Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookies Policy Approvo

Alice Betto nella storia: è 7^ a Tokyo 2020! Flora Duffy campionessa olimpica davanti a Taylor-Brown e Zaferes. Steinhauser 20^.

images/2021/TOKYO_2020/DONNE/medium/BETTO_Tokyo2020OG_084250_WAGS5479.jpg

Spicca l’azzurro sotto la pioggia battente di Odaiba Marine Park. Alice Betto (G.S. Fiamme Oro), al debutto olimpico, centra uno straordinario settimo posto a Tokyo 2020, cogliendo il secondo miglior risultato della storia del triathlon italiano ai Giochi.

La gara a cinque cerchi ha incoronato la fuoriclasse che difende i colori di Bermuda Flora Duffy, autrice di una poderosa azione solitaria nella corsa dopo essere stata protagonista sin dalle prime battute di gara; per le medaglie, bella lotta tra Georgia Taylor-Brown (Gbr) e Katie Zaferes (Usa) che conquistano rispettivamente l’argento e il bronzo.

Giù dal podio Rachel Klamer (Ned), quarta, Leonie Periault (Fra), quinta, Nicola Spirig (Sui), sesta, e poi, come già detto, la nostra Betto, capace di ottenere un piazzamento che la proietta nell’olimpo del triathlon internazionale. Ottima anche la prova di Verena Steinhauser (G.S. Fiamme Oro) che porta a casa un prezioso 20° posto. Non ha concluso la gara la terza azzurra al via Angelica Olmo (C.S. Carabinieri).

 

LE DICHIARAZIONI

“Sono felicissima, pervasa da tantissime emozioni. Cercavo questo risultato da tanto tempo, esattamente da dieci anni e, dopo due Olimpiadi mancate, questa volta non volevo assolutamente perdere l’occasione, malgrado le difficoltà che tutti noi abbiamo passato lo scorso anno - dice Alice Betto - Volevo essere qui a Tokyo 2020 per fare la mia gara, godermi il momento, senza pormi aspettative e affrontando questa prova senza troppa pressione. La gara è andata migliorando progressivamente: dopo una partenza non ottimale, con i primi metri del nuoto davvero concitati, sono stata lucida e ho impostato il mio passo. In bici è stata davvero dura, stressante, con pioggia, asfalto bagnato e una caduta evitata. Nella terza frazione ho solo pensato a correre col mio passo, costante, senza strappare: questo ha pagato nel finale, ho ripreso due atlete del calibro di Learmonth e Lindemann risalendo fino al settimo posto. Dopo l’arrivo, mi sono davvero lasciata andare: ho pensato a tante cose già durante l’ultimo giro di corsa, a tutte le persone che mi stanno accanto e mi vogliono bene, ma sono rimasta concentrata e mi sono goduta questa forte emozione una volta arrivata sul traguardo”.

“Le Olimpiadi, semplicemente un’emozione unica! - dice Verena Steinhauser - Malgrado la situazione particolare dettata dall’emergenza Covid-19, qui a Tokyo 2020 il contesto è veramente speciale. Peccato per il piazzamento finale: ho perso il treno giusto in bici, la mia gara avrebbe potuto prendere una piega diversa e, indubbiamente, avrei potuto lottare per posizione migliore. In ogni caso, sono davvero felice di aver concluso questa mia prima gara ai Giochi Olimpici”.

“Si tinge di azzurro il traguardo olimpico della gara femminile con una prestazione maiuscola di Alice Betto che centra il 7° posto e conquista il diploma olimpico - dice Riccardo Giubilei, presidente della Federazione Italiana Triathlon - Abbiamo trepidato per le nostre ragazze e gioito per la rimonta di Alice che, risalendo posizione su posizione, ha piazzato il colpo vincente. Si tratta di una prestazione storica, di livello assoluto ottenuta ai Giochi Olimpici 17 anni dopo il 5° posto di Nadia Cortassa. Questo per noi è un momento di gioia, il primo passo verso il nuovo corso che ci porterà verso Parigi 2024: da questo settimo posto di Alice ripartiamo. Voglio ringraziare il DT Alessandro Bottoni e Simone Mantolini che hanno orchestrato bene la gara delle ragazze - aggiunge Giubilei - ma ora la concentrazione passa subito alla staffetta di sabato. Voglio condividere con le migliaia di appassionati di triathlon che ci hanno seguito fino a notte fonda la gioia nel vedere sventolare forte il Tricolore sul palcoscenico più prestigioso, quello dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020”.

Direttamente da Tokyo, anche il presidente del CONI Giovanni Malagò è intervenuto in questa giornata storica per il triathlon italiano: "Alice Betto merita un grande applauso per questo settimo posto olimpico che la fa entrare di diritto nell'eccellenza del movimento. É il secondo risultato più importante di sempre nella storia della disciplina ai Giochi e un segnale importante che arriva da un gruppo in grande crescita, arrivato a Tokyo con 5 esordienti. Voglio mandare un sincero incoraggiamento alla Federazione del Presidente Giubilei e abbracciare le ragazze e i ragazzi: sono sicuro che ci regaleranno una grande prova nella staffetta mista di sabato".

