di interesse in procinto di iniziare il percorso verso l’alto livello, cercando al contempo di definire le variabili predittive di interesse. Mentre i programmi di tutoraggio si avvalgono del supporto di ex-campioni dello Sport, come Nadia Cortassa e Alessandro Lambruschini, che si adopereranno per ottimizzare gli ambienti di sviluppo di alcuni potenziali talenti di particolare interesse.

Progetto Talento 2015

Lista atleti Progetto talento 2015