“Risultato davvero eccezionale quello di Alice: lei vale pienamente questo piazzamento e si merita questa grande soddisfazione - dice il Direttore Tecnico Alessandro Bottoni - ha impostato una gara con grande solidità e ha chiuso con una frazione di corsa tra le sue migliori di sempre. Non ha sbagliato nulla, è stata impeccabile anche nel gestire alcuni momenti critici nel corso della gara. Bravissima anche Verena Steinhauser - aggiunge Bottoni - che ha mancato l’aggancio alla Spirig che avrebbe potuto spostare l’equilibrio della sua prova: un 20° posto alla sua prima Olimpiade in una giornata così complicata è un ottimo risultato. Brave le ragazze che si sono fatte trovare pronte”.

 

LA CRONACA

Partenza posticipata di 15 minuti a causa delle avverse condizioni meteo: pioggia, vento sostenuto e mare leggermente mosso (24°C, acqua a 28°C). Dopo il tuffo, sono Learmonth, Lopes e Zaferes a dettare il ritmo con Alice Betto che si assesta intorno alla 15^ posizione, più indietro Steinhauser e Olmo. Dopo il primo chilometro di nuoto, il gruppo si spezza in due tronconi: in T1, arrivano in sette, Learmonth, Lopes, Zaferes, Rappaport, Taylor-Brown, Duffy, Lindemann, Betto cambia 13^ a 50 secondi, 29. Steinhauser 29^ a 1’19” e Olmo 48^ a 1’53”.
Nelle prime fasi del ciclismo, la gara si delinea con il drappello di atlete al comando che prova a prendere il largo, Alice che si inserisce nel gruppo delle immediate inseguitrici (con Spirig, a 1 minuto), Verena che pedala una ventina di secondi più indietro e Angelica che fa parte del quarto drappello. Passano i giri (sono previste 8 tornate da 5 km) e l’andatura di Duffy, Zaferes e Learmonth si fa sempre più forsennata: ne pagano le conseguenze Rappaport e Lopes che si staccano dal gruppo di testa; il gruppo della Betto, composto da 11 atlete, viaggia intorno al minuto e 15 secondi, quello della Steinhauser vede aumentare il distacco dalla testa fino a 3 minuti, più staccata invece la Olmo, ormai nelle retrovie.
Si arriva in T2, con la portacolori delle Bermuda che mostra subito le proprie intenzioni; prova a seguirla la Zaferes mentre la Taylor-Brown, che ha forato a meno di due chilometri dalla zona cambio, inizia a correre con 25 secondi. Ben messa la Betto, 11^ a 1’05” dalla Duffy, Steinhauser cambia 19^ a 3’15”, Olmo 34^ a 5’01”. Mentre davanti Duffy si invola verso l’oro e la britannica scavalca l’americana nella lotta per l’argento, Alice Betto dimostra di essere in grande giornata, gestendo al meglio proprio il finale della frazione di corsa e rimontando fino alla 7^ posizione. Solida anche la chiusura di Verena Steinhauser, che difende la 20^ posizione mentre Angelica Olmo, che ha accusato qualche problema di stomaco, è costretta al ritiro.

 

Sabato 31 luglio, alle ore 7:30 (in Italia, ore 0:30), c’è la terza gara del programma del triathlon a Tokyo 2020: per la prima volta ai Giochi Olimpici si disputerà la Mixed Relay.

 

RISULTATI
1 BER DUFFY Flora 1:55:36
2 GBR TAYLOR-BROWN Georgia +1:14
3 USA ZAFERES Katie +1:27
4 NED KLAMER Rachel +2:12
5 FRA PERIAULT Leonie +2:13
6 SUI SPIRIG Nicola +2:29
7 ITA BETTO Alice +2:46
8 GER LINDEMANN Laura +2:48
9 GBR LEARMONTH Jessica +2:52
10 BEL BARTHELEMY Valerie +3:13
20 ITA STEINHAUSER Verena +6:11

 

START LIST - Tutti gli atleti al via

Il percorso delle gare di Tokyo 2020

La pagina del Triathlon sul sito dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020
TRIATHLON - La guida per i media

 

PROGRAMMA GARE
Mixed Relay, staffetta 2+2: sabato 31 luglio, ore 7:30 (in Italia, ore 0:30)

Gare in diretta su Discovery Plus, Eurosport e Rai Due (eventuale diretta non integrale)

 

Notizie correlate:
Tokyo 2020: Blummenfelt campione olimpico davanti a Yee e Wilde. 37° Pozzatti, 39° Stateff
Giochi Olimpici Tokyo 2020: Azzurri pronti ad entrare in zona cambio. Lunedì mattina la prima gara

BETTO Tokyo2020OG 080032 WAGS4373

BETTO Tokyo2020OG 083413 WAGS5055

BETTO body

STEINHAUSER body

Betto Giubilei

STEINHAUSER Tokyo2020OG 070408 WAGS3655

OLMO Tokyo2020OG 070441 WAGS3766

Bottoni Betto